Oxytocin non piace l'aspetto del tuo nome?

Uno studio olandese, evidenziato nel New York Times di martedì scorso, afferma di aver dimostrato che il cattivo atteggiamento del loro paese nei confronti di musulmani e tedeschi è alimentato dall'ormone cerebrale, l'ossitocina. I ricercatori hanno concluso questo dopo che gli uomini olandesi hanno inalato ossitocina o un placebo prima di completare una serie di studi progettati per misurare l'attrazione sociale e l'empatia. Il tempo di risposta del pulsante che spinge i soggetti è stato misurato quando è stato presentato con nomi classici olandesi, tedeschi o arabi abbinati a parole positive o negative. Poi hanno dovuto scegliere quali nomi avrebbero salvato o sacrificato in ipotetici (e inverosimilmente improbabili) scenari di vita o di morte. Quando i soggetti inalato ossitocina, hanno rapidamente scelto i nomi olandesi collegati con parole positive ed erano più propensi a sacrificare un carattere di nome musulmano o tedesco a favore del salvataggio di persone di nome olandese. I ricercatori hanno concluso che l'ossitocina supporta la fedeltà "in gruppo" e che il loro studio "mette in discussione il punto di vista dell'ossitocina come farmaco d'amore indiscriminato o sostanza chimica da coccolare".

Il fatto è che nessuno ha mai seriamente suggerito che l'agenda sociale dell'ossitocina fosse "indiscriminata". Decenni di studi sugli animali e sull'uomo hanno scoperto che l'ossitocina promuove davvero legami sociali "selettivi" come quelli che fanno curare una madre solo per il suo agnello, o quelli che ispirano le praterie maschili e femminili ad accoppiarsi a vita. Tali lealtà esclusive possono avere un ottimo senso evolutivo, ma molto spesso un atteggiamento sociale più inclusivo è benefico e l'ossitocina ha dimostrato di essere d'aiuto anche in questo caso. Con l'aiuto dell'ossitocina possiamo superare la paura della novità che potrebbe farci rifiutare automaticamente le persone non familiari. Questa tolleranza originaria consente a una nuova madre di accettare immediatamente il suo "estraneo" appena nato come suo. Incoraggia anche i bambini a cercare e ad accettare la cura di altri caregiver, ci spinge ad accoppiarsi con "estranei" piuttosto che con parenti, ed è fondamentale per la nostra capacità di creare un'ampia gamma di amicizie e alleanze, al di là dei nostri clan e anche oltre la nostra specie- ciò ha reso possibile la civiltà umana.

L'ossitocina riesce a incoraggiare questa vasta gamma di flessibilità sociale rendendoci molto bravi a valutare i segnali sociali verbali e non verbali. Con l'aiuto dell'ossitocina, la paura del nostro cervello e il circuito dello stress sono soppressi abbastanza da permetterci di percepire il luccichio dell'amicizia in un occhio o tono di voce che incoraggia l'approccio sociale. E quando i nostri incontri si rivelano utili, rilascia ancora più ossitocina nei nostri cervelli inciampando nel circuito della ricompensa che ci aiuterà a ricordare i volti di coloro di cui possiamo fidarci, mentre ci esorta a connetterci di nuovo con loro. Questo particolare tipo di memoria e apprendimento è chiamato "riconoscimento sociale" e in circostanze naturali in cui vengono forniti adeguati stimoli sociali, può supportare il sistema di feedback dell'ossitocina che crea un senso di fiducia e una parentela ben oltre la tribù, la nazionalità o la specie.

Lo studio olandese sembra confutarlo, ma guardano al comportamento dell'ossitocina separato dal suo ambiente sociale. I soggetti hanno fatto le loro preferenze sociali basate solo sui nomi stampati delle persone. Queste rappresentazioni astratte si limitano a suggerire nazionalità e genere e non forniscono il tipo di informazione sociale non verbale che l'ossitocina è così brava nell'analisi. Quindi cosa ha fatto un naso pieno di ossitocina con un'informazione sociale così limitata? Potrebbe semplicemente aver accresciuto il senso di riconoscimento e attrazione dei nomi olandesi per i nomi più simili ai loro. Se gli esperimenti avevano chiesto ai loro soggetti di rispondere alle immagini di volti di olandesi, tedeschi e arabi che esprimevano una varietà di espressioni amichevoli e ostili e hanno scoperto che gli uomini olandesi trattati con ossitocina ancora preferivano i volti olandesi accigliati a quelli stranieri sorridenti, penso che sarebbe fare un caso più forte che l'ossitocina, è l'ormone "non-nostro-tipo". Sarebbe anche sorprendente perché altri studi hanno scoperto che l'inalazione dell'ossitocina migliora la nostra prima opinione sugli estranei, anche quando le facce sconosciute erano accoppiate a scosse elettriche.

I ricercatori suggeriscono anche che questo studio dimostra che l'ossitocina ha svolto un ruolo evolutivo importante nell'emergere di conflitti e violenze tra gruppi. Ma vorrei sottolineare che la maggior parte della ricerca dell'ossitocina non trova un agente di aggressività e territorialità. In effetti, è in grado di fare distinzioni sociali di ogni tipo che ci aiutano a superare i comportamenti riflessivi anti-sociali, altrimenti noti come pregiudizi. E la storia umana ci dice da qualche parte, nel profondo del nostro cervello, la cooperazione ha vinto la concorrenza più volte. È stata questa capacità di discernere l'intenzione sociale in coloro che "fuori dal clan" ci hanno dato le nuove parentele sociali chiamate "vicini", "cittadini", "bestiame" e "animali domestici", che ci ha reso il mammifero sociale di maggior successo sul pianeta. Mentre i nostri impressionanti lobi frontali ci hanno aiutato, dobbiamo ancora molto della nostra grazia sociale all'ossitocina.

<File: /// C: /Users/meg/Desktop/DUTCH%20STUDY.doc#_ftn1> /,
http://www.pnas.org/content/early/2011/01/06/1015316108.full.pdf

Fatti l'uno per l'altro, La biologia del legame uomo-animale (DaCapo, 2009).

Solutions Collecting From Web of "Oxytocin non piace l'aspetto del tuo nome?"