Oh i posti che possiamo andare

"Hai cervelli nella tua testa. Hai i piedi nei tuoi panni. Puoi orientarti in qualsiasi direzione tu scelga. Sei da solo. E sai cosa sai. E TU sei quello che deciderà dove andare … "-Dr. Seuss, Oh, i luoghi che andrai!

L'altro giorno un mio amico di Facebook mi ha detto che mi sono adattato al libro del Dr. Seuss intitolato The Places You Go Go. Non avevo sentito parlare di questo libro, prima del suo commento. Sono stato rincuorato dalla sua osservazione. Niente è così vivificante per lo spirito umano, come chiaramente visibile.

Quello che amo di più della sua osservazione è l'idea di usare il nostro tempo sulla terra per espanderci come esseri psicologici e spirituali, il più possibile. In effetti, ha ragione; Mi sono avvicinato alla vita in questo modo e non amo nient'altro che mostrare alla gente come fare lo stesso. Per me, tutto ciò che facciamo nella vita, anche le relazioni che abbiamo sono principalmente veicoli di auto-realizzazione. Questo approccio in realtà arricchisce i nostri impegni perché continuiamo a imparare e crescere per servirli in modo più sano.

Noi esseri umani siamo notevolmente resilienti. Non importa cosa succede a noi, abbiamo il cervello e due piedi per guidare la vita nella direzione della nostra scelta. Con sufficiente curiosità, coraggio e determinazione, possiamo decidere quali obiettivi e sogni attualizzare. Questo è il nostro diritto.

Ma non tutti noi abbiamo imparato a cambiare positivamente la nostra circostanza di vita per massimizzare la crescita personale e la realizzazione. Potremmo non vedere abbastanza presto quando le nostre relazioni, il lavoro o le attività stanno minando la nostra salute fisica, emotiva e spirituale quando è il momento di mettere in valigia la nostra tenda e andare avanti. Sapere come cambiare le nostre vite in meglio è stato meno critico in tempi più semplici. Ma, oggi, sempre più persone in tutto il mondo sono completamente spazzate via da circostanze devastanti. Non hanno altra scelta che guidare le loro vite in una nuova direzione. La vita ci richiede di diventare acutamente consapevoli delle scelte che abbiamo fatto finora e del loro valore per la nostra futura felicità e salute.

È a questo punto che ci chiediamo: "È davvero questo dove voglio essere a questo punto della mia vita?" "Questa relazione, lavoro o attività è più adatta al mio corpo, mente e spirito?" Noi non voglio buttare fuori il bambino con l'acqua del bagno, solo perché siamo annoiati o irrequieti e abbiamo bisogno di novità. Dobbiamo sapere come esaminare l'esperienza di vita per il cambiamento che è vitale per il nostro continuo benessere e crescita.

È tempo di fare un cambiamento personale?

Le tre domande che seguono ci aiutano a pensare in che punto siamo nella nostra vita in questo momento. Quello che sta accadendo fisicamente, emotivamente e spiritualmente per noi o ci sta abbattendo in qualche modo? È tempo di fare un cambiamento personale per il meglio? Mi sono posto molte volte le stesse domande nella mia vita.

1. Come è la tua energia personale? Rispondiamo costantemente alle cose che ci accadono che hanno un impatto sulla nostra energia fisica e mentale. Ansia, affaticamento, irrequietezza, noia e desideri spericolati di agire distruttivamente (ad esempio, l'infedeltà, l'uso di alcool o droghe, il gioco d'azzardo) possono essere segni che ci sentiamo abbattuti da qualche circostanza nelle nostre vite e che potrebbe essere il momento di fare un cambiamento personale. Quando la nostra energia si blocca o qualcosa in cui stiamo facendo o coinvolto è ora inutile per noi, i nostri corpi lo mostrano in affaticamento, instabilità e sintomi fisici.

Dobbiamo diventare consapevoli della nostra energia personale. L'energia personale non mente mai; ci dice quando siamo stressati, infelici o abbattuti, e anche quando ci sentiamo felici e motivati ​​dalle nostre vite. Le esperienze che ci stimolano positivamente sono generalmente simpatiche con la nostra vera natura e fanno bene al nostro benessere.

2. Stai imparando e crescendo abbastanza in una relazione, lavoro o attività che hai adesso? Se la tua risposta è no, potrebbe essere il momento di trovare qualcosa che ti eccita e ti fa imparare e crescere. Oppure potrebbe essere il momento di lasciar andare questa esperienza, del tutto. Solo tu stesso puoi decidere questo.

Nella mia vita, non ho sempre ascoltato la chiamata a lasciare andare una relazione quando mi ha logorato e fatto poco per sostenere i miei veri bisogni e desideri. Questo non è facile da fare, poiché tendiamo a credere che dovremmo tenere gli amici per sempre, anche quando fanno male o lavorano contro di noi. Il senso di colpa può portarci a sintonizzare le energie (depressione, ansia, stanchezza, noia, recitazione distruttiva) che ci dicono che una relazione, un lavoro o un'attività non è più giusta per noi.

Per continuare a guidarci in direzioni che sono salutari per noi, dobbiamo accettare l'idea che alcune persone e le esperienze che seguono la nostra strada non sono destinate a rimanere con noi per sempre. Dobbiamo amare e amare tutto ciò che impariamo da loro, buoni e cattivi. Sono tutti messaggeri nel nostro viaggio di vita.

3. Le tue scelte di vita riflettono i tuoi veri bisogni, desideri e scopi? Nessuno di noi vive una vita composta da tutto ciò che si adatta alla nostra vera natura. Alcuni di noi lavorano in posti di lavoro che hanno poca relazione con i nostri bisogni creativi o hanno amici o amanti che condividono pochi dei nostri interessi. Ciò che è importante per la nostra salute e felicità è che alcune delle nostre vite ci rispecchiano in modo autentico. Se troviamo poche cose del nostro vero io nelle cose che facciamo, vogliamo aprire nuove attività, relazioni o lavoro che siano più adatti a noi.

Non dimenticare mai che ognuno di noi ha il diritto di intraprendere il nostro viaggio personale per quanto lo desideriamo. Decidiamo quando è il momento di disfare le valigie e restare fermi per un po 'e quando è il momento di fare i bagagli e andare in nuovi posti per continuare ad imparare e crescere.

Solutions Collecting From Web of "Oh i posti che possiamo andare"