Odiate le risoluzioni di Capodanno?

Public Domain Images
Fonte: immagini di dominio pubblico

Quando stavo sviluppando il mio quadro delle quattro tendenze – che divide le persone nelle categorie di Upholder, Questioner, Obliger o Rebel – spesso chiedevo alle persone: "Come ti senti delle risoluzioni di Capodanno?"

Ho sentito da molte persone che hanno detto: "Odio le risoluzioni di Capodanno, perché per così tanto tempo le ho fatte, ma non potrei mai tenerle".

E certamente la maggior parte della gente non riesce a mantenere le risoluzioni del nuovo anno – quattro su cinque persone rompono le loro risoluzioni, e un terzo non ce la fanno fino alla fine di gennaio.

Ma ciò non rende meno frustrante provare e fallire con una risoluzione importante.

Nel mio libro Better Than Before , descrivo le molteplici strategie che possiamo sfruttare per cambiare le nostre abitudini, il che è importante per le risoluzioni di Capodanno, perché quasi ogni risoluzione di un anno comporta un cambiamento di abitudine.

Quando cerchiamo di dominare le nostre abitudini, è importante essere consapevoli delle giustificazioni o degli argomenti che a volte invochiamo che interferiscono con il mantenimento di una buona abitudine.

Entrano così facilmente e rapidamente, può essere difficile individuarli. Siate alla ricerca di queste cinque linee di pensiero popolari – che vi entrano e sabotate i nostri sforzi per mantenere le nostre risoluzioni:

1. Pensando, "Bene, ora che sono scivolato e rotto la mia buona abitudine, potrei anche andare fino in fondo."

Ricordo a me stesso: "Un inciampo può impedire una caduta". A causa del colorato fenomeno "what the hell" , un inciampo minore spesso diventa una caduta importante; una volta che un buon comportamento è rotto, ci comportiamo come se non importa se è rotto da un po 'o molto. "Non ho fatto nessun lavoro stamattina, quindi che diavolo, mi prenderò il resto della settimana e inizierò lunedì." "Ho perso la mia lezione di yoga durante le vacanze di primavera, quindi che diavolo, lo farò ricominciare in autunno. "È importante cercare di fallire in piccolo, non in grande.

2. Pensando: "Se mi abbatto davvero quando rompo una buona abitudine, farò un lavoro migliore di attenermi ad essa".

Sebbene alcune persone ritengano che forti sentimenti di colpa o vergogna fungano da salvaguardia per aiutare le persone ad attenersi alle buone abitudini, è vero il contrario . Le persone che sentono meno sensi di colpa e mostrano compassione verso se stessi di fronte al fallimento riescono meglio a riconquistare l'autocontrollo, mentre le persone che si sentono profondamente colpevoli e piene di auto-colpa lottano di più. Spesso, quando ci sentiamo male a rompere una buona abitudine, cerchiamo di farci sentire meglio – indulgendo alla cattiva abitudine! Una donna mi ha detto: "Mi sono sentito così male a rompere la mia dieta che ho mangiato tre ordini di patatine fritte". O un giocatore d'azzardo è così ansioso per i soldi che va a giocare d'azzardo per rallegrarsi. Questa è la crudele giustizia poetica delle cattive abitudini.

3. Pensando, "Certo, non mi sto attenendo all'abitudine che ha lo scopo di rendermi produttivo, ma guarda quanto sono impegnato".

Il lavoro è una delle forme più pericolose di procrastinazione.

Se stai cercando di realizzare qualcosa di importante, metti da parte un po 'di tempo specifico per farlo, e non sprecare quel tempo rispondendo alle e-mail, cancellando i documenti, o il mio preferito, facendo "ricerche".

4. Pensando, "Certo che di solito mi atteno alle mie buone abitudini, ma in questa situazione, non ci si può aspettare che continui così".

Siamo tutti adulti e possiamo consapevolmente fare eccezioni alle nostre buone abitudini, ma purtroppo tutto conta. Giustificazioni come "È il mio compleanno", "Sono malato", "È il fine settimana", "Lo merito", "Sono stato così bravo", "Vivi solo una volta", sono scappatoie, pensate per scusarci dalla responsabilità. Ma niente è fuori dalla griglia. Niente rimane a Las Vegas.

Adoro tutte le strategie di Better Than Before , sono tutte potenti e affascinanti, ma mi è particolarmente piaciuto scrivere il capitolo sull'esilarante strategia di Loophole-Spotting. Siamo così ingegnosi di pensare a scappatoie per noi stessi! Esistono dieci categorie di scappatoie. Uno per ogni occasione possibile.

5. Pensando: "Adoro la mia buona abitudine così tanto, e ne traggo così tanta soddisfazione, che ora per me va bene rompere questa abitudine."

Un punto pericoloso nella formazione dell'abitudine è la convinzione che un'abitudine è diventata così radicata che possiamo tranquillamente violarla: "Adoro le mie sessioni mattutine di scrittura così tanto, non le abbandonerei mai", "Ho smesso di mangiare cereali per due anni fa, quindi ora va bene per me mangiarlo. "

Sfortunatamente, anche le abitudini di vecchia data possono essere più fragili di quanto non appaiano, quindi vale la pena non essere compiacenti.

Cosa mi sono perso? Cosa ti rende difficile mantenere la risoluzione di un anno prima?

Anche …

Vuoi fare volontariato come Super-Fan? Di tanto in tanto, offrirò un piccolo bonus, o chiederò il tuo aiuto (niente oneroso, non ti preoccupare). Apprezzo molto il supporto e l'entusiasmo dei Super-Fan! Iscriviti qui.

Tag: le abitudini elencano i suggerimenti sulla risoluzione di Capodanno

Altri post che potrebbero interessarti. . .

Podcast 46: Non organizzarti, trattare oggetti sentimentali, gestire ricompense e complimenti, e abbiamo raggiunto cinque milioni!

Vuoi saperne di più su di te e istruiscimi? Considera queste domande.

Non innamorarti del mito delle abitudini comuni che impedisce alle persone di ottenere un cambiamento positivo.

7 suggerimenti per aiutare qualcun altro a cambiare un'abitudine.

Solutions Collecting From Web of "Odiate le risoluzioni di Capodanno?"