Objectification sessuale è automatico?

Ho scritto nel mio ultimo post su come la donna media (in uno studio sulle donne universitarie in Australia) nota che gli indesiderati occhi sessuali si guardano verso di loro una volta ogni due giorni, e circa 1,5 volte al giorno verso altre donne. Ho anche scritto su come, per esempio, quando uomini e donne vedono le donne sessualizzate, tendono a valutarle in modo più negativo (ad esempio, meno gentile) rispetto a quando vedono immagini di donne non sessualizzate. Anche le donne tendono a parlare meno e peggiorano dopo essere state sessualmente oggettificate.

Mentre la ricerca mostra che l'oggettivizzazione sessuale è abbastanza comune nei confronti delle donne e che ha conseguenze negative, poco si sa sulle conseguenze cognitive "positive" dell'oggettivazione sessuale.

Gli psicologi James Tyler (New York University), Rachel Calogero (Università del Kent) e Katherine Adams (Purdue University) hanno testato il ruolo di oggettivare le donne sessualizzate nelle successive prestazioni di un compito che si basavano sull'autocontrollo e sulla concentrazione.

C'è una linea di ricerca in psicologia sociale che trova che quando le persone sopprimono attivamente le emozioni, o si impegnano in qualche altra forma di autocontrollo indesiderato, che successivamente si comportano peggio in una varietà di compiti. Si parla di deplezione dell'ego, che è l'idea che l'autocontrollo sia una risorsa limitata, che come un muscolo si indebolirà momentaneamente dopo l'uso.

Sulla stessa linea, Tyler e colleghi hanno ipotizzato che l'opzione automatica e limitata delle risorse quando una donna è sessualizzata si concentri sul suo aspetto (cioè la oggettivizza). Concentrarsi sulla sua personalità in questo caso è l'opzione di svuotamento dell'Io in quanto richiede autocontrollo e moderazione, ed è generalmente solo uno sforzo più cognitivo.

In questa ricerca, hanno visto i partecipanti vedere un'immagine sessualizzata di una donna. Poi hanno dovuto concentrarsi sul suo aspetto o meno prima di eseguire un compito Stroop. (un compito in cui le parole per i colori sono presentate in un colore diverso, come la parola verde in inchiostro arancione, e devi dire il colore della parola, non l'inchiostro).

I partecipanti hanno ottenuto risultati migliori nell'Attività Stroop durante la visione di una donna sessualizzata, se fosse stato loro permesso di concentrarsi sul suo aspetto. In altre parole, non oggettivare le donne sessualizzate ha ridotto le risorse cognitive. Ciò era anche relativo a una condizione in cui la donna non era sessualizzata che i partecipanti osservavano.

In uno studio di follow-up, i partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a scrivere una storia senza restrizioni sull'uso delle lettere, o con la clausola che non possono usare la lettera "a" o "n". Questo compito più difficile era una manipolazione dell'ego esaurimento. Come ipotizzato, i partecipanti alla condizione di esaurimento dell'Io in seguito avevano maggiori probabilità di oggettivare le donne sessualizzate (hanno ottenuto punteggi più alti su una oggettivizzazione sessualizzata di altre dimensioni).

L'oggettivazione sessuale ha molte conseguenze negative, specialmente per le donne che sono oggettivate da altri. Ma per la persona che fa l'oggettivazione, questo lavoro suggerisce che potrebbero effettivamente conservare le risorse cognitive quando si concentrano sull'aspetto di una donna sessualizzata.

Solutions Collecting From Web of "Objectification sessuale è automatico?"