Obesity è un problema di salute mentale?

L'obesità può essere la più grande epidemia di salute per spazzare la nazione. Più dei due terzi (69%) degli americani sono classificati come sovrappeso o obesi, dove l'obesità è definita come un IMC superiore a 30 e sovrappeso è definito come un IMC superiore a 25. Le persone con BMI superiori a 40 sono classificate come estremamente obesi, mettendoli a maggior rischio di una serie di problemi di salute.

Al Centro di Rochester per la medicina comportamentale, lavoriamo spesso con pazienti che lottano con l'obesità e altri problemi di salute mentale. In effetti, questo è un fenomeno comune nelle cliniche di salute mentale in tutto il paese. L'obesità in sé non è una malattia mentale, ma è strettamente correlata a una serie di problemi di salute mentale. Inoltre, lo stress di essere obesi in una società ossessionata dalla magrezza può minare il benessere anche delle menti più psicologicamente valide.

Una parola di cautela: l'obesità non è una malattia mentale

In un mondo ossessionato dalla magrezza, le persone con corpi più grandi sono spesso ostracizzate e trattate meno degli altri. Questo fenomeno, a volte chiamato fatfobia, dimensionismo o discriminazione delle dimensioni, è una forma di oppressione che mina la qualità della vita di milioni di persone più grandi in tutto il paese. Alcuni addirittura ricorrono a droghe, suicidio o autolesionismo.

Non è giusto supporre che, semplicemente perché qualcuno è in sovrappeso, lui o lei ha una condizione di salute mentale. In effetti, molte persone in sovrappeso sono molto psicologicamente solide, estremamente fisicamente sane e in sovrappeso a causa della sfortuna, di una vita malsana o di una condizione medica. Non dare per scontato che tu conosca lo stato di salute di un'altra persona semplicemente guardando lui o lei, e mai dire a una persona in sovrappeso di perdere peso; le persone pesanti già sanno che la società li giudica troppo pesanti, perché i messaggi sul valore della magrezza sono praticamente impossibili da evitare.

Binge Eating e Compulsions

Il disturbo da alimentazione incontrollata è un disturbo alimentare che costringe le persone a consumare grandi quantità di cibo in brevi periodi di tempo. Un binge eater potrebbe consumare 1.000 o più calorie in pochi minuti. A differenza di altri disturbi del comportamento alimentare, le persone che mangiano con abbuffate non eliminano dopo, ma spesso si sentono in colpa, vergogna o depressione.

Anoressia, bulimia e altri disturbi alimentari

Alcune persone con una storia di obesità vanno e vengono dall'obesità e dai disturbi alimentari restrittivi del cibo. Anche se le persone con disturbi alimentari sono spesso magre, non è sempre il caso, specialmente con malattie come la bulimia. La pressione per conformarsi a uno standard irrealistico di bellezza può far confondere alcune persone con l'obesità in anoressia o bulimia, o indurle a limitare in modo così grave le loro calorie da perdere le sostanze nutritive vitali. Questo è solo uno dei tanti motivi per cui è importante non insultare l'aspetto o il valore delle persone che lottano con il loro peso, o incolpare tutti i problemi di salute in merito a problemi di peso. Sotto pressione sufficiente, un disturbo alimentare è il risultato naturale del desiderio di perdere peso il più rapidamente possibile.

Depressione, ansia e trauma

Non è facile parlare di emozioni dolorose, quindi non c'è da meravigliarsi se molte persone si rivolgono al cibo per affogare i loro sentimenti. Depressione, ansia e disturbo da stress post-traumatico sono comuni tra le persone con obesità. Spesso i medici devono trattare questi sintomi prima che possa iniziare la vera perdita di peso.

In uno studio recente, i medici hanno scoperto che lo stress traumatico, ad esempio da abusi su minori o stupri, aumenta notevolmente la probabilità di una persona di diventare sovrappeso o obeso. Il rischio è particolarmente pronunciato tra le donne. Le persone traumatizzate possono rivolgersi al cibo per evitare il loro dolore, possono farsi del male con il cibo come manifestazione di disgusto di sé, o possono sentirsi così senza speranza che la nozione di intraprendere un piano di perdita di peso si sente impossibilmente travolgente.

Gli effetti del vivere in una società ossessionata dai sottili

Il semplice sovrappeso espone le persone a una serie di rischi per la salute mentale, a causa della straordinaria pressione che le persone più in sovrappeso devono affrontare per essere magre. Infatti, anche i medici a volte etichettano una persona in sovrappeso come malsana basata unicamente sul suo aspetto fisico. Alcuni dei problemi che le persone in sovrappeso devono affrontare comprendono:

-Intrusive ma ben intenzionate domande e commenti dei propri cari.
-Fornitori medici che non prendono sul serio le loro preoccupazioni.
– Un commento orribile da parte di bambini e altre persone che non conoscono meglio.
-Specializzazione dell'occupazione

Nel corso del tempo, questi fattori possono richiedere un pedaggio, esaurire la qualità della vita e potenzialmente portare a depressione, ansia e una miriade di altri mali. L'obesità può essere un problema di salute, ma il peso di un'altra persona non è necessariamente un argomento appropriato di conversazione; comportarsi diversamente può innescare una serie di sfide psicologiche che complicano la perdita di peso.

Riferimenti:

PTSD aumenta il rischio di obesità nelle donne. (Nd). Estratto da http://www.hsph.harvard.edu/news/press-releases/ptsd-raises-risk-for-obe…

Watman, MJ (nd). Pregiudizio in termini di peso e discriminazione: una sfida per gli operatori sanitari. Estratto da http://www.obesityaction.org/educational-resources/resource-articles-2/w…

Solutions Collecting From Web of "Obesity è un problema di salute mentale?"