Nutrire i doni di OGNI bambino

Post di Michele Gregoire Gill, professore associato di Educazione elementare, Università della Florida centrale. Michele è fondatore e presidente del consiglio di amministrazione della scuola Galileo per Gifted Learning, tesoriere della divisione 15 dell'APA e co-editore del manuale internazionale di ricerca sui credo degli insegnanti.

Michele Gill, used with permission.
Fonte: Michele Gill, usato con permesso.

A 21 anni, pensavo di aver risolto il problema dell'educazione; infatti, ho dedicato la mia tesi di laurea alla "trasformazione dell'attuale sistema educativo" negli Stati Uniti. Nonostante l'hubris del mio giovane io, credo ancora che un tale cambiamento sia necessario e persino realizzabile.

Come ho imparato dal mio lavoro in diversi college di istruzione negli ultimi 15 anni, insegnare insegnanti non è abbastanza. Molti nuovi insegnanti abbandonano ciò che apprendono nei programmi di formazione degli insegnanti quando entrano in una scuola la cui cultura e politiche si oppongono a ciò che hanno appreso come laureandi. Inoltre, sotto stress (e quale nuovo insegnamento insegnante in questi giorni di alta responsabilità non è sottolineato?), I nuovi insegnanti tornano spesso al modo in cui sono stati insegnati a scuola, piuttosto che i metodi più creativi e innovativi che possono aver imparato nella loro corso di laurea. Dalla mia ricerca sul cambiamento concettuale, sono venuto a vedere quanto sia difficile cambiare le persone quando la cultura organizzativa attivamente (o anche implicitamente) si oppone a tali cambiamenti. Per fare davvero la differenza nell'educazione, ho capito che avrei dovuto cambiare la cultura di un'intera scuola. Inizialmente ho resistito a questa chiamata – come una mamma di due giovani ragazzi energici con un carico di insegnamento pesante, chi ero io per affrontare un simile compito? Eppure, dopo il mio post su Facebook di tipo "I have a dream" su Facebook ho ricevuto un supporto così positivo, sapevo di non essere il solo a desiderare un diverso tipo di esperienza educativa per i giovani, in particolare quei bambini eccentrici e brillanti che stavano diventando insoddisfatto dall'educazione, anche giovane come seconda elementare.

Un anno dopo, nell'ottobre 2010, la nostra richiesta di charter per la Scuola Galileo per Gifted Learning è stata approvata dal distretto scolastico locale e le nostre porte sono state aperte nell'agosto 2011. Galileo School è una scuola statale, situata in un quartiere ad alta povertà, libero a tutti gli studenti e aperto a tutti coloro che vengono scelti tramite una lotteria casuale. Per l'anno scolastico 2015-16, 396 studenti sono stati iscritti alla scuola. Di questi studenti, il 37% era non-bianco, il 23% è stato identificato dotato e il 13% è stato identificato come con esigenze speciali.

Partnership produttive

Dato il tema presidenziale del Dr. Perry di Bridging Theory and Practice through Productive Partnerships, voglio soffermarmi su come le partnership abbiano alimentato il successo della Galileo School. In primo luogo, come facoltà nel College of Education e Human Performance della University of Central Florida (UCF), ho chiesto il permesso al mio dipartimento di esercitare questo sforzo. Il mio college mi ha sostenuto molto del mio lavoro per fondare questa scuola. Ho anche reclutato un altro membro della facoltà, la dottoressa Debbie Hahs-Vaughn, per unirmi al nostro consiglio di fondazione. Il suo background nella ricerca e nella valutazione è stato di grande aiuto nella stesura della nostra richiesta di charter. Il mio background in teoria educativa, filosofia e storia ha fornito il modello concettuale per la scuola. Abbiamo quindi cercato un altro membro della facoltà, la dott.ssa Gillian Erikson (un esperto internazionale di educazione di talento), per aiutare a infondere un modello di apprendimento dotato nel curriculum e nel piano giornaliero.

Questa visione sarebbe rimasta un sogno, se non fosse stato per i contatti che abbiamo stretto con i leader locali, tra cui un membro del consiglio scolastico della contea e un consigliere comunale locale; entrambi hanno fornito un feedback inestimabile sul processo di richiesta della carta e hanno contribuito a facilitare gli incontri con le parti interessate, tra cui il consiglio scolastico locale e il suo team amministrativo. Ciò che ha concluso il processo è stato che siamo stati in grado di stabilire che la scuola di Galileo stava occupando una nicchia nel distretto scolastico che le attuali scuole non erano in grado di affrontare in quel momento. Pertanto, la scuola è stata vista come un beneficio per il distretto e ne è risultata una solida partnership con il distretto scolastico locale. Abbiamo anche lavorato con la facoltà di leadership educativa dell'UCF per collegarci a un preside locale, che ci ha aiutato a trovare candidati per insegnanti e, infine, un preside per Galileo. I genitori hanno trovato la scuola attraverso il passaparola e la nostra pagina Facebook, e hanno portato le loro relazioni con la comunità con loro, il che ha aiutato enormemente la scuola ad avere successo, specialmente nei nostri primi anni prima che la scuola si affermasse.

Missione scolastica e quadro concettuale

La missione generale della Scuola Galileo è di coltivare i doni unici di ogni bambino. Poiché la ricerca è chiara sul fatto che gli studenti imparano meglio quando sono impegnati nell'apprendimento, ho iniziato concentrandomi sul cuore dell'apprendimento, fondando i principi della scuola centrale nella teoria dell'autodeterminazione. Nello specifico, volevo assicurarmi che il focus di tutto il processo decisionale fosse radicato nella promozione della competenza, della relazione e dell'autonomia non solo per i nostri studenti, ma anche per i docenti e il personale. Gli insegnanti che si sentono disconnessi da altri insegnanti e personale, che non hanno l'opportunità di sviluppare e rafforzare la propria esperienza e che si sentono burattini di un sistema più ampio su cui non hanno alcun controllo hanno maggiori probabilità di sperimentare il burnout e abbandonare la professione . Per gli studenti, la teoria dell'autodeterminazione promuove un ambiente di apprendimento più ottimale e coinvolgente, in cui i punteggi dei test non rappresentano il fine ultimo dell'istruzione; piuttosto, la crescita come individuo e membro della comunità è valutata.

Anche la teoria di Vygotskij formava gran parte del quadro concettuale della scuola, in particolare la sua idea che l'apprendimento dovrebbe far progredire lo sviluppo del bambino piuttosto che seguirlo. Ciò ha influenzato il principio di Goldilocks discusso di seguito, nonché l'impegno della scuola a giocare nell'apprendimento. Valutazioni formali informali ma frequenti sono utilizzate per aiutare a diagnosticare ciò che gli studenti possono fare indipendentemente e cosa possono fare con l'assistenza, aiutando a identificare la loro zona di sviluppo prossimale. Il piano curriculare della Scuola di Galileo riconosce l'importanza della ricreazione e del movimento nell'apprendimento e gli studenti hanno almeno due periodi di recesso al giorno, oltre alla libertà di muoversi in classe e nello spazio della scuola.

Raggruppamento innovativo

Altre teorie chiave di motivazione hanno guidato la fondazione della scuola, compresa la ricerca sull'interesse e l'impegno, che ha portato a disposizioni di raggruppamento flessibili per diverse situazioni di apprendimento. Per le materie accademiche di base (lettura e matematica), gli studenti sono inseriti in gruppi altamente fluidi basati su test diagnostici e contributi di insegnanti e genitori. Questi gruppi si verificano attraverso e all'interno dei livelli senza alcun ostracismo poiché gli studenti si spostano o cambiano spesso gruppi. Puoi vedere bambini dell'asilo in una classe di matematica di secondo grado, o una classe di quinta elementare con sei diversi gruppi matematici. Una volta che gli studenti acquisiscono padronanza delle competenze pertinenti, vengono trasferiti in un gruppo diverso. Lavoriamo per stabilire le norme durante il primo mese di ogni anno scolastico per aiutare gli studenti a capire che ogni studente ha esigenze uniche che saranno soddisfatte in vari modi. Ciò che funziona per uno studente potrebbe non funzionare per un altro.

Esistono altri due tipi di accordi di raggruppamento in questa scuola: gruppi basati sull'età e gruppi basati sugli interessi . Gli studenti sono assegnati a homerooms in base alla loro età in modo che l'istruzione interdisciplinare e le gite sul campo si svolgono con i propri pari. Tuttavia, nel pomeriggio, ogni due settimane, gli studenti ruotano attraverso una serie di mini-classi auto-selezionate che chiamiamo laboratori di "Produttività creativa" in cui perseguono un argomento in profondità in base ai loro interessi, come la robotica, la rock band o progettazione di montagne russe. In questi gruppi basati sugli interessi, si uniscono agli studenti di tutta la scuola, lavorando con colleghi di età e livelli di abilità diversi. Tali accordi di raggruppamento flessibile creano un forte spirito di comunità nella scuola, con bambini di diversi gradi che si stringono l'un l'altro e gli insegnanti hanno il vantaggio di conoscere (e di venire a prendersi cura di) più della semplice classe di studenti.

Principi guida

Queste teorie psicologiche formano i cinque principi guida della scuola, principi che utilizziamo per guidare tutti i processi decisionali alla scuola Galileo:

Michele Gill, used with permission.
Fonte: Michele Gill, usato con permesso.
  1. Nutrimento (noto anche come Principio dell'Amore) : ci concentriamo sul singolo bambino, nutrendo i suoi bisogni sociali ed emotive.
  2. Sfida (ovvero il principio di Goldilocks): Incontriamo gli studenti nella loro ZONA con un lavoro non troppo facile, né troppo frustrante per loro.
  3. Motivazione (ovvero il principio di potere): diamo agli studenti voci e scelte nel loro apprendimento. Gli studenti possono partecipare alle decisioni in classe ea livello scolastico su questioni che li riguardano.
  4. Interessi appassionati (aka No Child Left Bored Principle): Forniamo frequenti opportunità per un apprendimento autentico e interdisciplinare basato sugli interessi degli studenti.
  5. Servizio (noto anche come Principio di Empatia): Incoraggiamo gli studenti a usare i loro doni e talenti per risolvere i problemi per rendere il mondo un posto migliore.

Miglioramento e partnership continui, continua

Usiamo sondaggi annuali tra dipendenti, genitori e studenti per valutare se stiamo raggiungendo i nostri obiettivi e la scuola riceve costantemente valutazioni elevate in questi sondaggi da tutti i membri della comunità. Il nostro lavoro sta dando i suoi frutti. La Galileo School è stata selezionata come unica destinataria del Golden Psi Award 2015 dell'American Psychological Association, che ha riconosciuto la scuola per la sua corretta applicazione di pratiche basate sull'evidenza. Per garantire la fedeltà di Galileo School alla sua missione, visione e quadro concettuale, rimango come custode della visione e presidente del nostro consiglio non profit che supervisiona la gestione della scuola pur mantenendo la mia posizione presso UCF come professore associato di educazione elementare. Le sessioni annuali di pianificazione strategica che coinvolgono docenti, personale, membri del consiglio di amministrazione e genitori ci aiutano a rimanere sul campo, avvisandoci delle preoccupazioni imminenti o dei luoghi in cui sono necessari adeguamenti per rimanere fedeli alla nostra missione.

Cerchiamo anche di abbracciare nuove ricerche. Galileo School è stata una delle poche scuole scelte dal College of Education e Human Performance dell'UCF per far parte del consorzio delle scuole partner. Abbiamo compiuto sforzi deliberati per offrire ai nostri insegnanti l'opportunità di diventare supervisori clinici per i tirocinanti di UCF, persino di ospitare un corso nel nostro campus. La regolare disponibilità di stagisti aiuta a mantenere i nostri insegnanti in linea con i metodi attuali in ciascuna area tematica. Infine, abbiamo il nostro comitato di revisione istituzionale presso la scuola Galileo che deve esaminare tutti i progetti di ricerca proposti presso la scuola, con una politica di consentire la ricerca solo se fornisce qualche beneficio ai nostri studenti.

In breve, l'educazione basata sulla ricerca, fondata sulla ricerca e la teoria della psicologia dell'educazione, con i supporti in atto per garantire la fedeltà al quadro concettuale della scuola, funziona! La Scuola Galileo è una delle migliori scuole della Florida centrale e ha ricevuto riconoscimenti nazionali. Non possiamo aggiustare la scuola in questo paese con approcci frammentari o riforme di aiuti di gruppo. Non sto scrivendo per difendere altre scuole charter, ce ne sono molte che non riescono a soddisfare i bisogni dei bambini, proprio come ci sono scuole pubbliche che falliscono i figli della nostra nazione. Invece, sto scrivendo per difendere un nuovo paradigma per l'istruzione in questo paese. Abbiamo una responsabilità etica e morale per garantire che OGNI bambino abbia le opportunità sufficienti per scoprire e rafforzare i propri talenti e risolvere i deficit. Un simile approccio è alla nostra portata, se solo riesaminiamo i paradigmi concettuali alla base dei nostri attuali modelli scolastici e scegliamo approcci incentrati sullo studente che funzionano, in collaborazione con i distretti scolastici locali e gli stakeholder locali che si impegnano a fornire un'istruzione di alta qualità per bambini.

Questo post fa parte di una serie speciale curata dalla presidente della divisione 15 APA Nancy Perry. La serie, incentrata sul suo tema presidenziale di "Bridging Theory and Practice Through Productive Partnerships", nasce dalla sua convinzione che la ricerca sulla psicologia dell'educazione non sia mai stata più rilevante per gli obiettivi dei professionisti. Perry spera che la serie di blog susciterà riflessioni critiche e creative su ciò che deve accadere affinché i gruppi di ricercatori e professionisti possano lavorare insieme in modo collaborativo e produttivo. Chi è interessato può imparare di più e trovare collegamenti a tutta la serie: qui.

Riferimenti

American Psychological Association, Coalition for Psychology in Schools and Education. (2015). Principali 20 principi della psicologia per l'insegnamento e l'apprendimento pre-12. Estratto da http://www.apa.org/ed/schools/cpse/top-twenty-principles.pdf

Fernet, C., Guay, F., Senécal, C., e Austin, S. (2012). Prevedere i cambiamenti intraindividuali nel burnout degli insegnanti: il ruolo dell'ambiente scolastico percepito e i fattori motivazionali. Insegnamento e formazione per insegnanti , 28 (4), 514-525. doi: http: //dx.doi.org/10.1016/j.tate.2011.11.013

Gill, MG, & Boote, DN (2012). Cultura di classe, cultura matematica e fallimenti della riforma: la necessità di una visione sociale della cultura. Teachers College Record , 114 (12), 1-45. Estratto da http://www.tcrecord.org/content.asp?contentid=16718

Gregoire, M. (2003). È una sfida o una minaccia? Un modello a doppio processo di processi cognitivi e di valutazione degli insegnanti durante il cambiamento concettuale. Rassegna di psicologia educativa , 15, 147-179.

Solutions Collecting From Web of "Nutrire i doni di OGNI bambino"