Nuovi limiti alle ore dei medici residenti: arrivano abbastanza lontano?

Quando pensi ai rigori della formazione medica, qual è la prima cosa che ti viene in mente? Immagino che tu abbia evocato l'immagine di un giovane residente in un dormitorio che vagabonda in un corridoio dell'ospedale notturno, combattendo per la stanchezza per poter vedere il suo prossimo paziente. La nozione di questo rito insonne di passaggio per i medici in formazione è profondamente radicata nella nostra cultura della scuola medica, ed è stata rafforzata da decenni di drammi medici televisivi.

La verità è che la privazione del sonno inibisce effettivamente l'apprendimento dei residenti e li rende più propensi a commettere errori che possono danneggiare i loro pazienti. Ecco perché questa notizia è così importante e così benvenuta: questo mese sono entrati in vigore i cambiamenti che limitano la quantità di tempo che i residenti del primo anno possono trascorrere lavorando senza interruzioni. Questi cambiamenti sono una parziale attuazione delle raccomandazioni formulate dall'Istituto di Medicina (IOM), che ha condotto uno studio completo nel 2008 sugli effetti delle ore dei medici residenti sugli errori medici.

In precedenza, i residenti erano in grado di lavorare fino a 30 ore di turni senza tempo libero e fino a un totale di 80 ore settimanali. I residenti possono ancora lavorare fino a 80 ore in una settimana, ma i residenti del primo anno possono lavorare fino a un turno di 16 ore prima di decollare almeno 8 ore. I residenti del secondo e del terzo anno sono in grado di lavorare senza turni fino a 28 ore di lavoro, ma non possono assumere nuovi pazienti dopo il voto di 24 ore. Mentre questo suona pazzo, è in realtà un miglioramento!

Privare i nostri dottori del sonno come parte del loro allenamento è malsano per i medici stessi, e può essere addirittura pericoloso per i loro pazienti. Gli errori medici sono un problema enorme e costoso nel nostro sistema sanitario. Le stime variano molto, ma è chiaro che decine di migliaia di pazienti subiscono ogni anno le conseguenze degli errori medici. Vi sono forti prove del fatto che i residenti che lavorano turni prolungati hanno molte più probabilità di commettere errori medici:

  • Uno studio ha dimostrato che gli stagisti hanno commesso il 35,9% in più di gravi errori medici mentre seguivano uno schema di lavoro tradizionale a turni prolungati rispetto a quando lavoravano a un programma più breve con pause più lunghe tra i turni.
  • Mentre lavoravano a turni prolungati, i residenti del primo anno in un altro studio hanno dimostrato un significativo aumento della fatica durante le lezioni, i turni e il lavoro clinico, oltre al 300 percento in più di errori prevenibili che hanno provocato decessi.
  • È stato dimostrato che i turni di lavoro estesi rappresentano un rischio per la sicurezza degli stessi residenti. Uno studio ha rivelato che i turni di lavoro prolungati hanno aumentato in modo significativo la probabilità di incorrere in un incidente stradale mentre tornavano a casa dal lavoro.

Non devi essere uno studente di medicina privato del sonno per sapere cosa succede al tuo corpo e al tuo cervello quando non dormi abbastanza. La privazione del sonno ha conseguenze mentali e fisiche che possono avere un impatto significativo sulla nostra capacità di funzionare:

  • La privazione del sonno causa la chiusura effettiva del cervello in alcune regioni: questo causa lentezza, rallenta il tempo di reazione e il giudizio delle nuvole.
  • Privati ​​del sonno, siamo anche ostacolati nella nostra capacità di apprendere e convertire il nostro nuovo apprendimento in ricordi lunghi.

Mentre le ore si accumulano senza dormire, i residenti sono sempre meno in grado di conservare le informazioni che devono imparare e meno in grado di fare scelte intelligenti e sicure per i loro pazienti.

Da nessuna parte l'immagine del dottore in formazione che sacrifica il sonno è più radicata che all'interno della comunità medica, e questi cambiamenti hanno portato con sé dibattiti e resistenze da parte di alcuni professionisti del settore medico che sostengono che le restrizioni al turno non consentono ai nuovi residenti di costruire il la resistenza di cui avranno bisogno nelle loro carriere e porterà anche onerosi costi finanziari agli ospedali. Altri accettano queste modifiche, ma suggeriscono che non vanno abbastanza lontano. (Il grande pubblico è in gran parte a favore di limitare le ore di lavoro dei residenti nei loro ospedali).

Conta me tra quelli che credono che ci sia ancora del lavoro da fare qui. Limitare i residenti del primo anno a turni di 16 ore è un inizio, ma per quanto riguarda l'estensione di tali restrizioni a tutti i residenti? Questa è solo una delle raccomandazioni fatte dall'Istituto di Medicina. L'IOM ha anche raccomandato:

  • Limitazioni crescenti su quanto spesso i residenti possono essere a chiamata senza tempo libero
  • Prolungamento del tempo tra un turno e un altro di 10 ore, con pause minime più lunghe dopo turni notturni o turni prolungati
  • Limitare la frequenza dei turni notturni e assicurare un lungo periodo di riposo dopo diversi turni notturni consecutivi

Chiaramente c'è ancora molto da fare. Ma i cambiamenti di questo mese sono un passo importante nella giusta direzione, per far sì che i medici ospedalieri abbiano il sonno di cui hanno bisogno per prenderci cura di noi al meglio delle loro capacità.

Sogni d'oro,

Michael J. Breus, PhD
The Sleep Doctor ™
www.thesleepdoctor.com

Il piano di dieta del dottore del sonno: perdere peso attraverso un sonno migliore

Tutto quello che fai, lo fai meglio con una buona notte di sonno ™
twitter: @thesleepdoctor
Facebook: www.facebook.com/thesleepdoctor

Solutions Collecting From Web of "Nuovi limiti alle ore dei medici residenti: arrivano abbastanza lontano?"