Nuove idee sul clima e sullo sforzo di lavoro

Gli storici e gli economisti indicano il clima favorevole come un vantaggio per gli europei, in modo che questi paesi si sviluppino presto, diventino più ricchi e dominino il globo attraverso l'innovazione, l'aggressione militare e il commercio. Mi chiedevo se le spiacevoli influenze del clima fossero motivate.

Un modo per analizzare questa domanda è di guardare indietro nel tempo e chiedere perché la gente comune abbia iniziato ad accumulare un livello di ricchezza mai visto prima. In altre parole, perché è avvenuta la rivoluzione industriale?

La rivoluzione industriale

La produttività dei lavoratori, o il valore realizzato da ogni ora di lavoro retribuito, iniziò a salire più in alto in Inghilterra dopo il 1870 e non si fermò mai. La produttività è aumentata da $ 2,55 nel 1870 a $ 27,45 nel 1998 (in dollari costanti, 1), rendendo gli inglesi più ricchi di dieci volte in termini reali di quanto non fossero all'inizio di questa crescita. Tendenze simili sono osservate in tutti i paesi sviluppati.

Con l'aumento della produttività dei lavoratori, salari più alti e maggiori spese hanno alimentato l'ulteriore crescita. Eppure quel fenomeno non si è concretizzato in alcuni paesi del mondo. Per quanto riguarda la prosperità materiale, nel 1870 questi sono meno benestanti degli inglesi (tra cui Burundi, Repubblica centrafricana, Liberia e Repubblica democratica del Congo con un PIL pro capite inferiore a $ 1.000, 2). Perché questo è il caso è molto soggetto a grattarsi la testa. Una spiegazione ampiamente diffusa riguarda il clima, l'idea che in alcuni punti sia troppo scomodo lavorare sodo.

Clima tropicale contro malattie tropicali

Il mio studio su 60 paesi rivela che le persone sono meno produttive se vivono in paesi con climi tropicali. In altre parole, generano meno reddito nazionale per ora di lavoro (inclusi lavoro autonomo e dipendenti). È interessante notare che le persone che vivono in paesi con climi temperati non erano più produttivi di altri paesi, come ci si aspetterebbe se il disagio causato da calore e umidità stessero trascinando verso il basso lo sforzo lavorativo altrove.

Anche se i paesi tropicali sono in media meno produttivi, ciò non significa che sia il clima a deprimerli. Potrebbe essere che i residenti siano meno produttivi perché sono più malati. Il clima tropicale espone le persone a molte brutte malattie parassitarie, come malaria, malattia del sonno, influenza epatica e cecità fluviale. Tali malattie causano febbri, dolore, disagio, insonnia, malessere e prurito cronico. I malati hanno meno probabilità di essere lavoratori produttivi.

Data la prevalenza di tali malattie nei paesi tropicali, vi è un reale aumento del peso della malattia e l'aspettativa di vita diminuisce. Le Nazioni Unite (3) calcolano una misura del carico di malattia in un paese calcolando il numero di anni di vita in buona salute che vengono sottratti da una combinazione di malattia cronica e morte prematura. Questo è chiamato, anni di vita regolati dalla malattia, o DALY in breve.

Mi chiedevo se la bassa produttività nei paesi tropicali potesse essere dovuta al maggior carico di malattie in quei paesi. Usando l'analisi di regressione, ho scoperto che una volta controllato il carico di malattia, i paesi tropicali non sono significativamente meno produttivi degli altri paesi del mondo. Ciò significa che i residenti dei paesi tropicali sono meno in grado di lavorare in modo produttivo perché sono più malati.

Un'interpretazione ottimistica di questo risultato è che se le malattie tropicali possono essere meglio controllate, molti paesi godranno di una crescita economica molto più rapida. Questa è una delle ragioni per cui organizzazioni come la Gates Foundation sono così ansiose di eliminare malattie come la malaria in Africa e in tutto il mondo.

Quindi il clima non deve essere un freno alla crescita economica. In effetti, alcune delle economie più produttive si trovano in luoghi come Hong Kong e Singapore che hanno climi tropicali. Naturalmente, dispongono anche di eccellenti sistemi sanitari che riducono al minimo il peso delle malattie tropicali e consentono ai residenti di condurre una vita che non è solo lunga e sana, ma anche altamente produttiva.

fonti

1 Maddison, A. (2001). L'economia mondiale: una prospettiva millenaria. Parigi: OCSE.

2 CIA (2015). Il mondo dei fatti. Autore: Washington, DC.

3 Nazioni Unite (2004). Rapporti sullo sviluppo umano. Accesso a: http://www.hdr.undp.org

Solutions Collecting From Web of "Nuove idee sul clima e sullo sforzo di lavoro"