Nove linee guida per l’invecchiamento con saggezza

Ispirazione per ciò che è possibile quando invecchiamo.

L’uomo anziano era seduto sulle scale vicino alla porta d’ingresso, impiegando un’eternità per legare i lacci delle sue scarpe da ginnastica. Era piegato in piedi, le sue dita armeggiavano e incerte, un processo atroce da guardare. Questo era mio marito e avevamo un appuntamento da fare. Ormai aveva quattro anni in quello che sarebbe stato un viaggio di sei anni con l’Alzheimer. Ho osservato il suo noioso processo, cercando furiosamente di rimanere paziente.

Finì di fare l’ultimo inchino, si appoggiò allo schienale e mi guardò lentamente come se avessimo tutto il tempo del mondo. Non era affatto frustrato o affrettato, perché non aveva né il senso del tempo né il ricordo dell’appuntamento. Con una gioia quasi infantile, disse,

“È davvero bello essere vecchi.”

Quante volte hai sentito qualcuno dire queste parole? Di solito sentiamo una litania del contrario: incredulità, sgomento, scoraggiamento: ogni tipo di resistenza alle realtà dell’invecchiamento. Ma eccolo lì, pieno di contentezza e disinvoltura, annunciando quanto fosse bello essere vecchi. Che regalo!

Dopo aver accompagnato mio marito attraverso l’Alzheimer, scrivendo un libro su di esso, così come altri scritti e molti discorsi, ho elaborato una serie di approcci che possono fornire ispirazione per l’invecchiamento. Sono linee guida che possono illuminare la strada attraverso gli inevitabili cambiamenti e le sfide di invecchiare.

* Rallegrandosi delle benedizioni che ancora abbiamo. Troppo facilmente ci concentriamo sui nostri problemi; questo è un promemoria per spostare l’obiettivo su ciò che è positivo nelle nostre vite.

* Lasciamo andare la nostra lotta con la vita. Se veniamo colti da ansie, preoccupazioni, autocommiserazione, resistenza o qualsiasi altra cosa, abbiamo la scelta di abbandonare semplicemente la lotta e coltivare la pratica dell’accettazione. Questo è il modo in cui le cose sono: posso essere OK con questo? Questo è accettare la realtà così com’è, non come vorremmo che fosse. Il divario tra questi due è sempre una fonte di sofferenza.

* Accettazione di perdita e cambiamento. Poiché questi sono una parte inevitabile dell’invecchiamento, la pratica dell’accettazione è forse la risposta più potente che possiamo avere. Mi sembra di considerare l’ultimo capitolo della vita il più eroico, e l’accettazione è una forma sottile di eroismo.

* Vedere la bellezza nella vecchiaia. Sfortunatamente, viviamo in una cultura ossessionata dai giovani, ma questo è un invito a girare l’obiettivo per vedere la bellezza nelle persone anziane. Le loro linee di vita, i loro capelli d’argento, i loro corpi più morbidi sono i segni di una vita pienamente vissuta. Speriamo che ora incarnino la saggezza duramente conquistata in anni di esperienza. Inizia a vedere questo come bello, perché lo è.

 Ethan Hubbard, used with permission

Fonte: credito fotografico: Ethan Hubbard, usato con permesso

* Coltivare la leggerezza e l’umorismo. Questi sono come il lievito o lievito nel cuocere una pagnotta di pane. Trasformano una cosa (farina pesante) in un’altra (pane delizioso). Nelle nostre vite, possiamo trovare il lampo di leggerezza o umorismo in una situazione pesante che può spostare l’energia in un momento. Prova a giocare con la ricerca della leggerezza, anche se sembra controintuitivo. È veramente una forma di alchimia.

* Approfondire la consapevolezza attraverso la meditazione o la preghiera. Abbiamo bisogno di qualche forma di pratica spirituale per creare la resilienza interiore necessaria per affrontare le inevitabili sfide dell’invecchiamento. Esistono molte forme di pratica, ma in sostanza si tratta di sviluppare il potere di amare l’attenzione e la forza interiore.

* Apertura allo sconosciuto. Riflettendoci, ci stiamo costantemente spostando verso l’ignoto e, in definitiva, verso quel più grande dei misteri: la nostra stessa morte. Invece di temere l’ignoto, possiamo aprirlo con un senso di curiosità e avventura? Ciò richiede la resilienza e la fede interiori – quelle qualità coltivate nella linea guida precedente.

Olivia Hoblitzelle

Fonte: Olivia Hoblitzelle

* Fare amicizia con la morte. Siamo una cultura che evita la morte, ma la morte fa parte della vita quanto la nascita. Non possiamo concepire la nostra stessa morte, ma possiamo riconoscere la sua realtà prendendosi cura degli affari incompiuti nelle nostre vite, approfondendo la nostra vita interiore e dicendo ai nostri più vicini che li amiamo. Possiamo anche leggere una letteratura avvincente sul campo, un altro modo di aprirci fino alla morte.

* Coltivando la vita dello spirito. Le tre linee guida precedenti fanno tutti parte di quest’ultima linea guida. Tuttavia uno si riferisce a questo, gli ultimi anni invitano a guardare più profondamente il significato e lo scopo nelle nostre vite. Fa parte dell’impulso naturale di trovare il completamento. Soprattutto, questo è il momento di aprirsi alla meraviglia e al mistero della vita.

Ti offro queste nove linee guida come ispirazione per ciò che è possibile.

Con benedizioni e amore,

Olivia

Solutions Collecting From Web of "Nove linee guida per l’invecchiamento con saggezza"