NON stai diventando irrazionale!

La razionalità è difficile da definire. Cos'è e chi ce l'ha? A volte lo definiamo come l'applicazione delle leggi esigenti della logica; a volte come fare scelte che hanno successo, e talvolta come entrambe, come se applicando quelle leggi logiche ci riuscirai sempre.

Siamo pronti a ritenere gli altri irrazionali quando dubitiamo che le loro decisioni andranno a buon fine. Tuttavia, la razionalità deriva dal rapporto, un numeratore e un denominatore, un confronto di questo con quello. La metà è uno rispetto a due, una semplice decisione razionale su quale numero è più grande e di quanto.

Se la razionalità è il confronto, chi non è razionale? Forse persone in coma o malati di mente grave. Il resto di noi fa sempre paragoni.

Quando diciamo che qualcuno è irrazionale, intendiamo davvero che stanno facendo il confronto sbagliato. Stanno tenendo le cose con uno standard inappropriato.

Una descrizione più appropriata è che dal nostro punto di vista sono confuse .

Forse ti picchi per non avere successo come potresti essere. Forse ti paragoni ad un vincitore, o ad un'immagine di sé idealizzata e composita, tu, ma con la vita di questa persona, il talento di quella persona e il denaro di quella persona.

È un paragone equo o sei confessionale, ti tieni alla norma sbagliata, ti aspetti cose di te che non puoi raggiungere, picchiando per niente?

O forse sei deluso dagli altri perché ti aspetti troppo di loro, o sono delusi da te perché ti tengono a uno standard inappropriato. Se la razionalità significa comparazione, queste sono tutte le possibilità completamente razionali, ma potrebbero comunque essere male-denigratorie.

Le leggi della logica sono buone ma inconcludenti perché non ti dicono come inserire le cose nelle loro variabili. Aristotele ha posto le basi della logica, dichiarando la Deduzione come la fonte di verità rivestita di ferro. Ha usato questo esempio:

Tutti gli uomini sono mortali.

Socrate è un uomo.

Pertanto, Socrate è un mortale.

Applicato a picchiarci per aver fallito ecco un altro esempio:

Tutti coloro che non sono ricchi come Donald Trump sono dei perdenti.

Non sono ricco come Donald Trump.

Pertanto, sono un perdente.

Se le due premesse in entrambi questi sillogismi deduttivi sono vere, allora la conclusione segue inevitabilmente. Ma come facciamo a sapere se le premesse sono vere?

Il logico Charles Peirce ha notato una cosa interessante sulla deduzione. Invertire l'ordine e puoi vedere come deriviamo i locali:

Otteniamo la prima premessa attraverso l' induzione :

Socrate è un uomo.

Socrate è mortale.

Pertanto, tutti gli uomini sono mortali.

O:

Non sono ricco come Donald Trump.

Sono un perdente.

Pertanto, tutte le persone che non sono così ricchi come Donald Trump sono dei perdenti.

In altre parole, usiamo le istanze per disegnare generalizzazioni. Ovviamente, un'istanza non ti dà molto terreno per una generalizzazione. Di quante istanze hai bisogno prima che tu possa affermare di saperlo davvero?

L'induzione è una supposizione. Non aspetteremo che tutti gli uomini siano morti prima di concludere che sono tutti mortali. Anche se lo facessimo, a quel punto, la generalizzazione sarebbe inutile, dal momento che vogliamo regole generali per la predizione.

Che ne dici di questa seconda premessa? Per questo usiamo ciò che Peirce chiama Abduction :

Socrate è mortale

Gli uomini sono mortali

Socrate è un uomo .

O:

Sono un perdente.

Le persone che non sono ricchi come Donald Trump sono dei perdenti.

Pertanto, non sono ricco come Donald Trump.

In altre parole, usiamo attributi comuni per categorizzare e confrontare le cose. Il rapimento è come decidiamo sui nostri denominatori.

Quanti attributi ci vuole prima di poter concludere che le due cose – Socrate e uomo, io e le persone più povere di Donald Trump – sono le stesse sotto tutti gli aspetti? Anche questa è una supposizione aperta.

Conoscete l'apertura del rapimento se, dopo aver cercato la vostra auto nel parcheggio, finite per tentare di aprire la portiera della macchina sbagliata. È bianco come il tuo, stesso modello, stesso modello ma, ops, questo ha un marsupio e il tuo no.

Un attributo non in comune è sufficiente per eliminare il tuo paragone. Anche tu conosci questo problema se guardi o leggi i misteri dell'omicidio:

L'assassino aveva i capelli rossi.

John ha i capelli rossi.

Pertanto, John è l'omicidio.

Un attributo non è sufficiente per caricare John, quindi aggiungono altri attributi:

L'assassino aveva un motivo.

John aveva un motivo.

L'assassino era in città.

John era in città.

Eccetera.

Quindi John è l'assassino.

E ancora scopri che l'assassino non era John ma il maggiordomo.

Le battute spesso ci prendono in giro con false rapimenti:

"Cara, verrai in camera da letto?" La moglie chiama il marito per falciare il prato davanti.

Lui arriva.

"Mi togliesti la camicetta?"

Si toglie la camicetta.

"Mi togliesti la gonna?"

Si toglie la gonna.

"Vuoi togliere le mie calze?"

Si toglie le calze.

"Non voglio mai più vederti indossare i miei vestiti", dice.

La vecchia esca e interruttore. Siamo attratti da un confronto confessionale con una seduzione.

Il rapimento procede ininterrottamente senza che nemmeno noi ce ne accorgiamo. Quando vedrai il tuo collega, Dave, martedì, per sottrazione pensi che sia lo stesso ragazzo che hai visto lunedì. Perché? Perché MonDave e MarDave hanno abbastanza tratti in comune. Il più delle volte arriviamo ai nostri rapimenti, o forse è il fratello gemello di Dave.

Più spesso, ciò che la gente chiama irrazionale o illogico è solo una scommessa diversa su cosa inserire nelle variabili della logica. Siamo tutti molto logici, ma la logica è congetture e congetture spesso motivate.

I negazionisti del cambiamento climatico confrontano la situazione di oggi con le condizioni meteorologiche normali. Sì, ha cose in comune ma abbastanza da dire che sono equivalenti? Forse no, se non vogliono essere donazioni alla compagnia petrolifera e perdenti nelle elezioni.

Alcuni dicono che la soluzione a tutta questa confusione è di non fare paragoni. Sarai più felice del 50% se non ti confronti affatto. Certo, anche questo è un paragone. Razionale, anche se forse confessionale.

Motivato come noi a fare del nostro meglio, il risultato è di prevedere se i tuoi confronti pagheranno per te. Sono contento di potermi battere per non essere contento, ma accettare quando penso che mi motiverà a diventare migliore di me.

Scegli bene i tuoi confronti razionali. Senti quando il tuo bicchiere è pieno a metà se quel rapporto ti motiverà a riempirlo più in alto. Se scommetti che ti stai picchiando in modi che non ti faranno riempire il bicchiere, basta avere un bicchiere più corto. L'automotivazione si basa sulla gestione delle aspettative, ottenendo il vetro giusto da confrontare con quello che hai e può arrivare a riempirlo.

Oh, e Trump? Il denaro non è tutto. Un sacco di comparsions alternativi per ricchezza.

Vorrei che i multi-miliardari lo sapessero. Immagino che molti sprechino le loro vite e le nostre prospettive per un futuro migliore su confronti misenersumatici, tenendo il passo con il superbo Jones.

Un ragazzo che conoscevo aveva 150 milioni di dollari che spendeva fino a 40 milioni di dollari. Si è preoccupato con me una volta del suo amico che aveva $ 200 milioni.

"Non so se riuscirò a cavarmela," disse.

Image public domain modified by author
Fonte: dominio pubblico dell'immagine modificato dall'autore

Solutions Collecting From Web of "NON stai diventando irrazionale!"