Non sei la mia vera madre (parte 2)

iclipart.com used with permission
Fonte: iclipart.com utilizzato con permesso

"Non ho sparato a mia madre . Ho sparato al francese . Avevo pensato di farlo per qualche tempo perché sono Gesù Cristo e sono stato mandato nel mondo per consegnare il male. Il mio cervello è un computer e i miei pensieri vengono trasmessi agli altri attraverso l'aria. Una volta che le persone li prendono, realizzano la mia natura divina e mi danno la loro fiducia e il loro sostegno.

Tranne i banditi, le malvagie creature che sono guidate dal francese e che tentano tutto il possibile per annientarmi. I banditi sono guidati dal francese, che può assumere l'aspetto di altre persone ogni volta che lo desidera. A causa di Non tutti lo hanno fatto, tuttavia, alcuni che ha definito "banditi" non si sono fidati di lui e hanno fatto tutto il possibile per annientarlo. Queste creature malvagie erano guidate da "il francese" che il signor E. descriveva come un uomo potente e bello che era in grado di assumere l'aspetto di altre persone ogni volta che desiderava.

Circa un mese fa, ho capito che, dalla nascita, mia madre è stata sostituita dal francese. Non ci potevo credere. Sono stato convivente con il male fin dall'inizio e sapevo che dovevo salvare il mondo dalla sua influenza. È per questo che le ho sparato alle spalle e l'ho uccisa quando era in piedi al lavello della cucina a lavare i piatti. Certo, sembrava mia madre, ma entrambi sapevamo chi era veramente. "

Mentre ho creato il dialogo sopra, è un resoconto quasi esatto della storia raccontata da un uomo che ha assassinato sua madre mentre era sotto l'influenza di un'illusione di Capgras.

I sofferenti di Capgras sono pericolosi?

Dipende. Prima di tutto, come abbiamo visto nella prima parte, le delusioni di Capgras sono relativamente rare; la maggior parte delle persone con schizofrenia, morbo di Alzheimer o malattie associate a questi sintomi non li sviluppa. Secondo, la maggior parte delle persone che li sviluppano può esprimere ostilità, sospetto o confusione nei confronti del "impostore", ma pochissimi ricorrono a danni fisici. In terzo luogo, sembrano esserci alcune bandiere rosse abbastanza buone che possono prevedere tale violenza e aprire la strada all'intervento precoce.

Ad esempio, la ricerca ha suggerito i seguenti indicatori a cui prestare attenzione quando si valuta il potenziale pericolo in un soggetto capgras:

  • Il sofferente di Capgras crede che il "impostore" stia tormentando, schernendolo o fermandolo (ad esempio, crede che "l'impostore" possa leggere nella sua mente o inserire pensieri in esso)
  • Il sofferente di Capgras crede che l'impostore sia "cattivo" o che rappresenti un grande pericolo per il sofferente o per il mondo in generale.
  • Il sofferente di Capgras esprime continua agitazione e ostilità verso il "impostore".
  • Il malato di Capgras ha accesso facile e continuo al "impostore" (ad esempio, il malcapitato di Capgras vive nella stessa casa del "impostore").
  • C'era una relazione problematica preesistente tra il sofferente di Capgras e il "impostore" prima dell'inizio dell'illusione.
  • Il malato di Capgras ha un problema di abuso di sostanze. C'è una ricerca considerevole che suggerisce un aumento maggiore della violenza tra i pazienti con doppia diagnosi di disturbo delirante e abuso di sostanze.
  • Il malcapitato di Capgras si è recentemente ritirato dall'unità familiare o gruppo di amici colpiti dall'illusione.

La linea di fondo

È difficile immaginare quanto sarebbe angosciante credere che qualcuno che ami sia stato sostituito da un duplicato doppio. Pensa che questo impostore ha il controllo sulla tua mente, sta tramando per conquistare il mondo, o ha rapito la tua amata e l'unico modo per "liberarla" è ucciderla. In tal caso, la violenza può essere una risposta logica, anche se tragica.

Come visto all'inizio di questo articolo, la persona che uccide mentre è sotto l'influenza delle delusioni di Capgras non crede che lui / lei stia facendo del male a una persona cara o addirittura commettendo un crimine; spesso, l'atto è fatto fuori da ciò che si crede sia un motivo nobile. Ecco perché è così importante per i professionisti della salute mentale indagare e monitorare la natura, il contenuto e l'intensità emotiva che accompagnano le credenze deliranti. È solo attraverso la comprensione del significato soggettivo di queste credenze che i professionisti possono riconoscere un rischio di violenza quando sorge e interviene.

Solutions Collecting From Web of "Non sei la mia vera madre (parte 2)"