Non più momenti per anziani

Ho tre adolescenti a casa e due di loro sono all'ultimo anno di scuola superiore. Sono tanto smemorati quanto qualsiasi essere umano è capace di essere. Di solito dimenticano tutti i tipi di cose che vanno dagli appuntamenti, alle faccende domestiche, ai compiti a casa. Con i ragazzi più grandi, scherzo dicendo che quando hanno dimenticato qualcosa, stanno avendo un momento da senior (al liceo).

Naturalmente, il concetto del momento senior è un'etichetta che molte persone anziane danno alle situazioni in cui dimenticano qualcosa. Molti di noi pensano che i nostri ricordi peggioreranno man mano che invecchiamo, e quindi l'età deve essere la ragione per cui ci dimentichiamo dopo i 55 anni.

È vero, naturalmente, che c'è un declino cognitivo generale a partire dai 20 anni. E la tua memoria peggiorerà un po 'quando invecchierai. Ma a meno che tu non abbia sofferto di una lesione cerebrale, questi declini non sono precipitosi. In effetti, ci sono alcune prove che le tue convinzioni circa le tue capacità di memoria sono almeno altrettanto importanti per la tua capacità di ricordare come qualsiasi cambiamento nella funzione del cervello.

Un interessante studio su questo punto è stato presentato in un documento di Ayanna Thomas e Stacey Dubois nel numero di dicembre 2009 di Psychological Science .

Questi ricercatori hanno approfittato di uno strano fenomeno di memoria noto come effetto Deese Roediger McDermott dopo che i ricercatori l'hanno scoperto e reso popolare nella ricerca. Per avere un'idea di come funziona questo effetto, leggi lentamente il seguente elenco di parole.

burro, cibo, mangiare, panino, segale, marmellata, latte, farina, gelatina, pasta, crosta, fetta, vino, pagnotta, pane tostato

Ora chiudi gli occhi per un secondo e ricorda quante più parole puoi. Senza guardare indietro la lista, chiediti, era la parola sandwich in quella lista? Che ne dici della parola pane ? La parola sandwich era davvero sulla lista. Ma che dire del pane ? In realtà non è sulla lista, ma circa la metà delle persone che hanno dato questa lista risponderanno che hanno visto la parola pane .

Elenchi come questo sono costruiti prendendo 15 parole che sono altamente associate con qualche altra parola (in questo caso, il pane ). Quando studi la lista, le parole ti fanno pensare all'associato, e più tardi ti comporti come se avessi visto quella parola.

Gli studi dimostrano che gli studenti universitari in genere ricordano erroneamente di aver visto la parola associata circa il 50% delle volte. I ricercatori hanno ipotizzato che se gli adulti più anziani sono preoccupati che le loro memorie peggiorino con l'età, potrebbero essere anche più probabili di quello di ricordare erroneamente la parola associata.

I partecipanti a questo studio erano adulti (con un'età media di 70 anni) o giovani (con un'età media di 19 anni). Hanno iniziato lo studio studiando diverse liste di parole come quella che ti ho appena mostrato. Dopodiché, la metà dei partecipanti ha letto un paragrafo riguardo ai declini correlati all'età in memoria. L'altra metà aveva un paragrafo letto per loro sulla ricerca psicologica non correlata all'età. Ci si aspettava che il primo gruppo fosse più preoccupato degli effetti dell'età sulla memoria rispetto al secondo. Infine, i partecipanti hanno visto un numero di parole e gli è stato chiesto se fossero apparsi sulle liste che hanno studiato. Molte di queste parole erano gli associati che avrebbero dovuto portare a falsi riconoscimenti.

I giovani adulti non sono stati influenzati dall'audizione di declini correlati all'età in memoria. Hanno risposto di aver visto la parola associata circa il 50% delle volte indipendentemente dal paragrafo che avevano letto loro. Gli adulti più anziani che hanno ascoltato un paragrafo sulla ricerca in generale hanno anche affermato di aver riconosciuto la parola associata circa il 50% delle volte. Tuttavia, gli anziani che hanno sentito parlare di declino legati all'età in memoria hanno affermato di aver riconosciuto la parola associata circa il 70% delle volte.

L'idea è che quando gli adulti più anziani sono preoccupati di avere problemi di memoria, non si concentrano con la dovuta attenzione sulla loro conoscenza di dove incontrano le parole come fanno quando non sono preoccupati della loro memoria. In realtà, gli anziani avevano una memoria abbastanza buona in generale. Hanno riconosciuto correttamente circa l'85% delle parole che avevano effettivamente studiato prima e hanno solo detto di aver visto parole che non erano state studiate circa il 10% delle volte. Quindi, gli anziani sono peggiorati nel test della memoria solo per la loro preoccupazione per la memoria.

Queste scoperte sono un motivo in più per imprimere il concetto di un momento da senior. Invecchiando, preoccuparsi delle diminuzioni della memoria è molto più dannoso per la tua capacità di pensare rispetto a qualsiasi diminuzione effettiva della capacità di memoria. Quindi rilassati. Quando si invecchia, probabilmente non sei molto più smemorato del tuo tipico adolescente.

Seguimi su Twitter.

O su Facebook.

Non dimenticare di dare un'occhiata al mio nuovo libro Smart Thinking (Perigee Books).

Solutions Collecting From Web of "Non più momenti per anziani"