Non è necessariamente ADHD

Timmy ha 8 anni in terza elementare. È sempre stato conosciuto per essere un ragazzo timido e nervoso che preferisce tenersi per sé e aspettare che gli altri si avvicinino a lui. Preferisce la routine e diventa ansioso di cambiare o quando si trova in una situazione nuova e sconosciuta. Quando Timmy è in classe, si annoia facilmente, spesso fissa fuori dalla finestra e talvolta si appisola. Frequentemente arriva tardi a scuola e spesso si lamenta di avere mal di testa e sensazione di nausea. Anche se il suo vocabolario è abbastanza alto per la sua età e il suo livello, il suo rendimento scolastico è inferiore a quanto previsto. Timmy passa una quantità eccessiva di tempo per i compiti e ha sempre bisogno di più tempo per completare compiti e test. Ha problemi a copiare dal tabellone, stando fermo, rimanendo semplicemente in pista. Oltre a questo, Timmy sembra essere piuttosto smemorato, dato che di solito non ha i materiali necessari per completare i compiti. Sebbene il suo insegnante riferisca che ha difficoltà a prestare attenzione e spesso rimane indietro nel suo lavoro, Timmy fa commenti astuti e mostra una grande quantità di conoscenza generale. Infatti, parla spesso di problemi e di eventi mondiali visti nelle notizie e mostra grande compassione ed empatia per loro. A questo punto, i genitori di Timmy sono frustrati dal fatto che non sta raggiungendo il suo potenziale. Hanno sentito ripetutamente che Timmy è un bambino ADHD e il suo problema principale è che ha difficoltà a concentrarsi. La frustrazione dei suoi genitori continua, in quanto sono persi quando i farmaci e i metodi comportamentali mirati all'ADHD hanno effetti minimi per Timmy, e continua ad avere problemi a concentrarsi ea stare fermo.

Quante volte abbiamo assistito a questo scenario? Il fatto è che la disattenzione può essere causata da vari fattori, spesso estranei al Disturbo da Deficit di Attenzione / Iperattività (ADHD). Tuttavia, nel decennio precedente, i media ci hanno insegnato a identificare e attribuire qualsiasi segno di disattenzione all'ADHD. Il fatto è che la disattenzione di Timmy, la noia, l'irrequietezza, l'oblio, il ritardo nei compiti, il rendimento scolastico e la difficoltà a rimanere in pista hanno poco a che fare con l'ADHD. Questa errata interpretazione ha portato a molte diagnosi errate e ha provocato numerosi insegnanti frustrati, genitori e il bambino stesso. I sintomi di disattenzione, distrazione, irrequietezza e ciò che sembra essere la noia non incantano automaticamente l'ADHD e, invece, possono indicare ansia nei bambini.

L'ansia è la causa più comune di problemi mentali, emotivi e comportamentali durante l'infanzia e l'adolescenza. Tuttavia, è spesso trascurato o mal giudicato nei bambini e negli adolescenti. Circa 13 su 100 bambini e adolescenti di età compresa tra 9 e 17 anni sperimentano alcuni tipi di disturbi d'ansia. Circa la metà dei bambini e degli adolescenti con disturbo d'ansia hanno un secondo disturbo d'ansia o altre difficoltà mentali o comportamentali, come la depressione. Se non trattata, i disturbi d'ansia nei bambini progrediranno probabilmente nell'età adulta. Quindi, è soprattutto necessario imparare a identificare la causa sottostante corretta della disattenzione di un bambino. Una valutazione adeguata è il primo passo per prevenire le difficoltà a lungo termine a scuola e ridurre al minimo la frustrazione per gli altri coinvolti nella vita del bambino. Da una valutazione valida, possiamo determinare una diagnosi corretta e stabilire un piano di trattamento efficace. Pertanto, è fondamentale che genitori e insegnanti comprendano la differenza tra i disturbi d'ansia e l'ADHD nei bambini.

Ansia vs ADHD

Anche se a livello superficiale la difficoltà di Timmy con concentrazione e concentrazione sembra essere il risultato dell'ADHD, uno sguardo più ravvicinato agli indizi rivela le cause sottostanti che in realtà indicano sintomi di ansia. I bambini con ADHD hanno difficoltà a prestare attenzione e concentrazione. Possono anche essere impulsivi e avere difficoltà con l'autocontrollo ed essere iperattivi. Un bambino con un disturbo d'ansia può avere sintomi che appaiono uguali; tuttavia, i sintomi sono in realtà manifestazioni comportamentali della preoccupazione del bambino con eccessiva preoccupazione, paure e tensione. Diamo uno sguardo più da vicino ai sintomi specifici di Timmy causati dall'ansia piuttosto che dall'ADHD.

  • Timmy è un ragazzino timido e nervoso che preferisce tenersi per sé e aspettare che gli altri si avvicinino a lui. I bambini con ansia non sempre capiscono perché hanno preoccupazioni eccessive e pensieri catastrofici che scatenano paure intense. Non riescono a comprendere che l'esperienza della sensazione interna di "combatti e fuggi" serve in realtà a uno scopo di sopravvivenza. Dalla loro mancanza di comprensione di ciò che sta succedendo con la loro mente e il loro corpo, possono attribuire questi sintomi a "qualcosa non va in me". Possono volutamente mantenere le distanze dagli altri, specialmente dai compagni, per tenere nascoste le loro "stranezze" e impedire ad altri di notarlo.

  • Timmy preferisce la routine e diventa ansioso di cambiare o quando si trova in una situazione nuova e sconosciuta. I bambini con ansia si sentono regolarmente preoccupati per il loro ambiente. Sono costantemente iper-vigili e di guardia per qualsiasi potenziale evento catastrofico da verificarsi a distanza. Considerano il loro mondo come un luogo non sicuro pieno di possibilità non familiari e pericolose di danno, reale o immaginario. Per mantenere un senso di sicurezza e certezza, preferiscono trovarsi in situazioni familiari, evitando di dover indovinare qualsiasi cosa. Quando vengono immessi in nuovi ambienti, sentono intensa paura per le incertezze del loro ambiente e possono persino reagire con scoppi d'ira estremi.

  • Timmy si annoia facilmente, spesso fissa fuori dalla finestra e talvolta si appisola. Frequentemente arriva tardi a scuola e spesso si lamenta di avere mal di testa e sensazione di nausea. I bambini con disturbi d'ansia spesso si lamentano del fatto che i loro corpi feriscono e che si sentono male. Queste sono manifestazioni fisiche delle nostre sensazioni fisiologiche interne di ansia. I bambini con ansia possono anche sperimentare la stanchezza dovuta alla mancanza di sonno durante la notte. I periodi mattutini e di ora di andare a letto tendono ad essere più difficili del mezzogiorno per i bambini ansiosi, rendendo la routine mattutina molto più dispendiosa in termini di tempo. Anche se possono apparire annoiati o distratti, i bambini ansiosi sono in realtà troppo preoccupati per le paure e le preoccupazioni di partecipare alle attività e rimanere sul posto di lavoro. Invece, le loro menti sono altrove e perse nei loro preoccupanti pensieri, che possono influire negativamente sul loro rendimento scolastico.
  • Timmy passa una quantità eccessiva di tempo per i compiti e ha sempre bisogno di più tempo per completare compiti e test. È smemorato e ha problemi a copiare dal tabellone, stando fermo e rimanendo in pista. I bambini con ansia sono così consumati dalle loro preoccupazioni e paure di incertezza e danno che hanno poco spazio nelle loro menti per qualsiasi altra cosa. In effetti, è piuttosto difficile fermare il treno di pensieri apprensivi una volta attivato il motore della preoccupazione. Ciò rende estremamente difficile per i bambini ansiosi che si trovano nel bel mezzo dei loro preoccupanti pensieri di avere l'attenzione necessaria abbastanza a lungo da conservare le abilità di memoria efficaci per le loro attività in classe. Rende anche difficile per il bambino ansioso rimanere fermo e mantenere la calma. Di conseguenza, il tempo necessario per completare le attività se spesso prolungato.

Dopo aver preso questo esame più attento delle condizioni di Timmy, è chiaro che le sue manifestazioni comportamentali derivano dall'ansia piuttosto che dall'ADHD, come potrebbe inizialmente apparire. Ora abbiamo una migliore comprensione dei suoi comportamenti e sintomi. Valutare per l'ansia ci offre una prospettiva più completa, permettendoci di determinare una corretta diagnosi e stabilire un piano di trattamento efficace. Quindi, imparare come la disattenzione si presenta all'interno del bambino ansioso è il primo passo per ottenere strategie specifiche per lavorare con il bambino con successo all'interno della scuola e con la famiglia.

Solutions Collecting From Web of "Non è necessariamente ADHD"