Non lasciare che l'emozione ti scelga

Sono stato invitato da un ufficio di famiglia a fare una presentazione a un gruppo di suoi consulenti, che farò stamattina.

Investopedia definisce gli uffici della famiglia come segue:

"I family office sono società di consulenza per la gestione patrimoniale privata che servono investitori con elevatissimi patrimoni netti. Sono diversi dai tradizionali negozi di gestione patrimoniale in quanto offrono una soluzione in outsourcing totale alla gestione del lato finanziario e degli investimenti di un individuo o di una famiglia benestante. Ad esempio, molti family office offrono budget, assicurazioni, donazioni, attività familiari, trasferimenti di ricchezza e servizi fiscali ".

Non ho intenzione di dare presentazioni ai consulenti finanziari perché non li ho trovati buoni fonti di riferimento, dal momento che spostando l'attenzione della mia pratica dal contenzioso alla mediazione un decennio fa. Questa realtà non è per la mancanza di provare la mia fine; piuttosto, ha a che fare con come i consulenti finanziari tendono a vedere il loro ruolo e il conflitto in generale.

Infatti, nel maggio 2012, l'Associazione di pianificazione finanziaria della Valle di San Gabriel mi ha invitato a presentare il suo incontro mensuale per il pranzo. Il mio argomento era "Gli avvocati e il sistema legale che facilitano la creazione di famiglie funzionali o disfunzionali dopo il divorzio?" L'argomento era basato su un discorso programmatico che avevo pronunciato all'inizio di quell'anno. I presenti sono rimasti così colpiti dalle informazioni che ho trasmesso, che mi hanno invitato a diventare un membro della loro organizzazione, che ho accettato.

Per un paio d'anni, ho regolarmente frequentato i loro incontri mensili di pranzo e altri eventi. Tuttavia, ho smesso di frequentare quando ho capito che le informazioni che avevo trasmesso loro non erano state messe in risonanza. Lo sapevo sulla base della mancanza di rinvii e della filosofia degli studi legali di famiglia che i suoi membri sembravano sostenere. Tuttavia, ho continuato a condividere il mio lavoro pubblicato nel gruppo LinkedIn e Facebook dell'organizzazione. Per quanto posso dire, i membri non hanno alcun interesse a leggere quel materiale.

Nel frattempo, ho continuato a pagare le quote associative perché mi sono piaciute le pubblicazioni che ho ricevuto come membro dell'organizzazione, incluso il Journal of Financial Planning . Il motivo per cui la pubblicazione mi piace così tanto è perché in ogni edizione ci sono in genere due articoli che istruiscono i pianificatori finanziari su strumenti psicologici che consentiranno loro di assistere i loro clienti nel prendere decisioni migliori. Ad esempio, gli articoli riguardavano argomenti come l'importanza di sfidare ipotesi e percezioni; il fatto che le convinzioni possono essere basate su informazioni errate; come i pregiudizi influenzano il nostro comportamento; comprendere e affrontare la resistenza al cambiamento; intelligenza culturale; affrontare il comportamento irrazionale; l'importanza dell'empatia, dell'intelligenza emotiva e dell'ascolto attivo; e il potere della collaborazione con team multidisciplinari.

È interessante notare, tuttavia, che quando chiedo ai consulenti finanziari come affrontano tali questioni al fine di assistere meglio i loro clienti, le loro risposte sono quasi sempre incoerenti con le informazioni fornite in tali articoli. Almeno la loro mancanza di interesse per il mio materiale non sembra essere personale per me; piuttosto, è una mancanza generale di interesse in tali informazioni.

Quest'anno ho finalmente smesso di pagare le quote annuali per mantenere la mia appartenenza alla Financial Planning Association.

Se ti stai chiedendo perché stamattina darò una presentazione a un gruppo di consulenti in un ufficio di famiglia, la ragione ha a che fare con la natura del rapporto che tendono ad avere con i loro clienti, così come con le loro mansioni lavorative , che Investopedia descrive come segue:

"Fornire consulenza e servizi per le famiglie ultra-ricche nell'ambito di un piano di gestione patrimoniale completo è di gran lunga superiore alla capacità di qualsiasi consulente professionale. Richiede uno sforzo collaborativo e ben coordinato da parte di un team di professionisti delle discipline legali, assicurative, di investimento, immobiliari, commerciali e fiscali per fornire la scala di pianificazione, consulenza e risorse necessarie. La maggior parte dei family office combina gestione patrimoniale, gestione della liquidità, gestione del rischio, pianificazione finanziaria, gestione dello stile di vita e altri servizi per fornire ad ogni famiglia gli elementi essenziali per affrontare i problemi cardine che affronta mentre naviga nel complesso mondo della gestione patrimoniale ….

L'educazione familiare è un aspetto importante di un family office; questo include educare i familiari su questioni finanziarie e instillare i valori familiari per ridurre al minimo i conflitti intergenerazionali ".

Ho scoperto che i consulenti che lavorano per gli uffici di famiglia tendono a considerare la gestione patrimoniale molto più ampiamente di quanto facciano i consulenti e i pianificatori finanziari tradizionali. Tra le altre cose, sanno che il contenzioso è costoso e che se vuoi tagliare i costi legali, dovresti evitarlo. Dopotutto, l'emorragia di tali enormi somme di denaro inutilmente non è una buona gestione patrimoniale e tende a non migliorare la situazione finanziaria dei loro clienti.

Poiché le persone che lavorano con i family office sono generalmente tenute a investire un minimo di $ 10 milioni, i consulenti che lavorano per gli uffici familiari tendono ad avere meno clienti, il che consente loro di sviluppare un diverso livello di rapporto personale con i loro clienti. Questo è in realtà uno dei motivi per cui gli individui ricchi investono i loro soldi attraverso gli uffici di famiglia. Dà un significato completamente diverso alla gestione patrimoniale centrata sul cliente, ei consulenti tendono ad essere molto più a loro agio nell'affrontare argomenti sensibili come la conflittualità nei matrimoni e nelle relazioni dei loro clienti. La natura della relazione consente agli advisor di sviluppare una comprensione più profonda di ciò che è importante per i loro clienti e perché. Di conseguenza, sono in grado di coinvolgere gli esperti più appropriati.

Oltre a costare il contenzioso, "la ricerca ha dimostrato che le transizioni del corso della vita come il divorzio, vissute da membri di una generazione, avranno conseguenze per i membri di altre generazioni".

Detto questo, si dice che "circa il 30 per cento dei matrimoni in scioglimento coinvolgono coppie che hanno figli minori". Inoltre, secondo Bill Eddy, avvocato, terapeuta, mediatore e presidente dell'High Conflict Institute, dal 2014, "il l'età media dei figli quando i genitori divorziano è di circa sei o sette ". Questo non include nemmeno il 57% circa delle nascite che avvengono al di fuori del matrimonio.

Il mio punto di condivisione di queste statistiche non è quello di suggerire che le coppie dovrebbero stare insieme per il bene dei loro figli, perché così facendo ha le sue conseguenze. Mentre non c'è dubbio che i bambini preferiscano e traggano beneficio da genitori che sono in buone e salutari relazioni stabili, è un conflitto genitoriale cronico che danneggia i bambini, non il divorzio o la dissoluzione della relazione romantica dei genitori stessi. Inoltre, il conflitto genitoriale cronico può e si verifica nei matrimoni e nelle relazioni intatti. Inoltre, quale messaggio i genitori modellano per i loro figli quando li fanno credere che i matrimoni senza amore e infelici dovrebbero essere ergastoli a causa dei voti che la coppia ha preso quando si sono sposati? Come pensi che i bambini si sentano se realizzano o addirittura credono che i loro genitori siano rimasti insieme solo per causa loro?

Parlando di modellazione genitoriale, si consideri il seguente estratto da The Reflective Parent di Regina Pally:

"Neonati e bambini imparano cosa fare dalle persone che li circondano. In questo modo possono acquisire le abilità specifiche di cui hanno bisogno per sopravvivere ovunque e con chiunque siano nati ….

Ai bambini è necessario insegnare le specifiche di come essere socievoli all'interno della famiglia e della cultura in cui sono nati; vale a dire, le regole sociali, i costumi e i sistemi di credenze della loro famiglia e quella cultura. Questo apprendimento sociale viene filtrato attraverso i genitori, che insegnano ai loro figli la loro interpretazione personale di ciò che è più importante sapere dal bambino …

La nostra socievole natura umana non significa necessariamente essere estroversa e socievole. Significa essere in grado di impegnarsi e relazionarsi con e relazionarsi con altre persone. Non si tratta del numero di persone con cui sei impegnato; riguarda il modo in cui ci si relaziona, in termini di empatia, cooperazione e considerazione del punto di vista di altre persone …

I bambini non imparano ciò che i loro genitori dicono loro, ma come il genitore si relaziona con il bambino. La relazione è la lezione da insegnare! …

Parte di insegnare ai bambini ad essere morali e inibire i loro impulsi dolorosi o egoistici implica aiutarli ad essere consapevoli e sentire l'offesa che il loro comportamento può causare agli altri ….

I bambini imparano di più dall'imitare i comportamenti sociali e non sociali degli altri che non dall'istruzione e dall'essere detti a cosa fare. Il tuo bambino ti osserverà e copierà quasi tutto ciò che fai, sia i tuoi comportamenti non sociali che sociali ….

Per quanto possibile, comportati nel modo in cui vuoi che il tuo bambino si comporti. Certo, alcuni comportamenti sono appropriati per gli adulti e non per i bambini. Questi comportamenti nel bambino richiedono limiti. Ma cosa succede se il comportamento sta rispondendo al cellulare al tavolo da pranzo o non pulire dopo te stesso o urlare un sacco? Avete scelte ora. Puoi accettare il comportamento di tuo figlio o modificare questi comportamenti in te stesso …

Essere genitori riflessivi richiede che tu faccia del tuo meglio per impedire alle tue emozioni di avere la meglio su di te. "

Seguendo le stesse linee, secondo la ricercatrice di scienze sociali Brene Brown, "Quando lasciamo che le emozioni ci scelgano, siamo più volte che non allontanati dai nostri valori, allontanati dalla nostra autenticità, e ci muoviamo in scelte che non siamo orgogliosi di."

La modellizzazione di tale comportamento ha conseguenze molto serie che sono state esposte nel rapporto di Making Caring Common Project della Harvard University intitolato I bambini che intendiamo sollevare: i messaggi reali Gli adulti inviano i valori pubblicati nel 2014. Il rapporto ha dichiarato nella parte pertinente come segue :

"L'egoismo e l'indifferenza verso gli altri tra bambini e adulti sono all'ordine del giorno. Troppo spesso, gli studenti che sono diversi sono derisi o vittime di bullismo, troppi bambini sono irrispettosi verso gli altri bambini e adulti, e troppo pochi bambini e adulti si sentono responsabili per le loro comunità … I nostri risultati suggeriscono che i valori fondamentali della gioventù sono sconvolgenti … I giovani sembrano valorizzare prendersi cura degli altri meno con l'età … Quando i bambini non danno la priorità alla cura, sono anche meno motivati ​​a sviluppare le abilità sociali ed emotive, come l'empatia, necessaria per trattare le persone giorno per giorno … [Invece,] sono a maggiore rischio di molte forme di comportamento dannoso, tra cui essere crudele, irrispettoso e disonesto. Queste forme di danno sono fin troppo comuni …

Qualsiasi società sana non dipende solo dallo sviluppo nella giovinezza dell'urgenza e della capacità di prendersi cura degli altri, ma anche di infondere in essi altri valori etici. Forse, soprattutto, una società civile e giusta dipende dallo sviluppo nella giovinezza di un forte impegno per l'equità … La nostra ricerca suggerisce che non stiamo preparando i bambini a creare questo tipo di società …

Alla base di questo problema ci può essere un divario retorico / di realtà, un divario tra ciò che i genitori e gli altri adulti dicono siano le loro priorità principali e i messaggi reali che trasmettono nel loro comportamento giorno per giorno … Possiamo noi adulti parlare del nostro discorso? l'educazione dei figli? Dopotutto, quasi tutti noi crediamo che educare i bambini premurosi ed etici sia cruciale. Inoltre, non è poco importante che la credibilità di base degli adulti sia in gioco se i giovani, con la prontezza affilata del rasoio per l'ipocrisia, ci vedono come se dicessero una cosa mentre davano sempre la priorità a qualcos'altro. Inoltre, i costi dell'inattività sono elevati, dato non solo i rischi per le capacità sociali, emotive ed etiche dei nostri figli e la felicità, ma anche altre minacce, tra cui l'aumento del frazionismo politico e dell'incivilità in un momento in cui affrontiamo enormi problemi che devono essere affrontati collettivamente…

La soluzione è semplice, ma non facile. Per iniziare, dovremo smettere di passare il tempo. Mentre gli americani si preoccupano molto dello stato morale dei bambini, nessuno sembra pensare di far parte del problema. Da adulti, tutti noi dobbiamo dare un'occhiata ai messaggi che inviamo ai bambini e ai giovani ogni giorno ".

La soluzione rende davvero più difficile il divorzio? Com'è fatto, considerando come le persone tendono a gestire i loro problemi relazionali?

"Sfortunatamente, la maggior parte delle coppie aspetta troppo a lungo per cercare aiuto nel riparare il loro matrimonio. Secondo il rapporto e esperto di matrimonio Dr. John Gottman, le coppie aspettano in media sei anni di essere infelici prima di ricevere aiuto. Pensa a questa statistica per alcuni minuti. Le coppie hanno sei anni per sviluppare il risentimento prima di iniziare l'importante lavoro di apprendimento per risolvere le differenze in modi efficaci ".

Gottman, un esperto di relazioni di fama mondiale, ha trascorso 40 anni alla ricerca di "stabilità coniugale e previsione del divorzio" e ha reso la sua ricerca disponibile a coloro che sono interessati ad apprendere da essa.

Nel corso degli anni, ho citato Gottman in alcuni dei miei articoli, tra cui Suggerimenti per migliorare una relazione di co-genitorialità, L'impatto delle app di relazione sulle dinamiche familiari, Cosa c'entra la comunicazione con … L'amore duraturo ?, e più di recente L'empatia è la chiave per risolvere o gestire i conflitti.

Molto è stato scritto sul fatto che quando i coniugi si sentono obbligati a vincere le loro discussioni, finiscono per perdere la loro relazione. Ci sarebbe doveroso tenerlo presente perché la necessità di "vincere" argomenti non è favorevole a matrimoni felici, dinamiche familiari positive o relazioni interpersonali di alcun tipo.

Quando le persone sono coinvolte in conflitti e dispute, hanno una scelta binaria sul fatto che vogliano affrontarle in modo cooperativo o competitivo. Contenzioso (tribunale) e negoziazione controversa sono approcci contraddittorio, il che ha senso, considerando che abbiamo un sistema giuridico contraddittorio.

"Il sistema del contraddittorio della giustizia lavora per risolvere i casi in tribunale mettendo a confronto i sostenitori parziali di entrambe le parti con un giudice che lavora per garantire che vengano rispettate le regole del tribunale e della legge".

Come spiegato in You Think You're Helping, Do You? , il nostro sistema legale contraddittorio è di per sé una forma di violenza.

Nel frattempo, un gran numero di organizzazioni e persone, me compreso, hanno trascorso un'immensa quantità di tempo a fornire al pubblico informazioni da cui possono prendere decisioni informate riguardo ai vari processi e approcci di risoluzione delle controversie disponibili. In effetti, l'autore del capitolo I che era incluso in Inside the Minds: Strategie per il diritto di famiglia in California , edito nel 2013, pubblicato da Aspatore Books, un'azienda Thompson Reuters, nel luglio 2013 era intitolato A Comparison of Dispute Resolution Methods Available in Family Law Matters.

Più recentemente, Moving Past Divorce ha pubblicato un articolo di Karen Covy intitolato Contenzioso, mediazione o divorzio collaborativo: qual è giusto per te? Il suo articolo si conclude come segue:

"Scegliere il giusto processo di divorzio è una delle decisioni sul divorzio più importanti che dovrai prendere. Sfortunatamente, la tua decisione spesso non è facile o chiara. Ci sono pro e contro in ogni processo di divorzio. Inoltre, ottenere informazioni solide è spesso difficile.

La cosa più importante che puoi fare quando pensi al divorzio è educare te stesso. Prenditi il ​​tempo per studiare i vari processi di divorzio. Parla con gli avvocati che litigano e quelli che fanno il divorzio collaborativo. Parla con i mediatori. Se puoi, parla con il tuo coniuge. Ottieni quante più informazioni possibili prima di decidere quale tipo di processo di divorzio utilizzare.

Questo potrebbe sembrare noioso e richiede tempo. Ma potrebbe solo aiutarti a rendere il tuo divorzio molto peggiore di quanto debba essere. "

Nel 2013, sono stato invitato a scrivere un articolo per Expert Beacon con il titolo provvisorio "Guarire dalle relazioni passate" in modo che non influenzi quello attuale . Ho scritto l'articolo come se fosse intitolato Guarire da relazioni passate per aiutarti ad andare avanti con la tua vita . Tuttavia, la pubblicazione intitola l'articolo finale Guarisci dalle relazioni passate per aiutarti a muoverti e trovare l'amore . Indipendentemente, come è stato a lungo detto, non si dovrebbe mai giudicare un libro dalla sua copertina. L'articolo che ho scritto non è specifico delle relazioni romantiche e quindi non ha necessariamente nulla a che fare con la ricerca dell'amore, sebbene possa essere interpretato nel modo più ampio o stretto possibile. In ogni caso, l'articolo ha concluso come segue:

"Il modo in cui gestiamo il passato influisce sul nostro futuro. Possiamo imparare dalle nostre esperienze per migliorare la nostra vita o possiamo assumere il ruolo della vittima. Tieni presente, tuttavia, che non possiamo migliorare le nostre circostanze se incolpiamo semplicemente gli altri per il nostro destino. Sebbene non possiamo cambiare il passato, controlliamo il nostro futuro. Possiamo permettere alle sfide della vita di controllarci, oppure possiamo sorpassarle. Se ci concentriamo sul negativo, diventiamo amareggiati. Concentrandoci sul futuro, possiamo sentirci responsabilizzati. Ricorda sempre che la miglior vendetta è vivere una meravigliosa vita post-disgregazione ".

È interessante notare che ci sono temi comuni che riguardano tutto il mio lavoro pubblicato e uno di questi temi comporta le conseguenze delle scelte che facciamo. Una tale scelta è se affronteremo conflitti e controversie in modo cooperativo o competitivo.

Quanto segue è una citazione dal mio articolo Cooperation or Combat? La scelta è tua! , che è stato incluso anche in un mio articolo di recente pubblicazione intitolato The Choices We Make Create History, So Choose Wisely:

"Come risultato del nostro sistema legale contraddittorio, la legge (come praticata) riguarda esclusivamente la vittoria e non la verità. In generale, la legge stessa è neutrale: gli avvocati ei loro clienti lo trasformano in una dinamica di vittoria / sconfitta. "

Il problema è che una vittoria / sconfitta dinamica è il combattimento e gli avvocati sono addestrati per tale combattimento. Non sono addestrati per la cooperazione e i tipi di personalità attratti dal campo tendono a essere competitivi, nella migliore delle ipotesi ".

Quello che segue è un estratto da un mio articolo intitolato The Cause and Effect of the Historical Shift nel ruolo degli avvocati che è stato pubblicato nel 2010:

"Storicamente, il ruolo di un avvocato era risolvere pacificamente le controversie, non crearle. Un rovesciamento di quel ruolo sembra essersi verificato a seguito di un cambiamento nel tipo di persone che entrano nella scuola di legge. Secondo un articolo del giugno 1997 della American University Law Review intitolato "Avvocato, conoscendo te stesso: una rassegna di ricerche empiriche sugli attributi del procuratore che si basano sulla professionalità", dal 1960 circa, "gli individui che hanno scelto di iscriversi alla scuola di legge hanno un basso interesse per le emozioni o per i sentimenti degli altri '. Nel 1984, in risposta a questo cambiamento, Warren Berger, in seguito Chief Justice della Corte Suprema degli Stati Uniti, mentre parlava del sistema legale americano ai membri dell'American Bar Association, disse: "Il nostro sistema è troppo costoso, troppo doloroso, anche distruttivo, troppo inefficiente per un popolo veramente civilizzato. Affidarsi al processo avversario come mezzo principale per risolvere reclami conflittuali è un errore che deve essere corretto ". Il capo giudice Berger ha anche affermato che "l'obbligo della nostra professione è, o è stato a lungo pensato, di servire come guaritori di conflitti umani". Quando ha fatto queste osservazioni, il capo giudice Berger aveva circa 76 anni ed era stato personalmente testimone del cambiamento nella professione legale.

Secondo l'articolo dell'American University Review Review, è ben documentato che, a partire dagli anni '60, le persone interessate alla pratica del diritto lo fanno per perseguire ricchezza e potere e non allo scopo di affrontare problemi e problemi sociali o di aiutare gli altri. Infatti, gli studi dimostrano che uno studente di giurisprudenza che era 'preoccupato principalmente di persone, che valorizza i contatti umani armoniosi, è amichevole, pieno di tatto, comprensivo e leale, riscaldato dall'approvazione e infastidito dall'indifferenza e che tende a idealizzare ciò che ammira "Era più probabile che abbandonasse la facoltà di giurisprudenza rispetto a quegli studenti che erano meno cordiali e socievoli. Inoltre, tali individui tendono ad essere una piccola percentuale della popolazione del corpo studentesco di una scuola di legge fin dall'inizio. Inoltre, "gli studenti di giurisprudenza sono insicuri, difensivi, distanti e privi di maturità e socializzazione". Come se ciò non fosse abbastanza grave, la "moralità degli studenti di giurisprudenza" è meno preoccupata per "giustizia, equità, uguaglianza e utilità sociale, piuttosto che per le regole formali". È stato trovato che "gli studenti di giurisprudenza fanno affidamento sproporzionatamente sul pensiero analitico e razionale per prendere decisioni, piuttosto che concentrarsi sulle conseguenze emotive o umanistiche delle loro decisioni … Un disinteresse per le emozioni e le preoccupazioni interpersonali sembra esistere molto prima della scuola di legge, anche se potrebbe essere intensificato durante la scuola di legge …. Come risultato della loro educazione legale, 'gli studenti possono ignorare le conseguenze sociali ed emotive del processo decisionale' ".

Nel suo libro Daring Greatly , Brene Brown ha discusso di ciò che ha definito la mentalità di Viking-o-Victim "nelle culture ad alte prestazioni e super competitive come la legge." Più recentemente, l'American Bar Association ha pubblicato un articolo intitolato Natura competitiva, stress mix per produrre problemi di salute comportamentale, tra gli avvocati.

Nel frattempo, lo scorso fine settimana, ho letto un articolo di mezza pagina pubblicato sul Daily Journal , il più grande fornitore di notizie legali della California su uno studio legale di famiglia che fa "God's Work" in tribunale di famiglia con "le armi pronte ma anche quelle che scelgono il lato empatico". Ho quasi soffocato la lettura del titolo e dell'articolo successivo perché sono molto familiare con quella ditta. Di fatto, in un mio recente articolo, ho fatto riferimento a un'esperienza che ho avuto con quella ditta intitolata Accordi illusori La nuova tendenza? Mentre stavo negoziando un accordo prematrimoniale redatto da un avvocato in quella ditta, mi è stato detto "Benvenuti nel mondo del contraddittorio del diritto di famiglia". Inoltre, mi è stato detto che "[il mio] parere non ha molto peso in questa comunità" e l'avvocato non aveva alcun interesse per la mia opinione. Questa è anche la stessa azienda su cui ho scritto in passato perché il socio fondatore non pensa che gli avvocati possano usare l'empatia nel loro lavoro perché credono che sia in conflitto con il loro ruolo di sostenitori zelanti per i loro clienti. Intendiamoci, ignorando i desideri e le opinioni degli altri, per non parlare del fatto che non hai riguardo per i loro desideri e le loro opinioni è l'antitesi dell'empatia.

A causa del mio lavoro pubblicato sull'empatia, una componente chiave della compassione, mi è stato chiesto di partecipare al in programma per il 13 luglio 2017 a Londra, in Inghilterra. Il simposio è stato presentato dalla Law & Compassion Research Network, fondata dall'associata Research Fellow Dermot Feenan presso l'Institute of Advanced Legal Studies dell'Università di Londra.

Nel frattempo, negli Stati Uniti d'America, se dici qualcosa di abbastanza, è vero. Dopotutto, viviamo in un mondo post-fatto.

Indipendentemente da ciò, continuerò a fare quello che sto facendo e sviluppando relazioni personali e professionali con quegli individui che lavorano diligentemente per aiutare i loro clienti a mantenere le loro emozioni da ottenere il meglio da loro. Dopotutto, come dice Brene 'Brown, "Quando lasciamo che le emozioni ci scelgano, siamo più volte che non allontanati dai nostri valori, allontanati dalla nostra autenticità, e ci muoviamo in scelte di cui non siamo orgogliosi".

Solutions Collecting From Web of "Non lasciare che l'emozione ti scelga"