Non è il tuo business: come mantenere amici e non influenzare le persone

Sebbene il gossip sia inevitabile, ci dà anche un falso senso di potere. Mentre l'evoluzione ci ha preparato a parlare degli altri, non ci ha fornito il potere di cambiarli in alcun modo, a prescindere da quanto possa essere brillante il nostro contributo.

Questo paradosso può essere atroce. Com'è possibile che un individuo ordinario e di controllo si preoccupi intensamente dei suoi amici senza cercare di cambiarli? Come possiamo dare il nostro consiglio prezioso senza sentirci attaccati alla sua attuazione? Come possiamo vedere gli amici prendere le stesse terribili decisioni ancora e ancora – e ancora – senza sentire il bisogno di castigarli? L'influenza non dovrebbe essere parte del contratto di amicizia, un minimo di dire così per aiutarci a guidare le persone che amiamo per condurre vite più felici e più meritevoli?

La risposta è assolutamente no. Non intendiamo avere alcun controllo sul comportamento dei nostri amici. Questo perché il loro comportamento non è affar nostro. Le nostre opinioni sulla vita degli altri sono prive di importanza o significato inerente. Questo è il prezzo di amare persone nate con una misura di libero arbitrio: il controllo non è mai, mai, un'opzione. Non possiamo più dettare le azioni degli amici di quanto non chiamino i colpi per noi. Questa è la pista più scivolosa sulla montagna dell'amicizia, la pendenza più esigente di tutti: come essere le mani libere e le mani allo stesso tempo? Impegnato ma non allegato; attento ma non invasivo; presente ma sicuramente distante. Questa distanza è estremamente importante. L'amicizia richiede distanza e vicinanza, proprio come qualsiasi intimità, ed è per questo che sapere quando tenere la bocca chiusa è una virtù. Un abile distacco dimostra ai nostri amici che li amiamo per quello che sono piuttosto che per la persona che sarebbero se solo fossero perfetti (e ci ascoltassero).

Meg non sapeva cosa fare su Aaron. Nessuno di noi sapeva cosa fare di Aaron. Un amico comune per 25 anni, Aaron ha contato sia Meg che io come due dei suoi amici più cari per tutta la vita, ed entrambi eravamo alla nostra fine (Meg lo è ancora di più). La questione era il sesso, che Aaron stava avendo per eccesso e Meg creduto non dovrebbe essere discusso, e certamente non su Internet. Con questo cinquantesimo compleanno che si avvicinava in fretta, il nostro amico, un tempo dignitoso, si era fatto sempre più esplicito riguardo ai suoi collegamenti sempre più frequenti con donne molto più giovani di lui, cantando le sue troppe conquiste come Casanova sul troppo Cialis. Aaron l'aveva preso l'anno precedente per celebrare l'apice della sua vita in una rubrica online intitolata "The New 50", elencando i suoi legami discutibili con tutti i Web-world. Entrambi eravamo preoccupati per lui. In realtà, siamo stati mortificati.

"Cosa stiamo facendo?" Mi ha chiesto Meg, frenetica di un orrore puritano.

"Nessuna idea."

"Qualcuno deve smetterla di dirglielo!" Strillò lei.

"Come?"

"Sta facendo un dannato imbecille." Mentre Meg lo diceva, sentivo un dolore nella mia coscienza. Venti anni prima, quando Aaron e io avevamo vent'anni, avevamo fatto un voto solenne di avvertirci l'un l'altro se qualcuno di noi era in età inadeguata, o si stava mettendo in imbarazzo in pubblico. Questa promessa era stata fatta in un caffè di Parigi. Al tavolo accanto al nostro, un'indecente coder stava mettendo le mosse su una bella borsetta, la camicia da discoteca di Engelbert Humperdink sbottonata sotto la sua pancia pelosa. Lo abbiamo osservato con un misto misto di pietà, disprezzo e auto-valutazione ("là ma per fortuna andiamo") mentre Engelbert faceva il suo mojo all'inganno disgustato, che alla fine gettò un biglietto da dieci franchi al tavolo e si allontanò . In quel momento Aaron si voltò verso di me con uno sguardo serio sul suo bel viso (era vero che era invecchiato quasi troppo bene). "Non mi permettere mai di farlo," disse.

«Montone vestito da agnello», dissi.

"Preferirei essere morto." Giurammo di salvarci l'un l'altro da noi stessi. Questo è quello che gli amici erano per, siamo d'accordo, ma nessun intervento è mai stato richiesto fino ad ora. Meg ha insistito che ero io a farlo da quando ero il miglior amico maschio di Aaron. Tuttavia, la prospettiva mi ha fatto sentire a disagio. "Prima è, meglio è," disse gravemente.

Ho promesso di fare del mio meglio. Anche se Meg aveva ragione, ed ero anche preoccupato, qualcosa di questo non mi sembrava giusto. Sembrava irrispettoso, come sconfinare. Parte del motivo per cui Aaron ed io siamo stati migliori amici per 30 anni è che non ci siamo mai distrutti l'un l'altro e non ci siamo inventati l'un l'altro. Siamo sempre stati caratterialmente opposti, costringendomi a sospendere abitualmente il mio giudizio. Inoltre, affrontare la vita sessuale adolescenziale di Aaron mi costringerebbe a toccare questioni più profonde e inquietanti all'interno della sua storia a scacchi, specialmente la sua incapacità di impegnarsi. Nessuna donna single aveva la combinazione ideale, Aaron si lamentava. Era spaventato, disse, di essere annoiato. Sentendo questo, avrei alzato gli occhi al cielo e gli avrei detto che Peter Pan stava parlando. Suggerirei che forse era giunto il momento di atterrare. Aaron stava mangiando nell'insalata ma non stava mai gustando un buon pasto quadrato. Lo sapeva, certo, ma non gli dispiaceva. Aveva accettato i suoi limiti romantici e aveva deciso molto tempo prima che si trattava del problema degli altri, non del suo, se non potevano gestirlo. La promiscuità di Aaron era una cortina fumogena per la solitudine? Sì. La sua vita è stata un caso di studio nello sviluppo emotivo arrestato? Ovviamente. Ma era il mio lavoro farlo vergognare di se stesso? Ne dubitavo. Mi sono venute in mente le parole di un saggio insegnante. "Ci sono solo tre tipi di attività nel mondo", ha detto ai suoi studenti. "I miei affari. I tuoi affari. E gli affari di Dio. "

Quando ha detto questo, sapevo che l'insegnante aveva ragione, il che ha portato a una grande rivelazione. All'improvviso, decenni di confini sfumati delle relazioni sono diventati chiari, anni di confusione sugli intrecci, le proiezioni e il prendere le cose personalmente che non lo erano. Come persona ficcanaso, controllante e insicura, questa è stata una grande liberazione dalla vana convinzione che io fossi responsabile delle scelte altrui. In un lampo, ero libero di non fingere di poter cambiare un'anima; Sono stato anche liberato dal cercare di conoscere gli affari di Dio e far funzionare tutto come dovrebbe. I miei affari. I tuoi affari. E gli affari di Dio. È stato molto difficile discuterne.

Da allora, stavo usando questo motto ogni volta che la voglia di immischiarsi mi afferrò. Quello che facevano i miei amici non era affar mio. Quindi cosa dovrei fare su Aaron, esattamente? Sapevo cosa volevo dirgli. Il problema, per me, era la privacy. Poteva dormire con tutte le donne che voleva, ma perché renderlo un evento mediatico? Perché pubblicare cose che potrebbe rimpiangere – informazioni che gli altri stavano trovando di cattivo gusto – nel centro commerciale virtuale dove l'informazione vive per sempre? Potrebbe essere ferito un po 'di ritegno o decoro? Questo è quello che gli direi.

Ci siamo incontrati la settimana seguente per un pow wow. Aaron era in ottima forma. La sera prima si era collegato con una donna che aveva incontrato in fila a Duane Reade.

"Ultra foxy. Ventinove. Mi ha detto che assomigliavo a Tony Bennett. "

"Non assomigli a Tony Bennett."

"Lo so! Stava bevendo. Il mio male! "Per rendere peggiore la vita a metà di Aaron, ora stava abusando del gergo di Twitter. "Mi ha detto che ho scosso la casa. “

"La casa è vecchia", non ho potuto fare a meno di dire.

Ordinò una Red Bull sugli scogli. "Non ho mai capito il sesso prima. Questo è ciò che è ironico. Sai cosa intendo? »Scossi la testa. "Mi ci sono voluti 50 anni per capirlo. Le donne mi amano Dicono che sono una cattura. Ero solito pensare che non ero niente di speciale. Ora, so di essere filet mignon! Forse lo farò la mia prossima colonna. Dal fegato tritato al filet mignon. Cosa ne pensi? Troppo? Non voglio che la gente pensi che io sia presuntuoso. "

"Me lo sono chiesto. La parte presuntuosa. Forse – "Ho scelto attentamente le mie parole," Un po 'di discrezione potrebbe non ferire. "Aaron inarcò un sopracciglio verso di me. "Voglio dire, non sono proprio affari di nessuno-"

"Hai davvero bisogno di rilassarti" disse Aaron. "Ho intenzione di dirti -"

'Dimmi cosa?"

"La vita non deve essere così dannatamente seria."

"Amo la mia vita."

"Anche io amo il mio", ha insistito. "Questo è il momento migliore che ho avuto negli anni. Mi sento libero! Non me ne frega un cazzo di ciò che pensa la gente. Ricordi cosa ero un prig? "Annuii. "Mi guardo allo specchio ora e penso, attento mondo! Il grande ragazzo è in città. So cosa dicono le persone di me- "

"Tu fai?"

"Pensano che dovrei comportarmi con la mia età. Pensano che io sia un imbarazzo. Dovrei fare la fila, abbottonarlo, interpretare il dignitoso uomo di mezza età. Bene, indovina cosa? Possono tenerlo. Se alla gente non piace quello che sto facendo, fanculo. Lo dico in tutta sincerità. Ho passato tutta la vita a giudicare le altre persone. Pensavo di sapere cosa fosse giusto per loro senza avere la minima idea di cosa fosse giusto per me. Se avessi prestato maggiore attenzione a come mi sentivo, forse non mi ci sono voluti 50 anni per iniziare a divertirmi. "

E proprio così, il motore della rettitudine si sparse in me. Sono caduto dal mio cavallo alto. Aaron aveva ragione – aveva ragione – mentre Meg e io, e la nostra stretta cerchia di amici, si sbagliavano perfettamente. I miei affari. I tuoi affari. Affari di Dio Il resto era una presunzione moralistica. Il resto era più su di noi che su di lui. Il mio lavoro come amico era di incoraggiarlo; se non potessi farlo, dovrei stare zitto e badare ai fatti miei. Ma per quanto riguarda la nostra promessa di tanto tempo fa di guardarci reciprocamente? Aaron si ricordò perfino del nostro voto di non trasformarsi in lechers in quel tardo appuntamento, per proteggere il nostro orgoglio e la nostra reputazione? Potrei chiedergli di questo uno di questi giorni, se la fase satirica della sua vita dovesse mai passare. Quanto a Meg, è ancora fuori di sé, indignata dal cambiamento di immagine di Aaron, indignata per non comportarsi come crede che un cinquantenne dovrebbe comportarsi, e spaventato da quello che gli aspetta se non si abbottona e stai zitto. Vorrei che tenesse d'occhio la palla e capisse perché ha smesso di uscire con lei stessa. Vorrei che lei scoprisse perché non è felice e finalmente fa qualcosa per questo. Fortunatamente, non sono affari miei. A meno che non chieda.

Solutions Collecting From Web of "Non è il tuo business: come mantenere amici e non influenzare le persone"