Non abbiamo iniziato il fuoco: perché i bambini consumano enormi quantità di media e multitasking per tutto il giorno (e notte)

Adolescenza, tecnologia e multitasking: "Tutta la notte …"

Ogni volta che faccio un'intervista e ogni volta che faccio un discorso programmatico qualcuno si rammarica del fatto che i giovani di oggi – che vanno dagli studenti universitari della Net Generation agli adolescenti della iGeneration – passino troppo tempo usando i media e la tecnologia, restano fino a tarda notte cablata e connessa, e multitasking come un matto letteralmente 24/7. I miei dati confermano che tutti questi sono davvero veri e ne aggiungerò alcuni alla lista. Ragazzi e giovani adulti bevono più bevande contenenti caffeina (caffè, bevande energetiche) di quanto sia sano, sono più sedentari, passano meno "face time" con gli amici, dormono troppo poche ore a notte e sono sempre esausti, inviano e rispondono incessantemente ai messaggi di testo quando sono con la famiglia e gli amici, tieni la televisione in secondo piano mentre studiano, i loro auricolari per iPod sono saldamente impiantati in ogni momento (anche a tavola) e chiedono risposte immediate da parte di tutti nella loro vita. Spesso si rifiutano di venire a tavola perché sono affascinati dall'ennesimo videogioco e sono scontrosi quando vengono finalmente strappati dal gioco e vengono a cena. Si rifiutano di rispondere al telefono quando i loro genitori – o chiunque – chiamano. Risponderanno comunque ai messaggi di testo anche se con brevi missive piene di acronimi e scorciatoie. Il loro mantra sembra essere "Voglio tutto. Lo voglio adesso. Lo voglio a modo mio. "

Dovremmo biasimarli per i loro comportamenti apparentemente maleducati? Direi che in realtà dobbiamo incolpare noi stessi.

  • Abbiamo creato l'ambiente per PC che cambia la finestra in modo che i bambini abbiano più finestre aperte in qualsiasi momento.
  • Abbiamo creato il World Wide Web che consente loro l'accesso a Whatever, Whenever e Wherever.
  • Abbiamo creato MySpace e Facebook e creato massicci social network – con oltre 100 milioni di visitatori giornalieri – che consentono loro di connettersi al loro intero mondo di "amici" in qualsiasi momento del giorno o della notte.
  • Abbiamo creato l'accesso a Internet a banda larga per consentire loro di passare rapidamente da una finestra all'altra e di caricare più finestre alla velocità della luce.
  • Abbiamo sviluppato messaggi di testo e ora i ragazzi inviano e ricevono più di 10 testi per sveglia, l'ora non scolastica ei preadolescenti inviano circa 5 testi per sveglia, orario non scolastico.
  • Abbiamo sviluppato messaggistica istantanea e chat che consente loro di parlare con così tante persone in un momento in cui è sconvolgente.
  • Abbiamo creato gli strumenti che consentono loro di connettersi istantaneamente da qualsiasi parte del mondo con i loro smartphone. Le previsioni sono che entro 6 mesi più del 50% degli adolescenti avrà un iPhone!
  • Abbiamo costruito l'iPod e altri lettori MP3 (ci sono davvero altri lettori MP3 dato che la quota di mercato di Apple è ora al 92%?) In modo che possano essere collegati alla loro musica sempre e ovunque. Abbiamo anche realizzato iTunes e download di brani da 99 centesimi.
  • Abbiamo costruito Wii, Play Station, X-Box e ogni sistema di gioco che consente loro non solo di giocare da soli ma di connettersi a – e parlare con – giocatori in tutto il mondo.
  • Gli abbiamo dato YouTube e l'abbiamo reso banale da filmare (con fotocamere digitali incorporate nei telefoni) e caricare i loro video.
  • Oh sì, non dimenticare che abbiamo sviluppato la programmazione televisiva con centinaia di spettacoli che possono essere guardati in qualsiasi momento, registrati su TiVo e riprodotti su un laptop o anche su uno smartphone. Abbiamo anche creato i titoli a scorrimento, le lavagne selvagge e ogni tecnologia che le stazioni di notizie utilizzano per catturare e mantenere la nostra attenzione.
  • Abbiamo creato i film e i programmi televisivi in ​​rapido movimento non appena abbiamo scoperto che i nostri figli non erano più affascinati dal guardare lentamente Barney o Mr. Rogers. Abbiamo perfino accelerato Sesame Street e aggiunto tagli rapidi piuttosto che segmenti più lunghi.
  • Abbiamo sviluppato quegli impegnativi film in 3-D che sono principalmente rivolti a bambini e ragazzi e li ha resi così realistici che i nostri bambini hanno supplicato di vederli.
  • Abbiamo sviluppato Monster, Rockstar, Red Bull e altre bevande energetiche che li tengono svegli di notte in modo che possano multitasking e utilizzare tutta la loro tecnologia.

Non dimentichiamo che siamo la generazione che ha detto ai nostri ragazzi che erano grandi, indipendentemente da quello che facevano. Hanno ottenuto trofei solo per giocare a calcio. Abbiamo incollato adesivi per paraurti sulle nostre auto dicendo al mondo intero che nostro figlio era una superstar a scuola.

Non sto dicendo che abbiamo fatto tutto questo consapevolmente. È solo un progresso, o forse potremmo obiettare. Certamente noi adulti abbiamo prosperato con tutta la tecnologia e i gadget. Ma, come dimostra la mia ricerca, sono i giovani a padroneggiare l'arte del multitasking (o piuttosto il rapido cambio di compiti) che è offerto da ogni tecnologia e media. Quindi perché ci chiediamo perché hanno abbracciato l'ambiente che abbiamo fornito e consumiamo enormi quantità di una straordinaria gamma di strumenti e giocattoli? Diamine, non li considerano nemmeno come "strumenti". Esistono semplicemente per rendere le loro vite più interessanti e divertenti. Per loro la tecnologia è come l'aria per noi. È un dato e lì per la presa.

È nostra responsabilità, in quanto genitori ed educatori, insegnare ai nostri figli come utilizzare questi strumenti in modo responsabile. Abbiamo bisogno di infondere un senso di equilibrio in modo che la nostra casa non sia governata dalla tecnologia. Non sto suggerendo che la televisione venga rimossa, il laptop spento e la cella inserita in una scatola. Ciò non funzionerà e tutto ciò che otterrete sarà un bambino arrabbiato e arrabbiato che affermerà che avete appena rovinato la sua vita sociale se non può mandare messaggi ai suoi amici, guardare l'ultimo episodio di [inserire l'ultimo show della hot TV qui] così lei puoi parlarne con i suoi amici o rimanere in contatto con amici reali e su schermo su Facebook e MySpace. Sto suggerendo che usiamo buoni strumenti comportamentali e creiamo un sistema in cui ognuno vince. Quando parlo con i gruppi di genitori di solito dico loro che il meglio che possono sperare è (1) fare un accordo con il loro bambino che per ogni ora di utilizzo della tecnologia ci devono essere 15 minuti di uso non tecnologico e preferibilmente giocare fuori o parlare a qualcuno faccia a faccia; (2) avere cene familiari almeno 3-4 volte a settimana brevi (non più di 30-45 minuti) e dove TUTTA la tecnologia è disattivata, il che significa che la TV si spegne e mamma e papà devono spegnere i loro telefoni cellulari, pure; e (3) avere almeno una volta le conversazioni settimanali di famiglia in cui i genitori e i figli parlano (seduti per terra in modo che siano più all'altezza degli occhi) per non più di 15 minuti su ciò che sta accadendo nel loro mondo; i genitori possono parlare per non più di 5 minuti e i bambini ottengono gli altri 10 e nessuno può giudicare.

Questo è un inizio. Esorto i genitori a capire la differenza tra stili genitoriali autorevoli, autoritari, indulgenti e permissivi e riconosco che l'unico che è coerentemente correlato con il buon comportamento (o la mancanza di cattivo comportamento) è uno stile genitoriale autorevole in cui i genitori stabiliscono regole, limiti e limiti ma i bambini entrano e negoziano le conseguenze di superare quei confini. Dico ai genitori di insegnare ai loro figli a imparare come negoziare e come lasciare che i bambini vincano le "piccole cose" in modo che i genitori possano vincere i problemi più grandi.

Incoraggio inoltre gli insegnanti a trovare il modo di trasformare il loro ambiente unitasking (I lecture, you listen) in un mondo multitasking e ricco di tecnologia. Ad esempio, i telefoni cellulari con accesso a Internet possono essere ottimi strumenti per fare una domanda ("Trova un fatto interessante su Benjamin Franklin") in un divertente esercizio. Insegnamento sulla Cappella Sistina? Mandate i bambini su Second Life per vederli in 3-D e lasciate che i loro avatar salgano al soffitto e osservate da vicino il capolavoro del soffitto di Michelangelo. Dare un foglio di lavoro in classe? Lascia che i bambini usino il loro iPod (eresia!) Purché il volume sia abbastanza basso da non disturbare gli altri studenti. Ci sono molti strumenti che possono essere utilizzati in aula e in casa GRATUITAMENTE, che consentono all'insegnante di passare dal content disseminator all'analizzatore di contenuti come doveva essere nei modelli educativi originali.

Il mondo è pieno di giocattoli divertenti che sono coinvolgenti e divertenti. Il nostro compito è quello di genitori e insegnanti (e psicologi) di aiutare i nostri figli a utilizzarli in modo sicuro e in modi che li aiutino a mantenere i loro voti scolastici, a godersi una vita sociale (anche se a volte virtuale) e a rimanere in contatto con la loro vasta rete di amici. Come Billy Joel ha detto, "Non abbiamo iniziato il fuoco". Ma abbiamo creato alcune tecnologie straordinarie che sono molto coinvolgenti e offrono infinite possibilità di apprendimento. Il nostro compito è indirizzare i nostri figli verso quei doni pur consentendo loro di essere ancora bambini.

Solutions Collecting From Web of "Non abbiamo iniziato il fuoco: perché i bambini consumano enormi quantità di media e multitasking per tutto il giorno (e notte)"