Noia, violenza e passione

Gli studi hanno dimostrato che la noia può portare a violenza adolescenziale e avere una passione aiuta.

CCO Creative Commons

Fonte: CCO Creative Commons

La prevalenza delle sparatorie nelle scuole di massa e l’aumento della violenza armata tra gli adolescenti ha lasciato molti di noi non solo increduli, ma anche lottando per capire il perché del problema. Mettendo da parte la legislazione sulle armi, consideriamo il motivo per cui gli adolescenti considerano persino di armarsi con le pistole, e quindi prendere la decisione di premere il grilletto su se stessi e / o su altri.

Uno dei motivi per cui un adolescente potrebbe persino possedere un’arma è a causa di pensieri suicidi. Il Dr. David Grossman (2018), un ricercatore pediatra di Kaiser Permanente, ha affermato che gli adolescenti depressi o che hanno problemi con l’abuso di sostanze hanno maggiori probabilità di suicidarsi. Il dott. Grossman sostiene lo screening di routine per la depressione in tutti i ragazzi e offre quindi un trattamento per ridurre i danni a se stessi o agli altri. Lo screening della depressione, dice, è anche un modo per aumentare la consapevolezza dei genitori e della scuola.

Aumentare la consapevolezza è il primo passo, ma nella maggior parte dei casi non esiste una risposta semplice per salvare la vita degli adolescenti e dei loro coetanei. Tuttavia, una cosa è chiara: in ciascuno dei casi di sparatorie di massa, in particolare nelle scuole, l’assassino era psicologicamente instabile; e molti sarebbero d’accordo che avrebbe dovuto essere vietato di avere accesso a una pistola in primo luogo.

Abbiamo bisogno di esaminare più da vicino gli stati mentali degli adolescenti che si impegnano in comportamenti di assunzione di rischi. Questo tipo di studio dovrebbe essere in prima linea nella ricerca futura sui giovani che si mettono nei guai. Per facilitare questo processo, abbiamo bisogno di avere più psicologi scolastici sul posto, il che aumenterebbe la possibilità che questi individui vengano identificati prima di agire. Che cosa fare con loro una volta identificati, però, è foraggio per un’altra discussione, ma ho qualche idea. Molti dei bambini che si impegnano in comportamenti a rischio sono semplicemente annoiati, e gli adolescenti annoiati significano problemi. Molti adolescenti che si impegnano in comportamenti a rischio sono lasciati a se stessi e potrebbero non avere modelli di ruolo appropriati.

Prendiamo la mia figlia maggiore, per esempio. Mentre ora è una madre stabile sui trent’anni, la sua adolescenza è stata segnata dalla noia e dalla turbolenza. Non ha commesso atti di violenza, tranne quando si trattava di se stessa. Ha ricoperto il suo corpo di tatuaggi e piercing e si è impegnata in alcuni comportamenti preoccupanti che l’hanno portata ad una scuola di crescita emotiva nello Utah per otto mesi. Altri potrebbero scegliere diversi comportamenti a rischio che potrebbero mettere loro stessi o i loro coetanei in pericolo.

Durante il programma di mia figlia in Utah, io e mio marito abbiamo imparato molte lezioni, ma la più importante è stata che non è una buona idea per i ragazzi essere annoiati, e quando lo sono, è un segno che hanno bisogno di trovare una passione, qualcosa positivo che trattiene il loro interesse, che si tratti di arti, sport o servizio alla comunità.

Quando il nonno di mia figlia ha sentito questo, è andato a comprarle una macchina fotografica e quel gesto semplice ha cambiato la sua vita. Abbiamo sempre saputo che era visiva, ma all’inizio non abbiamo collegato i punti su quello. Ottenere quella macchina fotografica stava cambiando la vita per lei. La distrasse dai precedenti comportamenti di assunzione del rischio, come la vendita di droghe e la mutilazione del corpo.

Gli studi hanno dimostrato che c’è un aumento del numero di crimini durante i mesi estivi a causa della noia. A volte gli studenti non sanno a chi rivolgersi o cosa fare, quindi ci vogliono insegnanti e genitori astuti per identificare gli interessi e le passioni naturali dei bambini e incoraggiarli in questo modo. Non sto incolpando gli adulti per cattiva condotta dei loro figli, ma a volte possono essere un fattore che contribuisce. Prendi in considerazione quei genitori che lavorano molte ore e molti lavori e lasciano i loro figli a badare a se stessi, a volte i loro coetanei, che potrebbero anche essere persi, sono le loro uniche influenze.

Se la noia è alla base della presa del rischio da parte degli adolescenti, allora dobbiamo affrontare questo problema. Un recente studio di Biolocati et al. (2018) hanno studiato la relazione tra adolescenti che si annoiano e la possibilità di assumere rischi o comportamenti estremi e hanno scoperto che coloro che erano annoiati si assumevano più rischi. Ridurre al minimo la noia implica coinvolgere gli adolescenti in attività che li interessano o passioni che stanno cercando di realizzarsi.

La noia e la mancanza di passione possono sicuramente causare rabbia e depressione, che potrebbero essere al centro di tanti dei problemi che affliggono la gioventù di oggi. Uno studio longitudinale di Spaeth et al. (2015) hanno identificato la connessione tra noia e delinquenza. Ha esaminato molti fattori, come il genere, il rifiuto dei pari, i tratti scolastici inferiori-superiori, i rapporti familiari, il temperamento, la vita rurale-contro-urbana e la depressione. Quest’ultimo potrebbe impedire agli adolescenti di cercare anche attività per superare la loro noia; pertanto, la depressione deve prima essere identificata e trattata. I risultati dello studio hanno indicato che i buoni rapporti con familiari e colleghi minimizzano la noia nell’adolescenza. Quante volte abbiamo sentito dire che uno sparatutto di massa o un giocatore a rischio era un solitario? Questi problemi devono essere affrontati! L’accettazione da parte dei pari è fondamentale durante l’adolescenza, e il non essere accettati può anche comportare comportamenti di assunzione di rischi e / o di ricerca di attenzione. In sintesi, lo studio ha dimostrato che la noia tra gli adolescenti è complessa e richiede un esame ancora più approfondito.

Come scrisse Glen Gehler, PhD, nel suo articolo “Salute mentale e tiri scolastici”, è vitale portare consapevolezza alla salute mentale in questo paese, chiedendo assistenza legislativa.

Riferimenti

Gehler, G. (2018). “Salute mentale e tiri scolastici”. Psicologia oggi. 15 febbraio

Grossman, D. (2018). “Il ricercatore pediatra di Kaiser-Permanente discute degli adolescenti e della sicurezza delle armi.” K aiser-Permanente Newsletter.

Spaeth, M., K. Weichold e RS Silbereisen (2015). Lo sviluppo della noia del tempo libero nella prima adolescenza: predittori e associazioni longitudinali con delinquenza e depressione. Psicologia dello sviluppo. Vol. 51. Numero 10. pp. 1380-84.

Solutions Collecting From Web of "Noia, violenza e passione"