(No) Casa per le vacanze

Le vacanze sono festose, divertenti, frenetiche, divertentissime, fugaci e, francamente, volubili. L'incredibile numero di film hollywoodiani a tema festivo e in vacanza, testimonia questo fatto. E poi c'è il ciclo infinito della canzone natalizia ancora popolare, "I'll Be Home for Christmas", cantata per la prima volta da Bing Crosby nel 1943 mentre la Seconda Guerra Mondiale infuriava. Presumibilmente, i principali dirigenti delle compagnie discografiche si sono dapprima rifiutati di registrare la canzone, a causa della sua battuta finale, "Sarò a casa per Natale, anche se solo nei miei sogni". Hanno pensato che fosse un downer di un finale. Ma, naturalmente, ha attinto alla realtà per molte persone – non solo per i soldati – che non sono potute andare a casa e sono state lasciate con solo sogni nostalgici di neve e vischio.

Continua a sfruttare la realtà per molte persone. Non solo per le persone sfollate dalle loro terre d'origine dalle guerre, come quella attuale in Siria. (Per un eccellente articolo approfondito su una famiglia di rifugiati siriani in Canada, vedi l'articolo del NYT "Meraviglia e preoccupazione, come un bambino siriano trasforma" di Catrin Einhorn e Jodi Kantor, 12-17-16. Questo mi fa amare il mio vicino di casa a nord.) E non solo per le persone che non hanno mai avuto una casa sicura, calda e protettiva per cominciare. La Dr.ssa Nancy Goldov dell'Associazione Psicologica dello Stato di Washington ne parla, sottolineando che alcune persone "trovano la pressione per essere felici e felici difficili" e che un particolare fattore scatenante di quest'anno è la "situazione politica altamente problematica che ha polarizzato alcune famiglie. "(Vedi l'articolo del Seattle Times ," Solo per le vacanze – e amorevole "di Christine Clarridge.)

La casa, non solo per le vacanze ma in qualsiasi momento, è anche solo un sogno per tanti dei nostri membri della comunità che sono senzatetto. Lo so a livello personale, eppure ieri ha assunto un nuovo livello di intensità. Lavorando nel sottoraffreddamento e nel clima nevoso, abbiamo aiutato i residenti di Tent City 3 in un angolo dell'Università di Washington (UW), nel campus di Seattle. I volontari della comunità hanno aiutato i residenti di Tent City a sistemare tende e tende e lattine di cibo. Altri hanno spostato i pallet di legno in una linea e hanno incollato il compensato sulla parte superiore per servire come "terreno" parzialmente asciutto e non ghiacciato per le tende in cui i residenti dormiranno per i prossimi tre mesi. Tent City 3 fa parte dell'organizzazione Seattle Housing and Resource Effort (SHARE), che è autogestita, democratica, di base e guidata da senzatetto e ex senzatetto.

Sono orgoglioso del lavoro dedicato di molti dei nostri studenti, docenti e personale dell'UW che hanno sostenuto che UW ospiterà Tent City 3. Sono orgoglioso della nostra università pubblica per il rispetto dei suoi valori istituzionali, tra cui:

  • "Cittadini del mondo. Siamo compassionevoli e impegnati nella ricerca attiva dell'impegno e della connessione globali. Assumiamo ruoli di leadership per rendere il mondo un posto migliore attraverso l'educazione e la ricerca. Abbracciamo il nostro ruolo per promuovere la cittadinanza impegnata e responsabile come parte dell'esperienza di apprendimento dei nostri studenti, docenti e personale.
  • Essere pubblici. Come università pubblica siamo profondamente impegnati a servire tutti i nostri cittadini ".

Solutions Collecting From Web of "(No) Casa per le vacanze"