My Phobia: ora lo vedi, ora non lo fai

Non ho mai avuto quello che un medico chiamerebbe una "fobia".

Una fobia è una classe di disturbo d'ansia forte, pervisivo e irrazionale. Per essere classificato come una fobia, la persona deve aver paura di qualcosa che non è in realtà minaccioso. (C'è un bel riassunto delle informazioni sulle fobie qui.) Essere nervoso quando si sale una scala alta e traballante non è fobico, è una normale reazione cauta. Essere incapaci di attraversare un ponte in un'auto è probabilmente fobico.

Ho visto fobie in azione. Una volta ero in macchina in Cile con una ragazza di 13 anni. Un enorme ragno, il tipo chiamato "ragno di una cena", dall'altra parte della strada. Era grande – l'ho scambiato per uno scoiattolo. Ma era FUORI dalla macchina e 25 'di distanza.

La ragazza divenne isterica, singhiozzante e tremante per oltre cinque minuti. Questa è una vera fobia. La sua risposta era abbastanza tipica di qualcuno che è veramente fobico. Il suo cuore batteva, lei tremava violentemente, era terribilmente spaventata e avrebbe certamente corso se avesse potuto. (Incapace di fuggire, si raggomitolò sul pavimento dell'auto con le mani sopra la testa.)

La maggior parte delle persone cerca un trattamento per le fobie quando iniziano a interferire con le loro vite. O non lo fanno, e vivono inopportunamente da loro. Un membro della famiglia di mio marito usciva abitualmente dall'auto e attraversava i ponti perché temeva di attraversarli. Quando non riusciva a camminare, si metteva la testa in grembo e si copriva gli occhi canticchiando. Per lei, questa combinazione era abbastanza per distrarla dal suo vero terrore.

Fortunatamente, le fobie più lievi delle persone tendono ad essere relativamente sensibili al trattamento. Attraverso una combinazione di desensibilizzazione, in cui si diventa progressivamente abituati a ciò che si teme e si affronta direttamente con l'ansia attraverso la terapia e i farmaci, molte persone che hanno solo una o due fobie possono imparare a funzionare molto bene. Spesso si possono trattare paure specifiche.

Ecco perché io, come psicologo, ho trovato interessante il mio improvviso sviluppo di una fobia.

Claustrofobia a Paura di volare

Anche se non ho la claustrofobia di per sé, non sono nemmeno matto per gli spazi ristretti. La prima volta che ricordo di essermi sentito così è stato quando sono andato in campeggio come scout e ho dormito in un loft affollato intorno al 2 'sotto la grondaia. Mi sono slogato la caviglia poco prima di andare a dormire e ricordo di aver fissato quel soffitto molto vicino per tutta la notte diventando sempre più sopraffatto dal dolore.

Non mi sono mai appassionato di spazi davvero stretti. Andare nelle caverne, certo. Spremere in piccole crepe strette nelle caverne … Beh, non qualcosa di cui sarei davvero entusiasta.

Mentre sono diventato più vecchio (e anche un po 'più pesante), strisciare sotto letti stretti, sotto le macchine o sotto gli armadietti del bagno per sistemare le tubature potrebbe cominciare a evocare quel tipo di irrazionale, pauroso, so che non c'è niente di male ma mi sento gentile di panico, sentimento. Era uno dei tanti piccoli fastidi della mezza età adulta. Non ancora una fobia, ma una fastidiosa nota irrazionalità da parte mia.

Non avevo mai avuto paura di volare, comunque. In effetti, adoro volare. Vado in tutto il mondo a fare ricerche, ed è per questo che era così dannatamente noioso quando, all'improvviso, avevo improvvisamente paura di volare.

Posso dirti ESATTAMENTE quando è iniziato.

Ho letto un articolo sul New York Times : "Ansia: cose da temere e detestare". Era un pezzo interessante di cose strane alle quali la gente aveva paura (cose raggruppate insieme, favi, mascotte sportive, ecc.)

L'articolo menzionava di passaggio che il timore di alcuni di volare era dovuto alla claustrofobia. Eh. Claustrofobia? Non avevo mai pensato prima.

Ma all'improvviso l'ho fatto. E improvvisamente, ero terrorizzato.

Ho immaginato quanto i miei piedi fossero affollati sotto il sedile. E in quel modo una persona troppo grande si è schiacciata vicino a me in modo da non potermi muovere. E quell'odore davvero malaticcio che usciva dalle bocchette dell'aria. E quell'odore di dolce disinfettante dal bagno. E…

All'improvviso, non ero troppo contento di volare. Il che era un peccato, visto che stavo per salire su un aereo per otto ore per andare a una conferenza. Potevo immaginarmi seduto al mio posto, preparandomi a decollare, e semplicemente nel panico.

Sarei isterico

Sarei imbarazzato

E dovrei scendere dall'aereo.

Il solo pensiero mi ha fatto sentire male. Non il pensiero di volare. Il pensiero di essere PAURA di volare e perdere la calma. E intendo non solo un po 'nervoso. Coraggio del cuore e sensazione di paura crescente e bile. Vera paura

Real v. Imagined Fear.

Fortunatamente, le mie paure non sono state realizzate.

Sono salito sull'aereo, come sempre, e mi sentivo bene. Siamo partiti e tutto andava bene. Proprio come sempre

Mi preparai a volare a casa, pensai a come avrei potuto andare nel panico e sentirmi, beh, nel panico. Una risposta fobica incipiente.

Di nuovo, salii sull'aereo, respirai profondamente, mi costrinsi a rilassarmi e andai bene.

Da allora, ho fatto tre o quattro voli, tutti senza incidenti. Ogni volta, divento un po 'meno spaventato che stavo andando nel panico.

Stamattina, ho pensato ai miei due prossimi e lunghissimi viaggi. E ho sentito … NULLA. Niente se non eccitato per il viaggio. La paura era sparita.

Improvvisamente com'era arrivato, la mia fobia in erba era scomparsa.

Penso, in realtà, di essermi abituato ad esso. Non avevo mai avuto paura di volare, ma piuttosto avevo paura di aver paura di volare.

Una volta mi sono abituato all'idea che potrei aver paura, ho avuto diverse "esperienze correttive" in cui non ero. Inoltre, avevo pensato, intellettualmente, a cosa lo stava causando e perché, mi ero sentito a mio agio con la mia paura.

E diventando sempre più vicino ad esso intellettualmente, l'aveva fatto andare via.

Assuefazione in miniatura.

È stato incredibile per me quanto velocemente e improvvisamente potesse sorgere una tale fobia e, ancor più, quanto rapidamente potesse estinguersi.

Solutions Collecting From Web of "My Phobia: ora lo vedi, ora non lo fai"