Musica da un altro pianeta

L'ultima volta, ho sostenuto che il miglior (e forse unico) beneficio della religione era la spettacolare arte e musica che produceva. Certo, ci sono altri risultati, incluso quello che Stephen J. Gould ha definito "confusione delirante". Ma a conti fatti, sono con Richard Dawkins e Christopher Hitchens: i risultati sono fortemente orientati in direzione negativa quando esaminiamo l'impatto della religione sulla civiltà umana.

Questa volta ho promesso di offrire alcuni esempi specifici di quanto possa essere buona quella musica religiosa. Gli esempi più ovvi per la maggior parte di noi sono classici. L'elenco è lungo e prevedibile: il Messia di Handel; Messa in si minore di Bach; La Messa da Requiem di Mozart in Re minore – in effetti, i requiem di quasi tutti fanno la lista: Verdi, Berlioz, Faure, Brahms.

Tuttavia, dovremmo tenere presente che non tutta questa musica religiosa è stata scritta da persone in preda all'estasi spirituale. Le chiese di quei tempi tenevano i soldi e commissionavano le opere a loro piacimento. Inutile dire che non erano interessati ai brani dance. Forse è un po 'troppo forte per suggerire che scrivere musica religiosa fosse semplicemente un concerto, ma qualcuno doveva pagare JS Bach per sostenere la sua progenie piuttosto estesa (20 bambini erano nati da due mogli).

E quindi cercheremo altrove, un po 'più vicino alla nostra vita, per trovare musica religiosa spettacolare. Se limitiamo la nostra ricerca agli ultimi 75 anni, ci sono molti esempi, anche se nessuno di essi è sinfonico o particolarmente sofisticato. Ma si avvicinano molto al tipo di bellezza spirituale grezza di cui abbiamo parlato.
Ecco alcuni esempi degli anni '50, tratti dalla cultura sia bianca che nera:

Ascolta Rank Stranger, uno sguardo intenso sulla fede nell'aldilà di The Stanley Brothers, un duetto di gospel country. O forse il disco di The Staples Singers di Uncloudy Day. Se questa profonda armonia vocale e la chitarra tremolo non mandano la pelle d'oca su e giù per la schiena, nulla lo farà. Anche l'icona della musica country, Hank Williams, era in grado di creare una musica gospel spettacolare. La sua registrazione di A House of Gold è stata pubblicata postuma nel 1954, e fa la sua parte per sostenere la reputazione stellare di Williams. Poi c'è la superstar della musica pop Sam Cooke. Pochi dei suoi fan alla fine degli anni '50 si sono resi conto che Cooke ha iniziato la sua carriera come cantante adolescente di The Soul Stirrers, un quartetto gospel di grande successo. Le registrazioni religiose di Cooke dei primi anni '50 sono state antologizzate e pochi raggiungono il potere grezzo del bellissimo Touch The Hem of His Garment. Allo stesso modo, l'età d'oro del canto del quartetto gospel ha prodotto registrazioni di un potere impressionante dal Golden Gate Quartet e dal Fairfield Four.

Una recente compilation di 3 CD, pubblicata dall'etichetta Tompkins Square di New York, raggiunge nuove vette nel mostrare la bellezza primitiva del vangelo nero post-bellico. Chiamato Fire In My Bones, questa raccolta comprende 80 registrazioni, realizzate tra il 1944 e il 2007. Esamina più di sei decenni di ciò che i compilatori chiamano "Vangelo afroamericano crudo, raro e ultraterreno". La descrizione è appropriata. Questa musica offre uno sguardo profondo su come la credenza nelle entità e miti soprannaturali possa alimentare i propri fuochi creativi. Questa musica a volte suona oscura e torturata ed è occasionalmente così cruda che è sorprendente. Eppure il suo tema è tematicamente identico ai corinzi di Bach e al Messia di Handel più sofisticati.

Ciò che è veramente meraviglioso nella mente umana è che non abbiamo bisogno di condividere la credenza del predicatore dell'angolo di strada nel soprannaturale per apprezzare la bellezza e il potere della sua musica. Se la religione è dietro a questo, tutto quello che posso dire è "Continua!" Forse Gould aveva ragione e queste convinzioni non sono altro che assurdità deliranti. Ma alla fine della giornata, è difficile non ammirare i risultati che queste illusioni hanno ispirato.

Solutions Collecting From Web of "Musica da un altro pianeta"