Molti conflitti di interesse della psichiatria

Pitac/iStock/Thinkstock
Fonte: Pitac / iStock / Thinkstock

"Il nostro uso di farmaci psichiatrici si potrebbe dire che va dall'utero alla tomba", Robert Whitaker e Lisa Cosgrove osservano con precisione e agghiacciante nel loro studio coautore Psychiatry Under the Influence, un potente e importante libro sui numerosi conflitti di interesse del campo. "Un numero crescente di bambini nati oggi è esposto ad un antidepressivo in utero, e gli psicofarmaci vengono regolarmente somministrati agli anziani nelle case di riposo a individui senza disturbi psichiatrici. In quanto tale, la nostra società ha un interesse irresistibile per l'indagine che è al centro di questo libro ".

In effetti ha, e gli autori hanno definito gli alti interessi per la salute pubblica e mentale intraprendendo una rigorosa indagine sui conflitti etici e finanziari che affrontano tutti gli aspetti della psichiatria accademica e clinica, dalla sua ampia dipendenza dai finanziamenti industriali alla sua ben documentata lotta per applicare soglie severe e affidabili per dozzine di disturbi aggiunti al suo manuale diagnostico ufficiale, il DSM : "Ad ogni passo", concludono gli autori, "abbiamo visto l'integrità del processo scientifico compromesso da due economie di influenza: l'improprio della psichiatria dipendenza "dall'industria farmaceutica e dagli interessi della gilda della psichiatria".

Cosgrove, PLoS Med (2012); used with permission.
Fonte: Cosgrove, PLoS Med (2012); usato con permesso.

Entrambe le serie di conflitti sono esaminate in modo così dettagliato che a un certo punto stiamo seguendo le precise quantità di denaro chiave "leader del pensiero" sono stati rimborsati per i loro voli, esattamente dove sono rimasti durante i simposi ben remunerati, e, molto più critico, quale percentuale di loro serviva in DSM-5 per le task force e le commissioni DSM aveva legami con l'industria (un aumento complessivo dal 57% nella metà degli anni '90 al 69%, con il 100% di coinvolgimento in diversi sottocampi). Scopriamo anche quali aziende farmaceutiche hanno pagato generosamente per la difesa e il supporto degli esperti, fino al punto di scrivere articoli per loro. Questi sarebbero arrivati ​​con una copertina che ricordava che doveva essere gettato prima che il lavoro in questione fosse presentato per la pubblicazione. I numeri sono dettagliati per il dollaro più vicino. I casi più eclatanti sono nominati per sottolineare la veridicità, e come Lawrence Lessig, professore di diritto e leadership di Furman ad Harvard, osserva nella sua prefazione al libro, i risultati sono sia "incredibilmente convincenti" che deprimentemente convincenti.

Derivato dalla ricerca intrapresa a Edmond J. Safra Center for Ethics di Harvard, in particolare sulla "corruzione istituzionale", Psychiatry Under the Influence è apparso quasi un anno fa, ma continua ad essere importante per tutto, dai dibattiti sui biomarcatori alla preoccupazione sui costi sanitari negli Stati Uniti presidenziali gara assicura la sua rilevanza per gli anni a venire. Whitaker e Cosgrove – rispettivamente un giornalista investigativo pluripremiato e autore di Anatomy of an Epidemic e Mad in America ; e uno psicologo clinico e professore presso l'Università del Massachusetts, Boston, coautore anche di The Ethics of Pharmaceutical Industry Influence in Medicine e coeditor di Bias in Psichiatria Diagnosi, ha portato alla luce alcune delle loro prove tramite l'Archivio di documentazione della Drugs University of California e richieste al Progetto sulla supervisione del governo.

APA annual financial reports, 1980-2012; used with permission.
Fonte: relazioni finanziarie annuali APA, 1980-2012; usato con permesso.

Certamente, nessuno che legge Psychiatry Under the Influence con la necessaria attenzione potrebbe non notare un uso esatto dei dati per supportare contenuti forti e, per molti, sgradevoli: l'APA ha ampiamente mancato di affrontare la crescente dipendenza dai finanziamenti industriali per borse di studio, borse di studio e programmi, con entrate che salgono da $ 11,3 milioni nel 2000 solo per le riunioni sponsorizzate, entro il 2008, per un totale di $ 65,3 milioni di entrate generali. In effetti, dopo gli sforzi di quell'anno per eliminare gradualmente i simposi di supporto all'industria, l'organizzazione negli ultimi anni è tornata da loro, presentando i loro finanziamenti sia attraenti che inevitabili.

Sono stati anche segnalati avvertimenti su tali legami (anche da parte di addetti ai lavori). Come ha detto Fred Gottlieb, relatore dell'APA in un rapporto del 1985 sui protocolli di ricerca, riguardo a ciò che ha definito "i milioni di dollari di denaro per le case farmaceutiche che riceviamo ogni anno dalle mostre pubblicitarie e commerciali e per conferiti incarichi di docenza e funzioni sociali": "Non suggerisco o loro o noi siamo gente malvagia. Ma continuo a credere che accettare tali soldi sia, a lungo termine, ostile al nostro funzionamento indipendente "(qtd.37, la sua enfasi).

Nel frattempo, sulla base di una serie di prove sempre più inquietanti, l'APA ha nella Whitaker e la valutazione di Cosgrove non è riuscita a proteggere il pubblico da danni indebiti, inclusi trattamenti medici la cui sicurezza ed efficacia sono stati ripetutamente esagerati, quando la letteratura effettiva ha indicato ripetutamente di fallire risultati a lungo termine, in particolare dopo tre anni di trattamento farmacologico, un intervallo in cui molte sperimentazioni farmacologiche non sarebbero state progettate per lo studio.

Psychiatry Under the Influence è pieno di informazioni di vitale importanza su una serie di crisi e preoccupazioni interconnesse, dai compromessi della psichiatria su dati oggettivi alla sua lotta per applicare soglie severe e affidabili per i disturbi aggiunti dalla dozzina al suo manuale diagnostico ufficiale, il DSM . Sempre partendo dalle conclusioni delle sperimentazioni sui farmaci e studiando se stessi, tra cui i disallineamenti tra gli abstract e le principali argomentazioni in alcune delle principali riviste, le tesi di Whitaker e Cosgrove sulla psichiatria organizzata o istituzionale sono meglio riassunte da questo paragrafo:

La letteratura psichiatrica è viziata in molti modi. Gli psichiatri accademici prestavano regolarmente i loro nomi a documenti ghostwritten. I dati di prova potrebbero essere stati "estratti" per segnalare un finanziamento positivo per un farmaco che non ha dimostrato efficacia su una misura di outcome primario. Le conclusioni annunciate negli abstract possono essere discordanti con i dati nel corpo dell'articolo. Le recensioni dei dati presentati alla FDA rivelano un profilo diverso dei rischi e dei benefici per un particolare farmaco rispetto a quello riscontrato negli articoli pubblicati. Scarsi risultati per i pazienti medicati negli studi a lungo termine non sono stati comunicati al pubblico. E così via.

L'effetto cumulativo di tali dati corrotti, notano, è "una letteratura medica che esagera i benefici dei farmaci psichiatrici e sottovaluta il loro rischio", nel mentre rende "impossibile per gli psichiatri e altri medici fornire ai loro pazienti informazioni sufficienti" fare una scelta intelligente. ' La "base di prova" pubblicata è macchiata, e quindi tutta la società finisce un po 'nell'oscurità. "

Whitaker e Cosgrove costruiscono il loro caso per tale "corruzione istituzionale" con scrupolosa attenzione, coprendo sia la storia recente e lontana delle diagnosi psichiatriche; aggiunte importanti e ancora controverse al DSM e, in particolare, come l'APA, "attraverso i suoi criteri ampliati per la diagnosi dei disturbi mentali, … ha contribuito a creare un mercato molto più ampio per i farmaci psichiatrici …. da circa $ 800 milioni nel 1987 a oltre $ 35 miliardi nel 2010. "Il fatto che" 297 o più diagnosi fossero elencate nel DSM-IV ha portato ", notano, a" una domanda ovvia: potrebbero esserci davvero molti disturbi mentali discreti? ? "Eppure le diagnosi stesse erano" avvolte nel mantello delle malattie mediche, anche se le affermazioni sul "limite dell'approccio categorico" del DSM-IV dicevano che le linee di confine venivano disegnate arbitrariamente ".

Apprendiamo che molti anni dopo la comparsa del DSM-III nel 1980 e cinque anni dopo che il presidente della task force Robert Spitzer sosteneva in modo fuorviante che i suoi criteri "sarebbero" suggeriti "solo [con] qualsiasi clinico … liberi di usarli o ignorarli mentre "La maggior parte dei 265 disordini [elencati] non erano ancora stati convalidati" (numero 22). Nel frattempo, voci preoccupate come quella dello psichiatra della Yale Medical School James Phillips si sono lamentate del fatto che "il sorprendente fallimento della ricerca per convalidare le categorie DSM- DSM e DSM-IV ha portato a una crisi concettuale nella nostra nosologia" (qtd 60).

Assistiamo a Ronald Pies, direttore di Psychiatric Times, congedando i discorsi sulla "nozione di squilibrio chimico come sempre una sorta di leggenda metropolitana" anche se un futuro presidente dell'APA (Nada Stotland) era impegnato a contendere che gli antidepressivi "ripristinano la chimica del cervello alla normalità" "E uno psichiatra leader per l'Alleanza nazionale per i malati mentali (Peter Weiden) sostenne che i farmaci antipsicotici più vecchi" correggono la chimica del cervello ", mentre i trattamenti più recenti" sembrano fare un lavoro migliore di bilanciamento di tutte le sostanze chimiche del cervello, incluso dopamina e serotonina "(Qt 59, 54, 53).

Psychiatry Under the Influence porta anche i lettori attraverso una serie di scandali legati agli antidepressivi SSRI e agli antipsicotici atipici, compresi i problemi ben documentati che presentano come tendenza al tapering e al suicidio indotto dalla droga. Il libro descrive sia l'ascesa che il marketing espanso dell'ADHD; la ridefinizione della depressione come inseparabile dalla tristezza normale e legata all'evento; e dati che indicano che i cambiamenti indotti da antidepressivi nel cervello rendevano i pazienti più vulnerabili biologicamente alla depressione.

Whitaker e Cosgrove scrivono in modo attento e persuasivo sui danni individuali e sociali che derivano dall'incapacità dei pazienti e dei medici di fare scelte informate sui nostri farmaci più ampiamente prescritti. Descrivono in dettaglio il tradimento della fiducia pubblica che emerge "quando le persone a cui è stato detto che soffrono di uno squilibrio chimico scoprono successivamente che non è così". E offrono diverse "prescrizioni per la riforma", compreso il fatto che l'APA passa a richiedere che la sua gli ufficiali sono liberi dai legami dell'industria farmaceutica e istituiscono una politica che esclude le offerte dell'ECM (Continuing Medical Education) finanziate dall'industria. L'organizzazione potrebbe anche "decidere che i membri del consiglio delle sue due armi filantropiche – l'American Psychiatric Institute for Research (APIRE) e la American Psychiatric Foundation – non potrebbero avere legami con l'industria".

Whitaker e Cosgrove riconoscono che la divulgazione di tali conflitti di interesse non sarà di per sé una soluzione ai pregiudizi in corso e che permangono molti ostacoli strutturali alla riforma, compreso il modo in cui l'APA è diventato dipendente dai finanziamenti delle compagnie farmaceutiche. Anche così, condividono con la studiosa di medicina Sunita Sah e il medico Adrian Faugh Berman un tranquillo ottimismo sul fatto che "se un maggiore prestigio accademico si accosta a relazioni lontane piuttosto che strette con l'industria, può emergere una nuova norma sociale che promuove la cura e l'integrità scientifica" (qtd. 202).

Possiamo solo sperare che lo faccia. Il punto sottolineato più volte in Psychiatry Under the Influence è che non dobbiamo accontentarci semplicemente di interpretare il mondo della psichiatria; in tutti i modi possibili, dobbiamo sforzarci di cambiarlo. Come Lawrence Lessig commenta astutamente nella sua prefazione al libro, "Che ci fosse o meno una scusa per quali vaste aree della psichiatria sono diventate, non ci può essere una scusa per lasciarla intatta ora."

Psychiatry Under the Influence può essere acquistato online qui.

christopherlane.org Seguimi su Twitter @christophlane

Solutions Collecting From Web of "Molti conflitti di interesse della psichiatria"