Modelli obsoleti di mascolinità Spesso gli uomini più vecchi di sabotaggio

tommaso lizzul/Shutterstock
Fonte: tommaso lizzul / Shutterstock

Mentre invecchiamo, spesso ci aggrappiamo alle aspettative socializzate obsolete di "cosa significa essere un uomo" che abbiamo imparato durante la nostra gioventù. Secondo un recente rapporto, attenersi a un rigido schema di mascolinità può lasciare gli uomini più grandi accecati dalla potenziale vulnerabilità e fragilità che accompagna la vecchiaia.

I risultati di questo recente rapporto – co-autore di Edward Thompson Jr. e Kaitlyn Langendoerfer – sono stati pubblicati sulla rivista Men and Masculinities .

Qualche anno fa, Thompson e Langendoerfer si sono chiesti: "Il modello culturale di" essere un uomo "dirige gli uomini più anziani in schemi di comportamento ed emozioni simili a quelli degli uomini più giovani?" Per trovare una risposta a questa domanda, hanno approfondito i dati narrativi sulla mascolinità raccolta da quasi 100 studi precedentemente pubblicati.

Hanno scoperto che la "scrittura" stereotipicamente maschile usata dagli uomini più anziani all'inizio del XXI secolo era profondamente radicata nel "Cianografia della virilità" del XX secolo. Questo costrutto di ciò che "intendeva essere un uomo" è stato pubblicato nel 1976 dal sociologo Robert Brannon nel suo libro seminale, la maggioranza di quarantanove per cento .

La rivoluzionaria ricerca di Brannon ha messo insieme un modello americano di virilità che si riassumeva in questi principi base di quattro principi.

  1. No Sissy Stuff: l' apertura e la vulnerabilità erano viste come meschine ed effeminate. Gli uomini dovevano evitare di comportarsi da femministi a tutti i costi e non mostrare debolezze, il che significava imbottigliare gli aspetti intimi o emotivi della loro vita.
  2. The Big Wheel: ci si aspettava che gli uomini si guadagnassero rispetto dai loro colleghi e cercassero il potere. C'era un premio messo su successo finanziario, status sociale, e un bisogno di essere guardato.
  3. The Sturdy Oak: ci si aspettava che 'Manly men' proiettasse un'aura di fiducia e fiducia in se stessi. Il "tipo forte e silenzioso" che proiettava la grazia sotto pressione in ogni momento era idealizzato.
  4. Dà l'inferno !: Essere un uomo era anche legato alla durezza, all'aggressività alimentata dal testosterone, e vivere la vita al limite attraverso uno spirito di avventura estroverso.

La creazione di un costrutto quadridimensionale semplificato del ruolo sessuale maschile nella società americana del XX secolo ha reso più facile per Brannon (e altri sociologi e antropologi) decostruire le sfaccettature della mascolinità.

È interessante notare che le narrazioni recentemente dissotterrate da Thompson e Langendoerfer hanno ancora fatto eco al modello a quattro dimensioni di Brannon di essere un uomo americano di quarant'anni fa. In una dichiarazione rilasciata alla Wake Forest University, spiega Langendoerfer,

"Chi sei nel passato è incorporato in te. Gli uomini hanno problemi a gestire l'età avanzata perché hanno seguito uno script di mascolinità che ha lasciato poco spazio a loro per negoziare problemi inevitabili.

Nel nostro studio, sentiamo gli uomini alle prese con il dolore, che è uno stato vulnerabile, e il caregiving, che è associato alla femminilità. Se devono piangere, gli uomini sentono che deve essere fatto in casa, lontano dagli altri, anche quando il loro coniuge è morto. Devono rinegoziare la loro mascolinità per affrontare quello che la vita sta facendo strada.

Dobbiamo capire meglio come gli uomini più anziani si adattano ai loro fattori di stress – alti tassi di suicidio, emozioni che soffocano, evitando il dottore – sperando che li aiuti a costruire vite migliori in età avanzata ".

Secondo me, questo è un territorio molto difficile (ma eccitante). Le caratteristiche sociali della virilità stanno rapidamente evolvendo … o sono? È praticamente impossibile per me essere oggettivo su questo argomento. Ho vissuto a Provincetown, nel Massachusetts a tempo pieno per la maggior parte degli ultimi dieci anni e le mie opinioni sulla mascolinità sono probabilmente di parte.

Detto questo, dopo aver letto di questo studio la settimana scorsa, ho filtrato i risultati attraverso tre obiettivi diversi. In primo luogo, come un uomo di mezza età (ben oltre il mio primo) sono sul punto di adattare il dato demografico di questo studio. Secondo, come omosessuale nato nel 1966, i miei concetti su cosa significhi essere un maschio americano sono stati distorti dal mio orientamento sessuale. Infine, le mie esperienze pre-adolescenziali durante il movimento di liberazione delle donne degli anni '70 sono diventate parte del mio DNA perché mia madre era un'attivista politica scesa in piazza per lottare per l'uguaglianza di genere.

"Io sono Donna, ascoltami ruggire, in numeri troppo grandi da ignorare"

"I Am Woman" di Helen Reddy era l'inno di mia madre quando stavo crescendo negli anni '70. Come atleta gay ultra-endurance decenni dopo, è diventato uno dei miei inni. Questa canzone divenne probabilmente parte del mio DNA a livello epigenetico nel 1975 quando avevo nove anni.

Dato che mia madre era non violenta e militante nella sua lotta per i diritti delle donne, sembrava sempre più un ammirabile modello da "diavolo a un inferno" di mio padre. Negli anni '70, voleva ancora inserirsi nel "vecchio club dei ragazzi" della Ivy League descritto come "la grande ruota" di Brannon. Ha cercato di mantenere lo status quo. Ma, mio ​​padre è diventato più un tipo "dammi un diavolo di inferno" più tardi nella sua vita …. E, poi, mia madre doveva diventare la "robusta quercia" dopo che il loro matrimonio si è spezzato e si è trasferito all'estero, abbandonando la sua famiglia.

È qui che gli stereotipi genitoriali di genere iniziano a dissolversi per me e creano un tipo di pansessualità in cui ciascuno dei miei genitori aveva tratti maschili o femminili in vari momenti della loro vita. Per tutto questo tempo, le rappresentazioni semplicistiche della mia mascolinità sembravano fluire e fluire a seconda della radio e della cultura pop dei Top 40.

Ad esempio, negli anni '70, canzoni come "Macho Man" del Village People e "I Can Make You A Man" di Rocky Horror Picture Show hanno riformulato il modo in cui vedevo la mascolinità in un modo ironico interpretato dagli uomini . All'inizio degli anni '80, Madonna divenne il mio ultimo modello (in un modo "dai coglioni" e "nessuna roba da femminuccia") dopo averla vista esibirsi dal vivo e rendersi conto che aveva più palle di chiunque altro io abbia mai incontrato.

Ovviamente, è impossibile decomprimere tutti questi stereotipi di genere sull'invecchiamento in un singolo post sul blog. Quindi, chiuderò con una citazione di Maya Angelou. Questa citazione mi ha ispirato ad abbracciare tutte le fessure "wabi-sabi" nella mia armatura nel corso degli anni. Spero che ispiri anche te. Angelou una volta disse: "La qualità della forza piena di tenerezza è una combinazione imbattibile." Sono d'accordo.

Solutions Collecting From Web of "Modelli obsoleti di mascolinità Spesso gli uomini più vecchi di sabotaggio"