Mel Gibson era sempre un violento psicopatico?

L'osceno e minaccioso rantolo di oscurità di Mel Gibson, registrato da Oksana Grigorieva, sua amante e madre di suo figlio, ha provocato una rivalutazione della buona immagine di Mel, cristiana.

In primo luogo, c'è stata la sua interazione antisemita con il poliziotto di Los Angeles nel 2006. La gente pensava che l'esplosione avrebbe potuto semplicemente essere dovuta a un problema con l'alcolico – So di sputare sempre epiteti antisemiti quando ho qualche drink. Ora, la gente comincia a meravigliarsi – in particolare considerando le indagini dello sceriffo della contea di Los Angeles sull'affermazione di Grigorieva che Gibson l'ha colpita due volte mentre teneva in braccio il loro bambino.

Ma la natura violenta di Mel è stata così evidente come, beh, la sua immagine si è sparsa sul grande schermo? Inizialmente, Gibson, l'attore, ha accolto violenze giustificate – come un vigilante futuristico nei film di Mad Max , come agente delle forze dell'ordine nella serie di Armi letali , e come un eroe della guerra rivoluzionaria e padre protettore della sua famiglia contro i viziosi invasori britannici in The Patriot .

Ma la natura della violenza è cambiata nei tre film che Gibson ha diretto se stesso. Ciascuno dei film – Braveheart , La Passione di Cristo e Apocalypto – era violentemente viscido. Tutti i film hanno una visione speciale di uomini innocenti, icone nobili o politiche o religiose – lo stesso Gibson in Braveheart , o le sue posizioni nei film di Cristo e Apocalypto – che sono fatti da tiranni o factotum o sadici che torturano e martirizzano Figura di Gibson.

Giochiamo allo psicanalista per un po '. Ecco un uomo che sente che la sua rabbia è giustificata dalle forze che lo circondano, come poliziotti ribelli (specialmente ebrei) e amanti simili a Jezebel (Gibson è registrato raccontando a Oksana: "Te lo meriti merda!" Quando lei lo accusa di colpendola) – proprio come lo erano William Wallace e Gesù.

Gibson ritrae la sofferenza dei suoi eroi in dettagli amorevoli, persistenti e grafici. In che altro modo un uomo reagisce quando viene assalito dalle forze del male in questo modo, se non con rabbia e aggressività? E questo è un involucro. Ma perché il pubblico, compresi i critici cinematografici e i leader religiosi, ha fatto un salto sul carrozzone di violenza autocelebrativa che Gibson stava guidando?

Come attore, Gibson ha sempre mostrato un'innocente innocenza e sensibilità mentre brutalizza i meritevoli criminali. Ma la sua capacità di attirare il pubblico nelle sue raffigurazioni di violenza – di divertirsi con loro – si è intensificata nei film che ha diretto. Ciò è iniziato con William Wallace che è stato sventrato e smembrato a Braveheart . Ho pensato alle folle che si sono radunate per assistere a eventi reali come questi quando si sono verificati – stiamo tornando a quel livello di meraviglia alla pubblica tortura?

Il successo di Gibson raggiunse il culmine con La passione di Cristo – in cui il suo ritratto del tormento e dell'agonia di Gesù raccoglieva elogi da figure religiose, anche liberali. Questo film è stato la base per la selezione di Gibson come Man of the Year di Time Magazine (insieme a Michael Moore!) Nel 2004. In retrospettiva, il Cristo di Gibson ora sembra un'espressione cinematica di psicopatologia.

PS (12 luglio 2010): Non mi piace e non sono d'accordo che l'agenzia di Gibson lo abbia abbandonato. Non mi piace che le persone si uniscano a qualcuno quando è giù (anche se il mio post potrebbe farne parte). Se i film di Gibson funzionano come il cinema – cosa che alcune persone sentono fortemente di fare – dovrebbe essere autorizzato a realizzarli.

Solutions Collecting From Web of "Mel Gibson era sempre un violento psicopatico?"