"Medicina personalizzata" centrata sul paziente e centrata sul laboratorio

"È più importante conoscere il paziente che ha la malattia rispetto alla malattia del paziente." – Ippocrate

La medicina personalizzata è stata inventata 2500 anni fa quando Ippocrate poneva il paziente al centro delle cure mediche, non gli dei o il praticante o il trattamento.

A scapito dei pazienti, la medicina personalizzata e centrata sul paziente di Ippocrate è stata erosa da 150 anni di medicina sempre più alta tecnologia. Purtroppo i test di laboratorio, gli strumenti tecnici, la cartella clinica, il sistema di fatturazione e il computer sono ormai troppo spesso al centro delle cure mediche, tutto a scapito della fondamentale guarigione che è sempre derivata dal rapporto medico / paziente .

L'uso moderno e fuorviante del termine "Medicina Personalizzata" è iniziato 20 anni fa come una conseguenza dell'enorme entusiasmo generato dal progetto del genoma umano.

Il concetto era grandioso. Piuttosto che diagnosticare e trattare persone basate su caratteristiche molto ampie e non specifiche (come sintomi o segni condivisi), forse i medici potrebbero usare i nuovi e potenti test genetici per determinare quali geni specifici erano causativi della malattia di ogni individuo e quindi modellare un trattamento specifico per ogni persona difetto genetico sottostante.

Ci sono già stati alcuni successi drammatici di questa moderna forma di "medicina personalizzata" e speriamo che col tempo ce ne siano molti altri ancora.

Ma la medicina personalizzata scientificamente informata per lo più rimane una speranza lontana per il futuro ed è invece diventata una forma rozza di marketing hype nel presente.

Ospedali, case farmaceutiche, medici, il National Institute of Health, persino il presidente Obama hanno usato il termine ingannevole "medicina personalizzata" come strumento pubblicitario di branding per vendere servizi medici e ottenere supporto per maggiori finanziamenti per la ricerca.

Le promesse stravaganti sono fatte che certamente non possono essere mantenute. La vendita è che cure magiche per tutta una serie di malattie sono dietro l'angolo – specialmente ora che abbiamo lo strumento estremamente potente dell'editing genico.

La realtà è molto più incerta e difficile. La maggior parte delle malattie ha radici genetiche notevolmente complesse che coinvolgono centinaia di geni, ognuno dei quali crea contributi minuscoli e complessi di interazione. Ci sono pochi semplici bersagli genetici; ci saranno poche cure magiche. L'editing genetico sarà probabilmente utile solo per le relativamente poche malattie che hanno una semplice causa.

Sicuramente, dovremmo procedere con ricerche sofisticate per trovarli, ma non dobbiamo essere così abbagliati dal potenziale della scienza della medicina da perdere la magia che è sempre venuta dalla sua arte e umanità.

Nicholas Capozzoli, un neurologo, è il dottore più saggio e umano che conosca. Ci aiuterà a riacquistare le cose semplici, ora così spesso perse, che hanno reso la medicina ippocratica così efficace per così tanto tempo.

Il Dott. Capozzoli scrive: "La relazione un tempo gloriosa tra medico e paziente viene ridotta a un contratto commerciale, come comprare un'auto o compilare moduli fiscali con un contabile. A mio avviso, il legame tra medico e paziente dovrebbe essere una potente relazione di fiducia, empatia e guarigione.

Personalizzare la medicina concentrandosi sul paziente è un'estensione dell'antica e antica tradizione dell'ospitalità. La magia della guarigione nella relazione medico-paziente inizia con la prima telefonata e continua attraverso ogni contatto.

Il tuo paziente dovrebbe essere accolto come un ospite onorato, non fatto sentire come un intruso fastidioso. Salutare qualcuno nella sala d'attesa e scortarli nel tuo ufficio sembra essere un'arte perduta, ma dovrebbe essere naturale come salutare le persone alla porta di casa quando arrivano per cena.

Allo stesso modo, scusarsi per essere in ritardo è una semplice cortesia che non dovrebbe essere dimenticata solo perché l'incontro avviene in un ambiente professionale.

Mentre questi gesti possono sembrare piccoli, i pazienti spesso mi dicono quanto siano sorprendenti e confortanti. Sono molto più propensi a impegnarsi nella conversazione intima che informa la diagnosi medica quando si sentono a casa con il medico.

Le esigenze onerose della medicina basata sui protocolli e delle cartelle cliniche elettroniche hanno reso la compilazione di liste di controllo più importanti per molti medici che non conoscendo veramente la persona e comprendendo il contesto che circonda i suoi sintomi.

La conversazione casuale è intrinseca a tutte le relazioni umane ed è essenziale per preparare il palcoscenico per una presa di storia significativa. Il medico che presta molta attenzione ai piccoli dettagli può fare un'accurata diagnosi differenziale che di solito ovvia alla necessità di frequenti, costose e inutili spedizioni di pesca di estesi test di laboratorio che spesso si rivelano molto più dannosi che positivi.

Chiamami vecchio stile, ma mi riferisco ai pazienti come consumatori e medici sanitari in quanto i fornitori di servizi sanitari riducono la loro relazione e sottovalutano la guarigione fornita.

Prendo i miei stessi segni vitali. I pazienti sono sorpresi da questo e mi dicono che indica il mio interesse per loro.

Prendo i miei appunti su un blocco giallo e inserisco solo ciò che è necessario per le cartelle cliniche elettroniche dopo che il paziente ha lasciato l'ufficio. I pazienti dicono che altri medici sono così concentrati sullo schermo del computer, non hanno mai avuto un contatto visivo.

Far entrare le persone in una stanza metallica 8 x 8 e chiedere loro di svestirsi prima che il medico entri, sembra essere un modo imbarazzante e umiliante per iniziare una relazione. Il mio tavolo d'esame è nel mio ufficio, dove mi siedo per la prima volta con loro. Il mio ufficio è popolare e pieno di pezzi di conversazione. La mia casa diventa temporaneamente la loro casa.

Gli argomenti secondo cui questo tipo di medicina personalizzata non tiene conto delle attuali esigenze commerciali della medicina moderna semplicemente non reggono l'acqua. La qualità della relazione medico-paziente non è identica al tempo trascorso, ma piuttosto al modo in cui viene spesa.

I pazienti mi raccontano anche di personale scortese, lunghe attese in sala d'attesa e lunghe attese nell'area di esame prima che il medico entri. Questo sabota la relazione medico-paziente e crea un contesto terribile per la cura e la cura. Gli handicap amministrativi da curare possono e devono essere eliminati con un'attenta selezione del personale, una formazione continua e un'attenzione particolare alle pratiche di gestione dell'ufficio o della clinica. La convenienza del paziente dovrebbe avere la priorità sulla convenienza dello staff.

Una solida relazione medico-paziente è essenziale per una buona diagnosi, per le buone decisioni terapeutiche, per portare a termine il piano di trattamento ed è la strada reale verso la fiducia, il comfort e la guarigione del paziente. Come medici, siamo autorizzati a entrare in uno spazio sacro e dobbiamo onorare il nostro obbligo di personalizzare e umanizzare tutti i nostri contatti con i pazienti. "

Grazie, dott. Capozzoli, per il prezioso consiglio di ricuperare la vecchia medicina personalizzata, il modo migliore per formare un rapporto curativo medico / paziente.

Il che ci riporta all'attuale ondata di affermazioni false per una medicina scientifica personalizzata. Alcuni ricercatori e leader dei principali centri per il cancro hanno fatto la promessa ridicola che tutti i tumori saranno guariti in 10-20 anni. I campi pubblicitari di alcuni fornitori di servizi medici sono ancora più scandalosi: fanno sembrare che la medicina personalizzata sia già arrivata nel loro particolare ospedale.

C'è sempre stata una tendenza per la medicina a overpromise e under deliver. Spesso i trattamenti offerti sono più dannosi delle malattie trattate.

Ecco perché l'Ippocrate "Primo non nuocere" è il comandamento più importante in medicina. Il secondo è: "Cure a volte, trattare spesso, confortare sempre." Non dovremmo trascurare l'arte medica del capezzale quando diventiamo eccessivamente innamorati della sua scienza di laboratorio.

Solutions Collecting From Web of ""Medicina personalizzata" centrata sul paziente e centrata sul laboratorio"