Maschio e femmina: le curve sovrapposte

Nei media popolari e nell'opinione pubblica, una competizione ha combattuto per qualche tempo tra due opposte visioni del panorama di genere.

Un approccio sostiene che uomini e donne sono specie fondamentalmente diverse. Gli uomini vengono da Marte, le donne vengono da Venere. Gli uomini fantasticano sul sesso; le donne fantasticano sul matrimonio. Gli uomini tacciono, le donne sono loquaci. Gli uomini sono donne "stronze" sono "puttane". Gli uomini sono duri, le donne sono morbide. Gli uomini sono cacciatori; le donne sono raccoglitori, e così via e così via. Le riviste femminili volontariamente o no contribuiscono a questo punto di vista, riempiendo le loro pagine di colonne di consigli su come trattare quella strana creatura aliena che è il tuo ragazzo. Queste colonne non dicono mai: "Tratta il tuo ragazzo come te stesso".

Questo approccio "mele e arance" trova supporto in due fonti principali. Primo, questo approccio è sostenuto dalla nostra intuizione di base e afferma l'ordine del mondo che vediamo intorno a noi. Tutti noi vediamo esempi quotidiani di marcate differenze tra comportamento e aspetto maschile e femminile. Quando le amiche adolescenti di mia figlia venivano per appendere, si ammucchiano immediatamente sul letto nella sua stanza, ridacchiano e guardano un film su una ragazza innamorata di un ragazzo che la ignora perché non sa cosa è buono per lui (e è anche un vampiro). Quando i suoi amici maschi sarebbero venuti ad appenderli, la casa si riempirebbe di correre, saltare e urlare, e in breve tempo qualche vaso si spezzerebbe nel soggiorno e qualche schmo ingombrante sarebbe caduto nella piscina nei suoi vestiti. Questo genere di differenze tra i generi ci vede tutto il tempo intorno a noi e tendiamo a credere che ciò che vediamo intorno a noi è l'ordine naturale delle cose.

Secondo, uomini e donne hanno diverse fisiologie, che emergono dalle loro innate differenze genetiche. Queste differenze fisiologiche tra i sessi sono reali e non banali. Masters e Johnson, ad esempio, pionieri dello studio scientifico sulla fisiologia sessuale umana, documentarono da vicino e con precisione più di 10000 cicli di rapporti sessuali. I loro dati mostrano chiaramente che nel regno dell'atletica orgasmica, le donne superano gli uomini a mani basse (niente giochi di parole). L'uomo, hanno scoperto, è un vecchio fucile nelle mani di un ubriaco. Ha un solo proiettile nella camera, si affretta a scaricarlo, spesso accidentalmente e senza molto scopo, e poi impiega 30 minuti per ricaricare, se non è completamente privo di munizioni e se non si è addormentato nel processo. La donna, d'altra parte, è una sofisticata arma semiautomatica; lei può sparare in rapida successione, e non finisce le munizioni (anche se i suoi intricati meccanismi a volte si inceppano, ea volte non ha voglia di andare al poligono, ha voglia di andare a Starbucks).

Le differenze fisiologiche portano inevitabilmente a differenze nel modo in cui ci muoviamo nel mondo. Se ho i piedi agili e hai le ali grandi, ed entrambi incontriamo un leone affamato durante la nostra passeggiata pomeridiana, è probabile che scapperò correndo mentre scappi volando. Le differenze nel comportamento e nel funzionamento tra i sessi, quindi, sono radicate nelle differenze fisiologiche fondamentali tra di loro, e tu non puoi aiutarlo. Non c'è, dopotutto, nessuna società conosciuta nella storia in cui le differenze di genere non esistessero.

Questi sono argomenti forti, ma non sono a prova di proiettile. Primo, ciò che vediamo intorno a noi non è necessariamente un ordine naturale. Questo errore è noto come errore naturalistico. Nei tempi biblici, la schiavitù era vista come uno stato di natura. La Bibbia non dice nulla contro la schiavitù. Oggi, anche l'avido sostenitore della bibbia non oserà parlare a favore della schiavitù. Secondo, non tutto ciò che è intuitivamente e facilmente comprensibile è anche vero e fattuale. Il fatto che siamo bloccati su una palla rotante nel mezzo di uno spazio infinito non è né intuitivo (quando guardo fuori dalla mia finestra il mondo non appare rotondo o rotante) né facile da afferrare. (Spazio infinito? Senza inizio o fine? Sei alto?). Eppure, è un dato di fatto.

Terzo, l'argomento secondo il quale le differenze genetiche danno origine a differenze nel comportamento e nel funzionamento è problematico. I geni non stabiliscono tratti o comportamenti, stabiliscono potenzialità. Il percorso dal potenziale genetico al comportamento reale nel mondo, dal genotipo al fenotipo, passa necessariamente attraverso l'ambiente sociale. La società, in questo contesto, influenza i geni in due modi principali. In primo luogo, decide quanta parte del tuo potenziale genetico sarà soddisfatta. I tuoi geni potrebbero predisporsi a sei piedi quattro, ma se cresci malnutrito, in un ambiente precario negligente (condizioni sociali) non raggiungerai la tua altezza potenziale. Secondo, la società controlla il modo in cui esprimerai il tuo potenziale genetico. Un uomo grande, forte, agile può trovarsi in una squadra di football, se è americano. Se è giapponese, potrebbe trovarsi sul tappeto di sumo. Il nostro DNA non ha un "gene del calcio" o un "gene del sumo". Quelli sono percorsi creati dalla società.

Questi tipi di realizzazioni e dati sul ruolo cruciale dell'ambiente sociale nel modellare il comportamento e l'identità – insieme ai cambiamenti politici, culturali e ideologici dagli anni '60 in Occidente – hanno dato origine a un secondo approccio, che sostiene che le manifestazioni di differenza tra i sessi non sono naturali o innati, ma piuttosto artefatti – sottoprodotti dell'ordine sociale.

La femminilità e la mascolinità, in questa visione, non sono qualità innate ma costrutti appresi e abitudini acquisite. I bambini imparano ad essere femminili o maschili come se imparassero tutto il resto: modellando, imitando e seguendo i premi. Baby Jon riceve lodi per essere grande e forte (Che tigre! Ecco, prendi quella palla!). Baby Joan riceve riconoscimenti per la sua delicatezza (Che dolcezza! Qui, lascia che ti tenga in modo che la tua gonna carina non si arrotola). Questi bambini seguono il percorso dei premi e modellano il loro comportamento di conseguenza.

La previsione che emerge da questa visione è che un cambiamento nelle norme sociali porterebbe a un cambiamento nel comportamento di genere, identità e coscienza. Dai alle bambole del piccolo Jon di vestirsi e ai camion della Gioventù di Joan di distruggere, e nel giro di poche generazioni vedresti le donne sbrigarsi per la torsione, asciugarle le mani unte e abbrustolire per fare sesso veloce nel bagno della stazione di servizio; avrai degli uomini che lottano per decidere quale maglietta si adatta al loro stato d'animo e sognare una luna di miele infinita in Grecia.

Questo approccio ha segnato alcune vittorie significative negli ultimi decenni. La gamma di comportamenti e atteggiamenti inclusi nella nostra definizione di maschile e femminile si è aperta, ampliata e resa più equilibrata. Le donne oggi possono indossare i pantaloni, gestire un'impresa e avere una notte. Gli uomini possono essere papà di stare a casa, cogliere le sopracciglia e piangere in un romantico film sui vampiri. Eppure, anche nelle case più aperte e progressive, ti verrebbe da pensare che il piccolo Jon scelga di vestire Barbie o che la piccola Joan rompa i camion per divertimento (anche se potrebbe essere felice di distruggere Jon). Anche nelle culture più progressive, gli uomini valutano la forma del corpo rispetto allo status sociale nella lista di priorità di preferenza del compagno, e le donne valutano lo status su un corpo grazioso per i loro compagni maschi preferiti. Per gli uomini, attraverso le culture, l'attrazione sessuale è ancora prevalentemente una "questa o quella" proposizione – più l'attrazione per un genere predice meno l'attrazione per l'altro. Non è così per le donne, che spesso manifestano uno schema "questo e quello". E la capitale del naso non è Hollywood, ma Teheran. Puoi aprire o chiudere la struttura sociale, ma i sussurri dell'evoluzione rimangono forti.

E così torniamo alla domanda: quale approccio è giusto? Qual è la determinante principale dei nostri sé di genere, delle forze genetiche innate o delle abitudini culturali apprese?

Alla fine della giornata, entrambi gli approcci sono sbagliati, soprattutto perché hanno entrambi ragione. I geni e l'ambiente non operano in esclusiva, ma piuttosto in tandem. Uomini e donne non sono una specie aliena l'uno dell'altro, ma nemmeno sono cloni. Esistono differenze innate prevedibili tra i sessi. La società può scegliere di lavorare per minimizzare o massimizzare queste differenze; può cambiare il significato attribuito a loro; ma, almeno fino ad ora, non ha trovato un modo per cancellarli.

A livello della vita quotidiana, tuttavia, è molto importante ricordare che quando si tratta di genere, la deduzione dal gruppo all'individuo non è né saggia né equa. In altre parole, il fatto che esistano differenze medie tra uomini e donne non può determinare come percepiamo e relazioniamo a un singolo uomo o donna. Questo perché le nostre caratteristiche e abilità tendono ad essere distribuite normalmente, in una curva a campana. Le curve di distribuzione maschile e femminile per l'intera gamma di tratti, comportamenti ed attitudini socialmente significativi, si sovrappongono. Pertanto, anche se scopriamo che, ad esempio, le donne sono in media più nutrite rispetto agli uomini, tuttavia quegli uomini che sono sopra la media sulla curva di distribuzione maschile possono essere più nutriti rispetto a quelle donne che sono al di sotto della media sulla curva femminile.

La comprensione di questo punto sulle curve che si sovrappongono consente di ottenere una visione più sfumata e più accurata del dibattito tra maschi e femmine: esistono differenze medie, ma non dovrebbero essere utilizzate per prevedere l'abilità, il carattere o il comportamento degli individui. Gli uomini in media fantasticano di più sul sesso, ma questo non significa che l'uomo in particolare a casa tua, le sue sopracciglia tutte tagliate, pronte a portarti in un film romantico sui vampiri, fantastichi sul sesso più di te.

Forse sta fantasticando sul matrimonio.

Solutions Collecting From Web of "Maschio e femmina: le curve sovrapposte"