Martello, sega o tessuti?

La maggior parte dei commercianti-persone hanno kit di strumenti per svolgere i loro compiti. Martelli, seghe, cacciaviti e simili per la costruzione; chiavi, pinze, morse per impianti idraulici; nastro adesivo per tutto il resto.

Non volendo essere diversi, anche noi in Grief Recovery abbiamo un kit di strumenti per il nostro commercio. Di solito lo portiamo ovunque andiamo. Siamo anche fortunati che la maggior parte delle case e delle imprese di solito hanno un elemento dei nostri kit di attrezzi nei loro locali, nel caso in cui dimentichiamo i nostri o finiscano.

No, non martelliamo la verità emotiva delle persone. No, non proviamo a rimandarli nel flusso della vita. E no, non portiamo colla per rimettere insieme la relazione.

Uno strumento importante nel nostro kit è solo una scatola di fazzoletti. Si tessuti facciali, generici o di marca. Forse dal momento che le lacrime escono dai condotti lacrimali, i tessuti sono una sorta di nastro lacrimale.

Quando aiutiamo le persone a volte il loro viso perde. Il dolore di solito produce emozioni forti che sono spesso accompagnate da lacrime. Portiamo i tessuti per aiutare a pulire.

D'altra parte, le persone in lutto cercano spesso di nascondere i loro sentimenti. Perché? Buona domanda. La risposta non è semplice. In parte è perché la nostra società ha inavvertitamente portato avanti un'idea che suggerisce che ci è concesso avere sentimenti tristi o dolorosi solo per un breve periodo dopo una perdita. Anche allora, tale indennità è solitamente riservata a decessi o divorzi e non include le altre 40 perdite che producono emozioni dolorose.

Il risultato netto è che un sacco di gente cammina con l'equivalente emotivo di una freccia nei loro cuori. Sono emozioni emorragiche, spesso dimostrate da quelle lacrime che vediamo sempre. Ecco perché abbiamo bisogno dei tessuti nel nostro kit di strumenti. Ma quelle persone a volte hanno paura di lasciare che gli altri vedano le frecce o le loro lacrime. Hanno paura di essere giudicati come "non essere forti" o "abbattere".

Se solo potessimo vedere tutte quelle frecce invisibili, potremmo essere più compassionevoli per coloro i cui cuori sono pesanti. Dopotutto, è quasi impossibile superare l'età di cinque anni e non avere avuto alcune perdite. Alcune perdite sono maggiori con la morte di un familiare o di un amico o il divorzio all'interno della famiglia del bambino o della famiglia allargata. Altre perdite possono sembrare minori, ma influenzeranno comunque il bambino.

I bambini sono intelligenti Piangono quando sono tristi. A volte dimenticano persino di usare i tessuti, quando una manica o il dorso della mano può asciugare le loro lacrime. Da adulti siamo altrettanto soggetti al dolore della perdita, ma non siamo sempre aperti e prossimi alle nostre emozioni e alle nostre lacrime come quando eravamo giovani. Ma abbiamo ancora delle frecce conficcate nei nostri cuori e abbiamo bisogno di strumenti per aiutarle a rimuoverle.

Fortunatamente, i tessuti non sono gli unici strumenti nel nostro kit. Utilizziamo alcuni strumenti di azione molto potenti per condurre le persone al recupero dal dolore causato da gravi perdite. La Formula AARAM, che abbiamo insegnato per 30 anni, insieme ai principi e alle azioni di recupero del dolore, sono i pilastri del nostro kit di strumenti emozionali e sono disponibili per tutti i nostri libri, The Grief Recovery Handbook e When Children Children Grieve , and Moving Acceso

Dal momento che probabilmente hai già dei tessuti in casa, hai solo bisogno dei nostri tre libri per completare il tuo kit di strumenti emozionali.

Solutions Collecting From Web of "Martello, sega o tessuti?"