Mantenere le risoluzioni del nuovo anno-Parte 2

CC0 Public Domain/Pixabay
Fonte: Dominio Pubblico CC0 / Pixabay

Come ho discusso nella prima parte di questa serie, la ricerca ha dimostrato che è quasi impossibile mantenere lo slancio della risoluzione di un nuovo anno e la maggior parte delle persone abbandona i propri obiettivi entro un mese dalla loro realizzazione. Nonostante questa realtà, sembra che la natura umana voglia iniziare il 1 ° gennaio con una lavagna pulita, quindi il concetto di fare risoluzioni probabilmente non andrà via.

Identificare modi concreti per migliorare te stesso e la qualità della tua vita è immensamente prezioso, purché ti avvicini alla sfida in modi che ti consentano di avere successo. Nell'ultima puntata, ho parlato dell'importanza di rendere le tue risoluzioni specifiche, più piccole e fattibili. Ecco alcuni suggerimenti in più che possono aumentare le probabilità che tu continui a lavorare su quegli obiettivi a giugno:

Rendere i tempi ragionevoli

Per quanto sia importante assicurarsi che i tuoi obiettivi siano realistici, è altrettanto importante darti un periodo di tempo sensato. È facile essere eccessivamente entusiasti nelle prime fasi di abbracciare un nuovo comportamento e assumere che l'eccitazione ti aiuterà a raggiungere rapidamente l'obiettivo. Ma probabilmente stai sottostimando la quantità di tempo necessario per esercitarti e integrare nuovi cambiamenti nel tuo stile di vita o nella tua mentalità. Se ti aspetti di ottenere risultati rapidamente, potresti essere pronto a deluderti e sarà più propenso a rinunciare prima. Pensa a quanto tempo hai fatto il vecchio comportamento e poi chiediti se il tempo che hai deciso di cambiare è in realtà ragionevole.

Rendi la risoluzione positiva

Se sei come la maggior parte delle persone, senza rendertene conto, probabilmente le tue risoluzioni vengono dichiarate in modo negativo. "Smettere", "rinunciare", "fermare" o "lasciar andare" pensieri, sentimenti o comportamenti di cui si vuole liberarsi o cambiare. Anche se la distinzione può sembrare sottile, quando riformuli la risoluzione e ti concentri su ciò che vuoi abbracciare o fai "di più", genera una mentalità più positiva. È più probabile che graviti su azioni e pensieri positivi rispetto a quelli negativi. È più rinforzante e gratificante concentrarsi su ciò che vuoi aggiungere alla tua vita piuttosto che su ciò che stai cercando di eliminare. E ironicamente, c'è meno resistenza interna a un invito positivo, "Posso diventare un non fumatore" piuttosto che un comando negativo, "Smetterò di fumare".

Fai una risoluzione che conta per te

Se hai una lunga storia di fare la stessa risoluzione ogni anno perché non è mai stato risolto, vale la pena chiedersi perché lo stai facendo in primo luogo. Potresti concentrarti su un obiettivo che qualcun altro vuole che tu realizzi. Forse pensi che renderà più felice qualcuno nella tua vita. Potrebbe essere un cambiamento che il tuo sentire è costretto a fare perché la società o la tua cultura lo ritengono importante o necessario. Sebbene sembrino ragioni nobili, i cambiamenti e i nuovi comportamenti si attengono davvero quando sono più importanti per te. Quindi prenditi il ​​tempo per chiederti cosa desideri e cosa desideri nel 2016. Vuoi concentrarti sul miglioramento della tua salute, sulla qualità delle tue relazioni, sul senso di pace interiore, più fiducia in se stessi? Vuoi una crescita e sfide più professionali? Più tempi di inattività?

Inizia con una cosa, una cosa che ti parla davvero. Andare lentamente. Riducilo in parti gestibili e misurabili. Datti tempo sufficiente per realizzarlo. Festeggia i piccoli passi del progresso lungo il cammino. Con questo approccio è molto più probabile che continui ad andare avanti. Goditi la tua nuova crescita nel 2016!

Manca la parte 1 di questa serie? Clicca qui."

Solutions Collecting From Web of "Mantenere le risoluzioni del nuovo anno-Parte 2"