Mantenere il tuo lavoro, perdere la tua identità

Perdere il tuo lavoro può farti sentire come se avessi perso la tua identità. La perdita di identità può portare a depressione, rabbia e ansia.

Ma a volte ti sembra di aver perso la tua identità lavorativa mentre lavori ancora. Ad esempio, il modo in cui ti vedi come dipendente potrebbe non corrispondere al modo in cui gli altri – ad esempio, capi o colleghi di lavoro – ti trattano. Io chiamo queste discrepanze di feedback . Possono farti mettere in discussione chi sei e può creare molto stress.

NON è solo per te

Se sei coinvolto in una mancata corrispondenza di feedback, potrebbe non essere nemmeno una cosa che hai fatto. I fattori più grandi di te possono plasmare il tuo senso di sé. Ad esempio, le fusioni aziendali e la grande recessione hanno portato a licenziamenti. Nella mia ricerca, le fusioni spesso finivano per produrre indirettamente disallineamenti di feedback.

Investment Zen/Great Recession Wall Street Sign/flickr/CC BY 2.0/no changes made

Gli eventi su larga scala nella società possono dare forma a ciò che siamo.

Fonte: Investment Zen / Great Recession Wall Street / Flickr / CC BY 2.0 / nessuna modifica apportata

È comune che i nuovi capi vengano a bordo durante le fusioni. Quei capi possono volere che le cose siano fatte in modo molto diverso rispetto al passato. In altre parole, il modo in cui ti vedi come, ad esempio, un addetto al commercio al dettaglio potrebbe non corrispondere a quello che il tuo nuovo capo ritiene che "dovrebbe" essere come nel tuo lavoro. E quando senti quel messaggio, direttamente o indirettamente, può essere terrificante.

Il caso di Charlie

Un buon esempio è il "Charlie" di 62 anni che ha descritto di essere un dirigente come "la sua vita". Il suo nuovo capo lo ha continuamente rimproverato e ha persino negato le sue richieste di viaggio. Questo ha mandato il segnale che non era l'impiegato che pensava di essere.

(A proposito, quando non sei in grado di eseguire le azioni che qualcuno nella tua posizione dovrebbe prendere, come i viaggi d'affari di Charlie, inizi a sentirti meno simile a quel tipo di persona. È come se un saldatore non fosse autorizzato a lavorare con le fiamme. Come potevano sentirsi ancora come un saldatore?)

Alla fine, qualcuno che ha fatto rapporto a Charlie gli ha disobbedito di fronte a molti altri dipendenti. Come ha detto, "Era proprio come un bastone negli occhi … In altre parole, lei sta dicendo 'Non sei nessuno.'" Mi disse che queste mancate corrispondenze lo facevano sentire "infelice", come se fosse "torturato" "E alla fine si sentiva come" una lumaca ".

La sua identità esecutiva iniziò a scomparire. Alla fine Charlie ha perso il lavoro, ma mi ha detto che anche quando era ancora occupato si chiedeva "Chi sono io adesso?" Durante una riunione del personale, si è persino letteralmente "tirato fuori dal quadro" del suo posto di lavoro, scrivendo poco figure stilizzate in marcia verso il bordo della pagina di fronte a lui, dicendomi "Questo sono io, tirando fuori da questa immagine".

Quindi cosa c'è di importante qui?

Nicu Buculei/Hurt/flickr/CC BY 2.0/no changes made

Il feedback che non si adatta a chi sei ti lascia sotto assedio.

Fonte: Nicu Buculei / Hurt / flickr / CC BY 2.0 / nessuna modifica apportata

Quando ricevi un feedback sul lavoro che non si adatta alla tua identità, non si tratta solo di temere di perdere il lavoro, di perdere la faccia, di non essere apprezzato o di non ricevere quella promozione; chi sei è anche sotto assedio.

Perché questo è importante? Perché una volta ottenuto quel tipo di feedback, la tua visione di sé alla fine si sposta sul modo in cui gli altri ti vedono, e questo cambiamento è molto, molto stressante.

Cosa fare?

Ci sono diversi passaggi che puoi intraprendere se ti trovi in ​​questa situazione:

  1. Trova nuovi ambienti in cui ottieni feedback coerenti con la tua identità. Potrebbe essere necessario trovare un lavoro diverso che si adatti meglio a come fai le cose, o di volontariato, stare vicino a persone che confermano che sei effettivamente l'allenatore / scienziato / operaio edile / ecc. che credi di essere.
  2. Non congelare o smettere di fare il tuo lavoro! Continua a compiere azioni che ritieni debbano fare a qualcuno nel tuo ruolo. Quindi se sei un insegnante, continua a creare piani di lezione, valutazione, ecc.
    getoutski/IMG_3646/flickr/CC BY 2.0/no changes made

    Le identità sono spettacoli. Richiedono un'attenzione costante.

    Fonte: getoutski / IMG_3646 / flickr / CC BY 2.0 / nessuna modifica apportata

    Erving Goffman ha detto che dovremmo pensare all'identità come ad una performance. Se smetti di eseguire le azioni che ti aspettavi, smetterai di "essere" quella persona e perderai questa identità.

  3. Se ti senti a tuo agio con il tuo capo, chiedigli come comportarsi di più per le loro aspettative. Quando incontriamo le aspettative di ruolo, identifichiamo più fortemente il ruolo e abbiamo maggiori probabilità di ottenere feedback a sostegno di tale identità. (MA, se la tua definizione di ciò che è previsto si scontra con la definizione del tuo capo, torna al Passaggio 1. Le definizioni di conflitto creano ulteriori crisi di identità.)
  4. Lobby per una maggiore stabilità della forza lavoro, meno fusioni e più preavviso di licenziamenti per dare alle persone il tempo di fare transizioni di identità.

Hai mai riscontrato un disallineamento di feedback? Che cosa hai fatto per gestirlo? Per favore condividi i tuoi consigli con me e altri lettori.

Solutions Collecting From Web of "Mantenere il tuo lavoro, perdere la tua identità"