Mangiare disturbi e genitorialità alle vacanze

Pressmaster/Shutterstock
Fonte: Pressmaster / Shutterstock

Di Jodi Rubin, LCSW, CEDS

Le vacanze possono essere un momento scatenante per chiunque abbia lottato con un disturbo alimentare. Devi negoziare cibi diversi (e molti di loro), sciami di persone alle riunioni sociali e conversazioni su come stai facendo, il tutto cercando di mantenere (o raggiungere) una relazione sana con il cibo. E se sei un genitore, devi gestire queste sfide mentre aiuti e nutrisci i tuoi figli, il che non è facile.

Ecco perché è importante mettere a punto un piano per prendersi cura di sé ogni giorno. Quindi non solo puoi navigare nei momenti difficili in anticipo, ma assicurati anche di avere abbastanza supporto per goderti le vacanze con i tuoi bambini.

Come prendersi cura di te emotivamente

Praticare attenzione. Ciò significa rimanere connessi a come ti senti di momento in momento e accettare tutte le tue emozioni. Controlla con te stesso per tutto il giorno, il pasto e l'intera vacanza.

Lasciati provare emozioni mentre escono. Piuttosto che giudicare te stesso per avere sentimenti, accetta che sono lì per farti sapere quando devi prenderti cura di te stesso. Se ti senti sopraffatto, potrebbe essere il momento di rallentare. Se ti senti solo, parla con un amico che ascolterà veramente come ti senti. Se sei stanco, fai un pisolino.

Prendi tempo per te stesso Va bene (anche bene!) Allontanarsi per un po '. Fare una passeggiata o trovare uno spazio tranquillo per sedersi e respirare ti terrà incollato e ti aiuterà a concentrarti su ciò che devi fare per prenderti cura di te stesso.

Chiedi supporto. Prima di un evento di festa, contatta un familiare o un amico e condividi come ti senti. Rimanere in contatto con qualcuno che capisce che questo è un momento difficile per te può aiutarti a capire che hai supporto e non sei da solo in questa stagione.

Ricorda che prendersi cura di te è anche un atto d'amore per i tuoi figli. Ti dà la forza di gestire le tue ansie in modo da non interferire con i genitori dei tuoi figli.

Come gestire il cibo

Pianificare in anticipo. Se sai che cibo sarà disponibile, decidi in anticipo cosa metterai nel piatto e prendi un impegno. Se lavori con un dietologo o un terapeuta, crea un piano insieme. Incorporare cibi vacanza che ti piacciono È meglio goderseli consapevolmente che cercare di evitarli e passare l'intera giornata a pensarli.

Non confrontare te stesso con gli altri. Le vacanze ci danno molte possibilità di vedere come le altre persone si relazionano con il cibo. Ad esempio, potresti avere un cugino che si esercita in modo eccessivo, uno zio che non mangia carboidrati o una sorella che segue la dieta più recente. Stare intorno a loro può rendere più facile impegnarsi in comportamenti alimentari disordinati. Cerca di rimanere concentrato su ciò che devi fare per mantenere un atteggiamento salutare nei confronti del cibo.

Salta il discorso del cibo. Le discussioni su cibo e peso sono amplificate durante le vacanze, che possono scatenare. Non devi impegnarti in queste conversazioni. Puoi andartene, cambiare argomento o parlare con qualcun altro.

Gestire ciò che i tuoi bambini mangiano

Per i genitori che lottano contro i disordini alimentari, è facile diventare la polizia del cibo proiettando le proprie ansie, giudizi, "doveri" e "non dovrebbero" sui propri figli. Ma, come in qualsiasi altro periodo dell'anno, a meno che tuo figlio non stia lottando, è fondamentale riconoscere che questi problemi sono tuoi. È appropriato per voi lasciare che i vostri bambini attendo con ansia ciò che amano di più dei pasti per le vacanze o delle prelibatezze extra.

Arruola l'aiuto di qualcuno. Se ritieni che sia troppo difficile essere rilassati riguardo a ciò che tuo figlio sta mangiando durante le vacanze, chiedi a qualcuno di cui entrambi ti fidi – il tuo partner, un membro della famiglia o un amico intimo – per ricevere aiuto. Lascia che ti aiutino a creare un'atmosfera di divertimento, divertimento ed equilibrio intorno al cibo.

Allontanarsi. Se ti accorgi di concentrarti troppo su ciò che sta mangiando tuo figlio, prenditi una pausa per riacquistare un po 'di prospettiva. E abbi fiducia nel tuo istinto: se senti che la tua preoccupazione riguarda più te e non i tuoi figli, lascia perdere.

Ricorda che anche se le vacanze non sono una scusa per abbuffarsi, questo è un momento molto naturale per gustare gli alimenti che sono speciali per la stagione. E potresti mangiare troppo, mangiare più dessert e sentirti pieno più spesso del solito. Ma nel contesto della moderazione generale, questo è perfettamente salutare, per te e per i tuoi figli. E quest'anno, ricordati di dimostrarti gratitudine per quanto sia duro lavorare per prendersi cura di te e della tua famiglia.

Solutions Collecting From Web of "Mangiare disturbi e genitorialità alle vacanze"