Mamma e papà non sono Dio

È bello vedere che il New York Times ha raggiunto l'avanzare della conoscenza psicologica che indica – in modo schiacciante – che, a dispetto di Freud, Portnoy e l'industria dei genitori – problemi e carenze degli adulti non possono essere tutti incolpati di mamma.

Se non hai letto l'articolo di Richard A. Friedman, "Accettare che i buoni genitori possano seminare cattivi semi" (http://www.nytimes.com/2010/07/13/health/13mind.html?ref=todayspaper), dovresti. Potrebbe aiutare tutti i genitori a rilassarsi, godersi i loro figli e riconoscere che anche se per un breve periodo il tuo piccolo potrebbe pensare che tu sei Dio … non lo sei davvero.

L'elenco dei malfunzionamenti, dei disturbi e delle cattive scelte dei bambini per i quali i genitori sono stati ritenuti responsabili è lungo. Scrittori che vanno da Freud a Phillip Roth hanno incolpato i genitori – in particolare le madri – per le imperfezioni dei loro figli. Dove i fallimenti dei bambini erano più gravi – immorali, criminali o semplicemente folle – le dita sociali di biasimo puntavano i genitori, aggiungendo senso di colpa punitivo e vergogna al loro dolore.

Una serie notevole di condizioni era una volta (e non molto tempo fa) considerata un risultato di genitorialità difettosa. Gli esseri umani vogliono dare un senso alle cose. Quando la vita non si spegne come speravamo, vorremmo disperatamente capire perché. Storicamente, abbiamo trovato una "spiegazione" nelle azioni degli spiriti maligni o del malocchio. Nel 20 ° secolo, illuminati dalla scienza rinvigorita da uno spirito di volontà, abbiamo incolpato i genitori.

Controlla la letteratura psicologica e troverai;
-Schizofrenia, una forma grave di malattia mentale che è un disturbo della percezione, del pensiero e del comportamento, è stata compresa dagli psicoanalisti per essere associata a una madre "schizofrenogenica".

È un modo elegante per dire che è colpa di tutte le mamme.

-Lo psichiatra che ha identificato l'autismo nei bambini attribuiva questo grave disturbo neurologico alle mamme del "frigorifero". Trovò le madri dei suoi pazienti, che venivano da lui in cerca di cure per i loro figli, troppo alla moda e razionali per i suoi gusti.

Troppo spesso i genitori sono ritenuti responsabili delle scelte morali dei bambini. Di fronte a criminali incorreggibili e impenitenti, le autorità hanno indicato una scarsa genitorialità. I genitori sono stati accusati di essere entrambi troppo morbidi e indisciplinati, o troppo dure, prive di comprensione. Sappiamo ora che alcune personalità psicopatiche sono fissate fin dall'inizio e semplicemente non hanno la normale capacità di empatia su cui si basa il comportamento morale.

Nel 1998, Judith Rich Harris ha scosso il mondo della psicologia e degli esperti di genitori quando ha pubblicato, l'Assunzione di Nurture: perché i bambini si rivelano come fanno. "I freudiani e i comportamentisti non hanno mai messo in discussione l'idea che i genitori influenzino i loro figli. Sono solo in disaccordo su come i genitori influenzano i loro figli ", ha detto in un'intervista. Harris sfidò una delle credenze più sacre e durature della psicologia. Il suo libro ben ragionato e ben documentato sosteneva che i genitori hanno influenze meno potenti sulla personalità, l'intelligenza e la salute mentale della loro prole, ei pari sono influenze più potenti di quanto pensiamo.

Harris ha sottolineato il fenomeno dei figli di immigrati che tipicamente non parlano con gli accenti dei loro genitori, ma assimilano e assorbono rapidamente la lingua dei loro coetanei. Anche quando parlano la lingua dei genitori a casa, passeranno facilmente alla lingua dei loro coetanei fuori casa e parleranno principalmente la seconda lingua in età adulta.

Harris ha notato la natura sfumata e interattiva delle relazioni genitore-figlio. La genitorialità è una strada a doppio senso. Lo stesso genitore agirà in modo diverso in risposta al temperamento e al comportamento individuale di ogni bambino. Un giorno una madre e 2 bambini piccoli passarono davanti al cortile dell'autore e il suo cane iniziò ad abbaiare. La bambina di 5 anni chiese a sua madre: "Posso accarezzarlo?" La madre trattenne questo bambino, dicendo; "Non credo che il cane voglia che tu lo accolga in questo momento." Il secondo bambino ebbe paura e corse via lungo il blocco. "Andiamo", disse la madre incoraggiante (a quest'ora l'autore teneva il collare del cane), "il cane non ti farà del male".

Qual era lo stile genitoriale di questa madre? Era diverso per ogni bambino, perché i bambini erano diversi.

Tenendo i genitori responsabili dei risultati che non controllano i risultati nei bambini diventano oggetti di ansia, con genitori nervosi, colpiti dal senso di colpa, timorosi che una mossa sbagliata segnerà per sempre i loro figli.

Solutions Collecting From Web of "Mamma e papà non sono Dio"