Malfunzionamenti di Doctor Who e Neuroscience of Morality

Terrorizzata su come lei potrebbe rispondere, il Dottore chiede a Clara: "Sono un uomo buono?" (Doctor Who, "Into the Dalek")

Il dottore ha perso uno dei suoi cuori? "Deep Breath" e "Into the Dalek" – i primi due episodi completi di Peter Capaldi nella serie televisiva di fantascienza della BBC, Doctor Who – rivelano un dottore la cui empatia può essere compromessa, un uomo la cui moralità potrebbe aver funzionato male.

Il romanzo immaginario di Doctor Who spiega l'occasionale rifusione dell'attore protagonista facendolo sottoporre a un processo di rigenerazione (spiegato un po 'in un precedente post, "Doctor Who: Regeneration and a Dilemma of Doctor Identities"), che ricostruisce un L'intero corpo del personaggio di Time Lord, cella per cella, e persino altera la personalità nel processo. Negli ultimi episodi dopo la sua ultima rigenerazione, il cosiddetto Dodicesimo Dottore ha esaurito l'empatia in più di un modo. Ha bisogno di empatia sia da che per gli altri.

Mostrando empatia

"Sì, il mio assistente. Le importa così non devo. "
– il Dottore introduce Clara in "Into the Dalek".

Nell'episodio della prima stagione "Deep Breath", il Dottore apparentemente abbandona la sua compagna di viaggio Clara, lasciando il suo amico in una situazione che la fa "sanguinosamente terrorizzata" e in lacrime. Anche se riappare al momento giusto per dimostrare che ha le spalle e non l'ha davvero abbandonata, tuttavia l'ha posizionata in quella terrificante posizione per servire allo scopo pratico di raccogliere informazioni per la missione. Nell'episodio seguente, "Into the Dalek", mostra un'apparente indifferenza per il dolore del soldato Journey Blue per suo fratello e di nuovo per i sentimenti della sua squadra per la morte di un altro soldato. Ogni volta, il Dottore rimane focalizzato sul compito da svolgere e critica gli altri per soffermarsi su quelle morti invece che su preoccupazioni più pratiche. Clara esprime la sua rabbia sulle sue attuali priorità: "Qui le persone stanno morendo, e c'è un po 'di te che è contento. I Dalek sono malvagi, dopo tutto; tutto ha un senso; il dottore ha ragione! "

"Into the Dalek" esplora entrambi i lati della medaglia: un eroe non pienamente in contatto con il suo lato buono e un mostro scollegato dal proprio male. Un Dalek è una piccola creatura geneticamente progettata per odiare la vita, meglio conosciuta per il suo alloggiamento robotico che sembra un gigantesco scuotitore di pepe con uno stantuffo per un braccio e un frullino da cucina con il raggio di morte per l'altro. Il computer della shell di Dalek monitora i ricordi e le sensazioni della creatura per sopprimere quelli che potrebbero essere contrari al tradizionale intento di Dalek di "sterminare!". Il Dottore scopre un Dalek danneggiato con nuove priorità. Ha deciso che la resistenza alla vita stessa è inutile. "Un Dalek così danneggiato è diventato buono", dice il Dottore. "La moralità ha funzionato male. Come resisto? ". A quanto pare, però, il Dalek danneggiato non è diventato meno micidiale. Significa semplicemente distruggere Daleks invece di uccidere tutti gli altri.

I cambiamenti neurali possono realmente alterare la moralità di qualcuno? Sì, possono, anzi.

L'empatia prende tre forme principali: l'empatia cognitiva , conoscendo ciò che gli altri sentono; empatia emotiva , sintonizzarsi sui sentimenti degli altri riflettendo i loro sentimenti nelle proprie emozioni; e compassionevole empatia , sentendo la propria preoccupazione e considerazione per l'angoscia e i sentimenti degli altri. Gli stati neurali temporanei e i cambiamenti neurali duraturi possono influenzarli tutti.

La stimolazione magnetica transcranica (TMS), utilizzando un campo magnetico dall'esterno del cranio per manipolare il cervello che risiede all'interno, può stimolare o inibire l'attività neurale a seconda di come viene applicata mentre un campo magnetico in movimento crea corrente elettrica. La stimolazione magnetica può aumentare l'empatia o impedirla a seconda di come e dove viene applicata nel cervello (Carr, Iacoboni, Dubeau, Mazziotta e Lenzi, 2002; Geddes, 2011; Hetu, Taschereau-Dumouchel, & Jackson, 2011), sebbene se questo potrebbe diventare più di un effimero effetto temporaneo rimane aperto all'esplorazione futura. L'elaborazione empatica nella moralità non è semplicemente una mimica emotiva dei sentimenti degli altri; si tratta anche di capire gli altri. Un gruppo di ricerca guidato da Rebecca Saxe (2009) ha scoperto che il TMS ha interrotto il funzionamento temporoparietale, interferendo con la capacità dei partecipanti di formulare giudizi morali che richiedevano una comprensione delle intenzioni degli altri. Impulsi magnetici alteravano temporaneamente i giudizi morali.

I cambiamenti a lungo termine nel cervello possono produrre cambiamenti a lungo termine nell'empatia e nei relativi problemi morali. Alcune persone con ferite alla testa sembrano in qualche modo psicopatici. Lesione cerebrale traumatica (TBI) può comportare difficoltà nell'elaborazione delle emozioni. L'incapacità di tali vittime di riconoscere e comprendere le emozioni altrui li rende insensibili, egocentrici e egocentrici, possibilmente anche arrabbiati. Inflessibilità, irritabilità, impulsività, diminuzione dell'autocontrollo e persino azioni criminali possono emergere. Le persone che prima si prendono cura ora possono mostrare indifferenza o mancanza di interesse per gli altri. Queste difficoltà potrebbero migliorare col tempo, anche se il danno cerebrale si fa più profondo nel passato.

Cambiare il cervello del dottore può rendere difficile per lui capire non solo gli altri ma anche se stesso. Anche Alexithymia (incapacità di identificare ed esprimere le proprie emozioni) sembra essere più comune nelle vittime del TBI. All'inizio di "Into the Dalek", il Dottore, che ammette di sentirsi terrorizzato su quale sarà la risposta a questa domanda, chiede a Clara: "Sono un brav'uomo?" Dopo che lei dice di non sapere, dice, "Né "Alla fine di" Into the Dalek ", però, Clara spiega questo:" Mi hai chiesto se eri un uomo buono, e la risposta è "non lo so", ma penso che tu provi a essere e penso che sia probabilmente il punto. "

Bisogno di empatia

Complicare le cose mentre il Dottore si sforza di far fronte ai propri cambiamenti interni è il fatto che altri potrebbero ora rispondere in modo diverso a lui. Le persone reali che hanno subito lesioni cerebrali, demenza, schizofrenia, paralisi, amputazione, ricostruzione facciale e altre importanti alterazioni, sia internamente che esternamente, possono trovarlo ancora più difficile da gestire quando altre persone cambiano il modo in cui le trattano. Le persone possono diventare impazienti o addirittura arrabbiate quando non si guarda o si comportano come prima, e alcuni potrebbero esprimere queste frustrazioni come se la vittima potesse essere rimessa a far parte del passato come prima.

Il volto del Dottore appena rigenerato mostra la sua speranza, poiché desidera che Clara continui a viaggiare con lui nel tempo e nello spazio, e poi la sua delusione quando dice "Mi dispiace. Sono veramente dispiaciuto. Non penso di sapere chi sei, più. "

Nel caso del viaggiatore del tempo, il suo sé passato (l'Undicesimo Dottore, interpretato di nuovo dall'ex star di Doctor Who Matt Smith) può chiamare Clara al telefono e lo fa, chiedendole di rimanere con il Dodicesimo Dottore mentre si aggiusta e impara per far fronte ai suoi cambiamenti. "Penso che potresti avere paura," dice l'Undicesimo, "e per quanto tu sia spaventato, Clara, l'uomo con cui ti trovi in ​​questo momento – l'uomo con cui spero tu sia – credimi, è più spaventato di qualsiasi cosa tu possa immaginare proprio adesso."

"Mi aiuterai?" Chiede il Dodicesimo Dottore. Quando Clara esita ancora, cerca di convincerla ad entrare in empatia con lui, a considerare il suo punto di vista: "Non puoi vedermi, vero? Tu mi guardi e non puoi vedermi. Hai idea di com'è? Non sono al telefono. Sono qui, in piedi di fronte a te. Per favore … solo vedermi. "

Sviluppare empatia per gli altri può essere difficile senza riceverlo dagli altri.

Alla fine, Clara lo vede come il dottore, anche se pensa di non essere più il tipo che lo abbraccia.

Articoli correlati:

  • "Doctor Who" chiamerebbe Freud, Jung, Myers e Briggs Stupid?
  • Doctor Who: "Ascolta" per la tua paura
  • Doctor Who: Regeneration and a Dilemma of Doctor Identities
  • Doctor Who: The Man Who Regrets and the Man Who Forgets
  • Doctor Who: Fear the Weeping Angels e Do not Blink

Puoi seguirmi su Twitter come @Superherologist o trovarmi su Facebook su https://www.facebook.com/BatmanBelfry. Mi piacerebbe sentirti!

Giocare a nascondino con un Dalek al Dallas Comic Con. Foto di Alex Langley.

Solutions Collecting From Web of "Malfunzionamenti di Doctor Who e Neuroscience of Morality"