Madness ospedaliero e papà d'addio

Eliezer Sobel
Max Sobel, 23/12/23 – 11/11/16
Fonte: Eliezer Sobel

Non ho trovato questo titolo molto confortante: "Errori medici terza causa principale di morte", ma l'ho trovato molto facile da credere. Avevamo portato papà al pronto soccorso con una tosse cronica, notturna e affannosa, a malapena in grado di respirare aria, e un cardiologo molto rassicurante ci ha informati con grande sicurezza e autorità: "Sono sicuro al cento per cento che questo è non è un problema cardiaco. "

Più tardi, dopo una chiara radiografia del torace e un'insignificante scansione dei polmoni, il capo pneumologo ci informò, con altrettanta certezza: "Questo non ha niente a che fare con i suoi polmoni; è sicuramente un problema cardiaco. "

Grande; qualche altra idea?

  • Il suo PCP ipotizzò di avere un caso improvviso, a 92, di reflusso acido da reflusso gastroesofageo e Nexium prescritto.
  • Il logopedista dell'ospedale ha somministrato un test di deglutizione e ha concluso che era molto probabile che aspirasse il cibo, causando la tosse, ma non abbastanza da presentarsi come polmonite abusiva sulle scansioni.
  • Un secondo cardiologo dichiarò che molto probabilmente aveva avuto un "attacco cardiaco silenzioso", il tipo che non produce alcun rumore, credo, diversi mesi fa. Quando gli dissi che il suo collega era "sicuro al cento per cento, questo non era un problema cardiaco", rispose con un roteare degli occhi, e disse, "Beh, sarei considerevolmente meno sicuro di quello."
  • Un terzo membro del team di cardiologia, che in seguito apprendemmo era un "Compagno", e anche un buon ragazzo, trascorsi quaranta minuti con entusiasmo, persino con allegria, descrivendo la procedura che intendeva svolgere la mattina dopo, risalendo da papà inghiottire con un catetere, semplicemente per guardarsi intorno nel suo cuore, possibilmente per installare uno stent se avesse scoperto eventuali blocchi, ma soprattutto per esplorare il terreno per la sostituzione di una valvola da seguire alcune settimane dopo.

I "Fellows" devono praticare le loro abilità chirurgiche e acquisire esperienza, quindi tendono a spingere per queste cose. Per fortuna, più parlava, più osservava papà che tossiva a testa bassa nel letto, mentre cresceva anche bellicoso e arrabbiato perché tutti ignoravano la sua richiesta di aiutarlo ad arrivare in bagno. "Certamente," osservò il Fellow, cambiando tono da desideroso a titubante, "Tuo padre dovrebbe essere in grado di sdraiarsi, collaborare e non tossire per diverse ore." Oops. "E dovresti anche rimuovere il suo DNR o non faremo nessuna procedura su di lui."

Oh. Quindi dovevamo cancellare / annullare i desideri dichiarati di mio padre, fatti quando era di buona idea, che sconfigge l'intero scopo di una "Direttiva Avanzata", e sarebbe per fare una procedura che abbiamo imparato portando il rischio di ictus, infarto e morte. Inoltre, mio ​​padre aveva sofferto di un trauma cerebrale traumatico, un mini-ictus e un attacco maggiore nei tre anni precedenti, e anche un lieve raffreddore aveva un impatto notevole e piuttosto immediato sul suo stato cognitivo e sui suoi livelli di confusione. Immagina cosa farebbe una procedura chirurgica a un 92enne con queste condizioni? Abbiamo detto no.

Public Domain/Wiki Commons
Fonte: dominio pubblico / Wiki Commons

Per fortuna, finalmente arrivò Marcus Welby. Il Capo più anziano / più saggio di Cardiologia è venuto a incontrarci e, con nostra sorpresa e sollievo, totalmente d'accordo con la nostra decisione di non fare nessuna procedura invasiva, per tutti i motivi di cui sopra, in aggiunta al seguente, che è stato piuttosto eye-opening :

"Non abbiamo davvero idea se il suo cuore abbia qualcosa a che fare con i suoi attacchi di tosse, né se la procedura potrebbe aiutare in minima parte."

Hmmm … .questo è stato davvero spunti di riflessione.

Abbiamo notato che quando gli EMT erano arrivati ​​a casa la mattina e avevano messo una maschera a ossigeno su mio padre, il suo attacco di tosse di cinque ore si fermò all'istante. Abbiamo concluso che essere scaricati con l'ossigeno a casa potrebbe essere una buona idea.

Più facile a dirsi che a farsi. I suoi livelli di saturazione nell'ospedale, essendo rimasti senza ossigeno per diversi giorni, erano ben al di sopra dei livelli che lo avrebbero qualificato per l'ossigeno a casa. Fortunatamente avevamo scoperto un segreto poco conosciuto sulla maggior parte degli ospedali e dei medici, dalla nostra stessa esperienza di pazienti: faranno essenzialmente qualsiasi cosa tu chieda, sollevandoli dall'onere di formulare raccomandazioni e decisioni. (Sono stato letteralmente il mio principale medico prescrittore di farmaci per anni.)

Eliezer Sobel
"The Last Brisket" -Rosh Hashanah 2016
Fonte: Eliezer Sobel

In questo caso, fratello mio, un dottorato di ricerca in psicologia, in precedenza aveva fatto una telefonata al medico curante sul pavimento di mio padre – un uomo che avevamo incontrato per tutti i 30 secondi del giorno precedente e che non avevo mai visto di nuovo – e disse: "Questo è il dott. Harry Sobel, io vorrei ordinare un antibiotico per via endovenosa per mio padre nella stanza 4487, "a cui il partecipante ha risposto," Sì, sì, subito lo chiamerò immediatamente. "

Harry poi ha continuato a essere creativo con i numeri di ossigeno di mio padre in modo tale da essere in grado di farlo scaricare con l'ossigeno approvato. Ma il vero kicker è stato quando si è avvicinato alla Nursing Station per fare una semplice richiesta su come farsi pulire e cambiare papà, e fu informato che,

"Non c'è Max Sobel registrato su questo piano. Lui non è qui."

Mio fratello rispose: "Mio padre è a due porte, nella stanza 4887."

L'infermiera disse: "No, mi dispiace molto, signore, ma tuo padre non è assolutamente su questo piano".

Interessante. Allora, chi era quel tizio nel letto di nostro padre? Era un morto per il nostro papà. Nel frattempo, ci chiedevamo quali altri farmaci avremmo potuto ordinare per questo paziente inesistente mentre avevamo accesso. Forse potrei fare un po 'di ossicodone?

Per fortuna, abbiamo trovato papà a casa, con l'ossigeno, in un unico pezzo, i suoi sintomi sono diminuiti.

"Gli errori medici sono la terza causa di morte"?

Che shock.

Eliezer Sobel
Fonte: Eliezer Sobel

Ho scritto l'account sopra la scorsa primavera. Il mio amato padre è morto a casa poche settimane fa, nella sua camera da letto di 60 anni, con mio fratello e me al suo fianco, circa sei mesi dopo quell'episodio, e circa un mese prima del suo settantesimo anniversario di matrimonio. (La mamma è ancora a casa, anche se 17 anni nell'Alzheimer e ignara di questo mondo. L'abbiamo portata al capezzale di papà appena passato e ha messo le mani insieme e le ha detto che se n'era andato, nella remota possibilità che si potesse registrare in qualche angolo profondamente incosciente della sua anima, non lo sapremo mai.)

Alla fine, mio ​​padre soffrì con difficoltà di respirazione per circa 45 minuti prima che una piccola quantità di morfina entrasse in azione e gli permettesse di calmarsi e andarsene via tranquillamente. Ti amiamo tanto papà e ti mancherai per sempre.

(Oh, a proposito, papà, sei stato convocato ieri per giurare, se fossi in te, lo farei solo saltare).

Eliezer Sobel ha appena pubblicato il primo libro mai progettato per gli ebrei con Alzheimer o demenza: " L'Chaim: immagini per evocare ricordi di vita ebraica".

Eliezer Sobel
Fonte: Eliezer Sobel

Solutions Collecting From Web of "Madness ospedaliero e papà d'addio"