Lutto in pezzi

Il dolore è definito come una reazione a una perdita importante. È molto spesso un'emozione infelice o dolorosa. Il NIH discute le fasi del dolore:

Possono esserci cinque fasi di dolore. Queste reazioni potrebbero non verificarsi in un ordine specifico e possono (a volte) verificarsi insieme. Non tutti sperimentano tutte queste emozioni:

Le persone che sono in lutto possono avere pianti magici, alcuni problemi di sonno e mancanza di produttività sul lavoro.

Ho vissuto nella mia vita privata la perdita di entrambi i miei genitori, la mia amata nonna, mio ​​nonno e zii assortiti. Al contrario di molti dei miei amici, ho perso più membri della famiglia e ho una lunga storia di dover affrontare il dolore. Questo è in parte il motivo per cui la perdita di mio figlio, Noè, è stata una tale sorpresa, nessuna scioccante esperienza di dolore. La sua morte all'età di 29 anni ha spezzato il mio spirito. Sì, ho provato tutte e cinque le fasi sopra elencate. Ciò di cui non si parla molto è questo:

  1. A volte il dolore può essere crudo e lacerante e potresti sentirti come se non ci fosse modo di tornare indietro o attraverso il dolore.
  2. Il dolore può sorprenderti. Potresti sentirti come se fossi venuto a patti con la tua perdita per lunghi periodi di tempo in cui, a prima vista, apparentemente, provi un dolore a pezzi!
  3. Nessuno può dirti quanto a lungo ti addolorerai o anche se finirà mai.
  4. Ma la cosa più sconcertante è che anche quando lavori attivamente sul tuo dolore – vai in terapia, ricevi supporto, prendi medicine se e quando necessario, ottieni EMDR, ecc. – il dolore può tornare in pezzi. Potresti pensare di aver ottenuto tutte le ragnatele del dolore dal tuo sottotetto psicologico ed emotivo, solo per scoprire sotto il lavandino o dietro la porta un altro pezzo di dolore in agguato, in attesa di essere scoperto.

Quest'ultimo è successo nella mia vita di recente in un momento in cui mi sarei aspettato di essere molto felice. Invece, mi sono ritrovato a crollare in un pantano familiare di dolore – incapace di scendere dal divano, guardare troppa TV, mangiare tanti dolci. Mi resi conto che l'evento felice aveva innescato una parte della vita di Noè e della mia vita che non riconoscevo come una calamita per il dolore. Mentre cominciavo a elaborare la paura e la tristezza che provavo, sentii un'ondata di dolore crescere in me. Per la prima volta dopo molti anni dalla sua morte, mi sentivo profondamente solo per lui. Ho perso profondamente la sua natura gentile. Mi sono sentito perso pensando a tutte le occasioni speciali che non avremmo condiviso in futuro. Tutte le mie riconciliazioni spirituali e il "dono" di vivere attraverso la sua morte impallidivano in confronto alla sensazione di crepitio nel mezzo del mio petto dove una volta avevo un cuore completo. Il mio dolore urlato per essere ascoltato e non avrebbe temperato le sue richieste nonostante i sette anni dalla morte di Noè.

Mi piacerebbe dire che ho imparato qualcosa da questo che rende la mia vita più significativa. Ma non è questo il caso. Quello che ho imparato è che il dolore avviene a pezzi. Non ho idea di quanti pezzi siano rimasti. So che aiuta a indirizzare quei pezzi quando si presentano piuttosto che scappare da loro o cercare di ignorare la loro presenza. E pezzo per pezzo è come sto mettendo la mia vita senza Noah di nuovo insieme.

Solutions Collecting From Web of "Lutto in pezzi"