L'utopia ha ospedali?

Nel 1516, Sir Thomas More pubblicò Utopia , una breve immaginazione della società perfetta che ancora oggi ci affascina: alcuni di essi sono datatamente disturbati (la sua Utopia aveva schiavi), alcuni si sono avverati (abbiamo ospedali che salvano vite), e alcuni rimane deprimente inafferrabile (libertà dal bisogno per tutti). In questa serie di saggi, speculo sulla società perfetta tracciando contrasti tra i ritratti fittizi di Utopia e il suo opposto, Distopia, temperato da intuizioni dalla scienza psicologica contemporanea, con l'obiettivo di illuminare dove siamo ora come americani e dove potremmo essere di testa.

Alla ricerca dell'utopia n. 2: l'utopia ha ospedali?

L'utopia ha ospedali? Sembra una domanda facile.

Rispondendola si evince un ovvio desiderio condiviso da tutti, per una vita lunga e sana, libera da malattie, dolore, malinconia e morte o smembramento accidentali. L'utopia gode di risorse illimitate per raggiungere esattamente questa lunga vita sana, ma quali servizi sanitari specifici dovremmo progettare in Utopia? Al giorno d'oggi, il dibattito appassionato ruota intorno a come finanziare le opzioni di assistenza sanitaria, e con risorse limitate si verificano difficili compromessi. L'utopia ha un budget illimitato e nessun trade-off, e quindi cosa vedremmo in Utopia?

La medicina è un argomento psicologicamente carico. Si collega al nostro istinto di base per sopravvivere e alle nostre emozioni più animaliche, la paura. Quando sei ferito e spaventato, niente è più importante della speranza delle cure mediche. Faresti qualsiasi cosa, pagherai qualsiasi cosa, prometti qualsiasi cosa, per far sparire il dolore e vivere ancora un po '. Lo psicologo Abraham Maslow è famoso per la sua "gerarchia dei bisogni", in cui i motivi dell'amore e dell'ammirazione sono subordinati al motivo di sopravvivenza. Allo stesso tempo, la morte è un'idea terrificante che facciamo di tutto per evitare di pensarci. C'è un'area attiva di ricerca psicologica sulla gestione del terrore che documenta i modi profondi in cui evitiamo di affrontare la nostra stessa mortalità. Per coloro che non soffrono in questo momento, il bisogno di cure mediche è attivamente messo da parte da una mente sempre razionalizzante.

L'utopia di More è stata scritta cinquecento anni fa. La moderna comprensione dei germi e delle infezioni è arrivata poco più di cento anni fa. Gli ospedali, così come li conosciamo oggi, risalgono anche a circa cento anni fa. Prima di allora, i medici armeggiavano ciecamente nell'oscurità, con la probabilità di fare del male e di guarire. Fino all'inizio del XX secolo, un ospedale era il luogo dove andavi a morire, un posto da temere e da evitare. Nei giorni di More, la vita in generale era dolorosa e breve. Molti bambini sono morti alla nascita. Quindi per More il desiderio che gli ospedali semplicemente esistessero era una visione grandiosa, eppure sognava ancora oltre che gli ospedali potevano essere luoghi piacevoli portando tangibili benefici per la salute. Ecco il passaggio chiave dell'utopia originale: "Gli ospedali sono così ben progettati e dotati di tutto il necessario per ripristinare la salute, l'assistenza fornita è così gentile e attenta e la presenza dei medici specialisti più qualificati è così costante che, mentre nessuno viene mandato contro la loro volontà, a malapena una persona malata in tutta la città non preferirebbe essere allattata lì che a casa ". È incredibile rendersi conto che gli ospedali odierni sono di fatto superiori a quelli dell'Utopia originale. In questo aspetto della vita, molti di noi oggi vivono in Utopia.

Oggi il dibattito infuria in America sul modo migliore di amministrare il servizio medico. Fondamentalmente, ci sono tre pilastri del servizio medico che siamo tutti d'accordo, ma con risorse limitate, discutiamo su quale sia la priorità. Innanzitutto, c'è qualità. Vogliamo tutti il ​​miglior trattamento disponibile e ci meravigliamo dei rapidi e apparentemente infiniti progressi della tecnica medica. Ho avuto un intervento chirurgico recente non invasivo. Una generazione fa avrebbe comportato tagli e cuciture, seguiti da un lungo periodo di recupero. Ma oggi, senza tagli, sono tornato a lavorare in un giorno, come nuovo. La qualità viene dall'innovazione continua, che è costosa. Chiaramente, una caratteristica distintiva di Utopia è la migliore qualità del servizio medico. In secondo luogo, c'è disponibilità. Dopo un grave incidente, devi raggiungere il centro traumatologico di primo livello il prima possibile. Abbastanza facile se vivi in ​​una grande città, ma non così facile se vivi in ​​una zona rurale. La disponibilità è una sfida importante per tutti tranne che per le nazioni più ricche con le popolazioni più concentrate; più è diffusa la popolazione, più sono necessari gli ospedali. Nella guerra moderna, l'ospedale chirurgico militare mobile (MASH) è una soluzione al problema della disponibilità-assistenza di emergenza che può spostarsi ovunque sia più necessario. Chiaramente, un'altra caratteristica distintiva di Utopia è la disponibilità immediata del servizio medico. Terzo, c'è l'accessibilità. Chi ha accesso alle cure mediche? È semplicemente l'élite o ogni cittadino ha lo stesso accesso allo stesso servizio medico di alta qualità? In Utopia, una società perfetta con risorse illimitate, non è certo controverso che ogni cittadino abbia lo stesso accesso a un eccellente servizio medico. Tutti e tre i pilastri della qualità del servizio medico, la disponibilità e l'accessibilità sono massimizzati in Utopia.

Gli ospedali distopici danno una prospettiva a ciò che possiamo sperare (al contrario) di raggiungere in Utopia. Nel film del 2013 Elysium interpretato da Matt Damon, un futuro prossimo la società umana si è divisa in una vasta sottoclasse vivente sulla Terra e una ricca élite che vive su una stazione spaziale di lusso nell'orbita terrestre. Solo le élite hanno accesso a cure mediche di qualità, sotto forma di dispositivi automatici che diagnosticano e curano immediatamente malattie come il cancro. Questi dispositivi hanno l'estetica snella e spregiudicata di un prodotto Apple: sali dentro, premi un pulsante e in pochi istanti ti ritroverai in perfetta salute. I dispositivi sono ospitati in casa, fornendo accesso immediato (essenzialmente lo stesso dispositivo è stato chiamato "autodoc" nel franchise di Alien , apparso per la prima volta nel film originale del 1979 e di nuovo, in modo stridente, nella puntata più recente, il film del 2012 Prometheus ). L'elemento distopico è che sebbene il servizio medico Eliseo massimizzi la qualità e la disponibilità, l'accessibilità è limitata a tutti, tranne a pochi privilegiati.

Ora visitiamo una pura utopia. La scrittrice scozzese Iaian M. Banks è conosciuta per una serie di romanzi chiamati la serie Culture (i miei preferiti sono The Player of Games and Excession ), in cui un futuro lontano, la civiltà pan-galattica di umanoidi, conosciuta semplicemente come la Cultura, ha perfezionato una società che massimizza la ricerca della felicità individuale. La durata della vita è di molte centinaia di anni, perché il decadimento naturale dell'età è stato sradicato. Le persone cercano di solito miglioramenti estetici chirurgici, non tanto per correggere difetti genetici come i grandi nasi, ma piuttosto per aumentare le caratteristiche migliori della natura: si può correre più velocemente, nuotare ulteriormente, sopportare temperature estreme o assenze d'aria, e in un aspetto particolarmente edonistico di la Cultura, gode di ghiandole impiantate chirurgicamente che secernono sostanze psicoattive che per un breve periodo alterano l'umore, la memoria e l'intelletto in modi deliziosamente precisi senza lasciare tracce di cattivi effetti collaterali. Gli sport estremi con il loro conseguente rischio di morte e mutilazione sono altrettanto ben contenuti: l'intelligenza artificiale onnipotente ("Minds") controlla le attività degli umani e piombano per preservare la vita quando un incidente sembra imminente. La triste ironia delle raffigurazioni di Utopic di Mr. Banks da parte di Banks fu che egli stesso incontrò una morte prematura all'età di 59 anni per mezzo di un aggressivo cancro alla vescica che non era curabile dalle cure mediche contemporanee.

Sogniamo in grande. Elimina i compromessi economici e immagina la vera utopia, massimizzando questi tre aspetti di qualità, disponibilità e accessibilità. In Utopia, il servizio medico è eccellente. Come nei romanzi di Banks ' Culture , una salute perfetta è facile … un gioco da ragazzi. Il problema non è tanto il modo di mantenere un corpo assolutamente perfetto, ma in che modo aumentarlo secondo il gusto personale o la moda attuale. In Utopia, il servizio medico è a portata di mano. Come in Elysium , potrebbe essere un dispositivo automatico in ogni casa. Potremmo invece disporre di una tecnologia di teletrasporto che consente a ciascun cittadino di recarsi facilmente in una struttura medica. Oppure, potremmo sviluppare delle soluzioni mediche così durature che né la malattia né l'incidente causeranno alcun urgente bisogno di attenzione: i nostri corpi aumentati si limiteranno a guarire da soli fino a un successivo aumento successivo, a nostro piacimento. In Utopia, il servizio medico è disponibile per ogni cittadino. E perché non dovrebbe essere? Stiamo immaginando una società perfetta, e in una società perfetta una vita lunga e sana è un diritto inalienabile, per prendere in prestito una frase perfetta dalla dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti. In Utopia, tutti hanno accesso a un servizio medico di ottima qualità e facile disponibilità.

Torna alla domanda iniziale: Utopia ha ospedali? Nell'Utopia originale di More del 1500, la risposta fu un sonoro sì. Ma come abbiamo notato, le economie industriali contemporanee hanno già prodotto gli utopici ospedali di More. Per noi oggi, quindi, la risposta è, forse no. Gli ospedali sono essenzialmente un sistema di fabbrica per le cure mediche e gli esseri umani sono la parte sulla catena di montaggio. Più grande è l'ospedale, più la gente si muove dentro e fuori come su un nastro trasportatore. L'approccio di fabbrica è efficiente, ma l'efficienza può essere realizzata in altri modi. Prendendo spunto da Elysium , immagina un autodoc prodotto in serie e progettato con stile. Metti l'autodoc e non le persone sulla catena di montaggio, rendendo l'autodoc abbastanza economico da permettere a tutti, una sorta di "cellulare" per una salute perfetta. In Utopia, tutti hanno un autodoc, fornendo un servizio medico di ottima qualità, disponibilità immediata e accessibilità universale.

Noi come società possiamo muoverci più volutamente verso la nostra utopia se sogniamo in grande e immaginiamo esattamente ciò che vogliamo di più in un sistema sanitario perfezionato.

Solutions Collecting From Web of "L'utopia ha ospedali?"