L'uomo nella scatola

Alcuni anni fa, sono stato contattato da un avvocato e ho chiesto di valutare il suo cliente, il querelante in una causa. La chiamerò signora Jones, una vedova di 35 anni, che stava facendo causa a un funerale.

Un anno prima, il suo presumibilmente sano marito di 40 anni, morì improvvisamente di un massiccio infarto mentre era in palestra.

Alla nostra consulenza, la signora Jones era ovviamente in lutto e piuttosto triste. Questo non era fuori dall'ordinario, perché il processo di lutto spesso richiede ben due anni. Ma ciò che stava complicando gravemente questo processo; occasionando la causa; e portarla nel mio ufficio era la seguente storia insolita:

Al momento della morte di suo marito, la signora Jones era in uno stato di shock, rifiutandosi di vedere il corpo di suo marito. Lasciò l'identificazione del suo corpo a un parente, e mentre faceva gli accordi per i funerali, insistette con veemenza che voleva che la bara fosse "chiusa".

Nel giorno del funerale, improvvisamente cambiò idea: voleva un ultimo sguardo.

Il direttore del funerale fece del suo meglio per dissuaderla, ma fu irremovibile.

La bara fu aperta.

Quello che la signora Jones ha visto è stato orribile:

Il signor Jones era un uomo alto: sei cinque. Per sistemarlo nella bara, il collo era stato spezzato e la sua testa, ora piegata di lato, era incastrata in un angolo della bara.

Alla vista, la signora Jones svenne e fu portata via dal funerale in uno stato di shock.

Nei mesi che precedettero il nostro incontro, ebbe pensieri ripetitivi, intrusivi e raccapriccianti ricordi del corpo distrutto del marito. Continuava a "vederlo" incessantemente. Questi flashback erano accompagnati da sentimenti di angoscia e terrore. Ogni notte si svegliò svegliandosi dai sogni ricorrenti di scrutare nella bara e vedere il corpo distrutto del marito, o trovarlo appeso a un ramo di un albero, penzolando mollemente da una corda.

Al processo, ho testimoniato che la signora Jones soffriva di disturbo post-traumatico da stress come risultato diretto del vedere il corpo grottesco di suo marito; e quella visione era responsabile di complicare gravemente il suo processo di lutto.

Mentre i giurati simpatizzavano con la signora Jones, hanno deciso il caso a favore dell'imputato. La querelante aveva chiesto una bara chiusa, l'accordo concordato con la casa funeraria. Richiedendo l'apertura della bara, la signora Jones si era allontanata da quell'accordo. Ha quindi intrapreso il rischio associato all'abrogazione dell'accordo.

Per quanto triste e traumatica fosse stata la sua esperienza, la signora Jones ha ottenuto ciò che chiedeva.

Solutions Collecting From Web of "L'uomo nella scatola"