L'unica psicosi socialmente accettabile

Nel suo film del 1977 "L'oscuro oggetto del desiderio", il regista surrealista spagnolo Luis Buñuel ha creato una dimostrazione visivamente concreta di come l'innamoramento non abbia a che fare con la persona amata che con le fantasie e le proiezioni dell'amante. In questo film, il protagonista maschile si è innamorato e la parte della sua amata è interpretata da DUE donne diverse, donne con un aspetto e un temperamento notevolmente diversi e che appaiono imprevedibilmente in scene separate.

Il punto di Buñuel non può essere perso. "Quell'oscuro oggetto di desiderio" è una fantasia dell'amante, proiettata su qualunque donna sia caduta nel ruolo.

Extreme, senza dubbio. Tuttavia, noi e i nostri pazienti, che non sono creazioni dell'immaginazione artistica di Luis Buñuel, siamo comunque vulnerabili alla "freccia di Cupido".

Sono grato di aver avuto l'opportunità di imparare dalla dottoressa Elvin Semrad, l'insegnante più influente dell'arte della psicoterapia della sua e delle generazioni successive.

Semrad ha riconosciuto la psicosi come uno stato caratterizzato dall'uso predominante delle tre primitive difese di coping: evitamento, negazione e proiezione.

Riguardo all'amore, Semrad ha detto:

"L'amore è uno stato inspiegabile, dove ci sono così tante cose che scegli, allo scopo di gratificare, non vedere."

"Nessuno innamorato ha un buon giudizio; tutti lo desiderano e confondono fantasia e realtà. "

E, in definitiva: "L'amore è l'unica psicosi socialmente accettabile".

Semrad ha anche detto, "Dopo la sazietà arriva un giorno di resa dei conti. Allora noti davvero quelle cose che non hai notato prima. E a volte prendi nuove decisioni su questa base: se tollerarla o non sopportarla ".

I pazienti vengono spesso a consultarmi come conseguenza di essere venuti in quel "giorno della resa dei conti". Ho scoperto che la resistenza a rendere la transizione dallo stato di "innamoramento" alla realtà può risultare in colpa, se stessi colpa, capricci degni di una bambina di due anni, depressione … ogni distrazione dal dover trovare un modo per fare pace con ciò che si ha effettivamente nella vita. La sfida, se affrontata con coraggio e attenzione, è un'importante opportunità di crescita.

Riguardo alle sue parole, Semrad era solito dire: "Prendi ciò che trovi utile, usalo e trasmettilo. Per il resto, buttalo via. "

Sono felice di passare questo.

Solutions Collecting From Web of "L'unica psicosi socialmente accettabile"