L'unica domanda che devi rispondere sul tuo partner

HTeam/Shutterstock
Fonte: HTeam / Shutterstock

Oh, le gioie di una nuova relazione! Tale felicità è offuscata solo, forse, dalla paura che a volte può sorgere. Quando entriamo in una nuova amicizia, romanticismo o business partnership, generalmente lo facciamo con entusiasmo e speranza. Tuttavia, molti di noi hanno anche sperimentato delusioni o tradimenti, e preferiamo non essere delusi di nuovo. Mentre cerchiamo di raggiungere il maggior potenziale in tutte le nostre relazioni, come possiamo aumentare le nostre possibilità di successo?

Per rispondere a questa domanda, ho raccolto la saggezza da molti studi di ricerca prospettici, ognuno dei quali ha seguito vasti gruppi di persone per decenni, e che ha cercato di identificare le abilità che consentono a individui e coppie di mantenere il successo nel loro lavoro, salute e relazioni attraverso tempo. Questo entusiasmante corpo di ricerca ha molto da insegnarci. Uno di questi studi ha seguito 260 studenti universitari per 70 anni. Un altro ha seguito 700 bambini sull'isola di Kauai dalla nascita fino all'età di 45 anni. Un terzo ha seguito più di 17.000 nascite, a partire dal 1946, attraverso le vite dei soggetti. C'erano molti risultati coerenti, e tra questi vi è la comprensione di uno degli ingredienti chiave trovati in tutte le relazioni di successo.

Come abbiamo discusso nei post precedenti, l'emozione di base del cervello è la paura . Questa è l'emozione della sopravvivenza e la condividiamo con tutti gli altri mammiferi. Ogni specie ha la sua risposta automatica o integrata alla paura. Di fronte a una minaccia, il cervo corre, l'uccello vola, il topo tana e il leone carica. Cosa facciamo noi umani? Se hai letto i miei post recenti, sai già: quando gli esseri umani sono spaventati, il nostro cervello vuole che cerchiamo aiuto e conforto dagli altri; ci protendiamo l'un l'altro per il supporto.

Prendiamo in considerazione solo alcune delle ricerche interessanti in questo settore: uno studio nel New England Journal of Medicine ha esaminato il potere del supporto interattivo durante il travaglio e il parto. In un ospedale del Guatemala, i ricercatori hanno seguito 700 donne che sono arrivate in travaglio da sole. Di queste donne, 350 sono state fornite le cure mediche ordinariamente offerte dall'ospedale. Gli altri 350 hanno ricevuto il sostegno di un volontario che ha fornito la conversazione, la presa della mano e altre forme di supporto non medico durante il loro lavoro, e questo supporto non tecnico ha dimezzato il tempo di lavoro. Lo stesso studio è stato condotto in un ospedale di Houston, con risultati altrettanto drammatici. Risultati simili sono stati osservati nel campo della medicina cardiaca: ad esempio, i cardiologi che inizialmente hanno definito la personalità di "Tipo A" hanno scoperto che i pazienti che hanno riferito di poter raggiungere gli altri avevano un colesterolo significativamente più basso di quelli che non potevano. E i pazienti cardiaci che hanno riferito di non avere nessuno con cui confidarsi erano tre volte più probabilità di morire prematuramente rispetto ai pazienti che ritenevano di avere il sostegno di altri.

Potresti chiederti cosa ha a che fare tutta questa ricerca con le domande poste all'inizio di questo blog. Qual è l'unico "ingrediente chiave" trovato in quegli studi longitudinali? Di quali competenze abbiamo bisogno e di cosa abbiamo più bisogno di sapere su un'altra persona al fine di prevedere e raggiungere il successo nelle nostre relazioni personali e professionali?

La risposta è così semplice e così profonda che potrebbe sorprenderti. La cosa più importante che vogliamo sapere su una persona – e ciò che vogliono sapere su di noi – prima che ci fidiamo l'un l'altro è:

Cosa farà questa persona quando lei o lui ha paura?

Sapere cosa fa una persona in risposta alla paura è fondamentale per il successo di qualsiasi relazione.

Considerare il romanticismo: una relazione amorosa di solito inizia come un'avventura divertente ed eccitante. Ma a un certo punto, le relazioni possono diventare spaventose. Ci sono due ragioni principali per questo. La prima è che le persone sono umane e quindi non così coerenti come vorremmo che fossero. Forse una persona amata è tornata a casa scontrosa e distante per troppe settimane di seguito. Ad un certo punto, potremmo non essere totalmente convinti che il problema sia il lavoro; o forse sono stati fuori città e hanno promesso di chiamare, ma in seguito si sono scusati per essersi addormentati presto. Il punto è che gli esseri umani non sono coerenti e questo ci spaventa.

Una seconda ragione per cui può sorgere la paura è che la relazione – o la persona – sembra così buona che abbiamo paura di perderla. Potremmo pensare, "Questa persona è meravigliosa!" Ma mentre stiamo pianificando date, vacanze e un futuro insieme, altri pensieri si insinuano in: "E se cambia idea? E se lei decidesse che lei non vuole stare con me e se ne va? "Quando sorgono questi pensieri, dobbiamo andare da quella persona e dire:" Oggi mi sono spaventato a pensare a come sarebbe stata la vita se tu fossi andato via ". Spero che, poiché hai scelto in modo così saggio sulla base del rapporto di quella persona con la paura, lei o lui ti terranno e diranno: "Lo so, anch'io lo sento a volte".

Questi stessi principi si applicano a qualsiasi relazione nuova o in corso importante, che si tratti di amicizia, romanticismo o collaborazione commerciale. Quando si è nella paura, ogni persona deve essere in grado di raggiungere l'altro individuo per il supporto e di essere in grado di rispondere con supporto quando quella persona lo raggiunge.

Scoprire se il tuo futuro partner ha questa abilità, o se ce l'hai, non è sempre facile. Ecco quattro domande da considerare mentre la relazione si sviluppa:

  1. Questa persona ha amici intimi a cui sembra appoggiarsi per il supporto e confidarsi?
  2. Quando chiedo assistenza a questa persona, sono compassionevoli e premurosi?
  3. Quando chiedo degli errori del passato, indicano che si sono rivolti a qualcuno per chiedere aiuto?
  4. Quando chiedo dei successi passati, condividono il merito con qualcun altro?

Queste domande forniscono una buona base per imparare come tu o altri potrebbero rispondere durante i periodi di paura. Mentre continui a sperimentare le gioie di nuove relazioni in tutti gli aspetti della tua vita, tieni presente che la cosa più importante che vogliamo sapere prima di avere fiducia in una persona è: cosa faranno quando avranno paura?

Le relazioni hanno sempre maggior successo quando tutte le parti sono in grado di chiedere e fornire supporto. In un post successivo, ritorneremo su questa idea mentre seppelliamo il mito del genio solitario ed esploriamo il ruolo del supporto nel processo creativo.

Solutions Collecting From Web of "L'unica domanda che devi rispondere sul tuo partner"