L'ufficio di Freud: Opium Den o spazio terapeutico?

Freud aveva un "design per la testa", quando decorava il suo ufficio? Lo ha progettato consapevolmente per essere uno spazio terapeutico? Oltre al suo ormai iconico divano "sdraiati e dimmi i tuoi problemi", cosa hanno visto i pazienti quando sono entrati nell'ufficio di Freud?

Secondo Diana Fuss, autrice di Il senso di un interno: quattro scrittori e le stanze che li modellavano , "Per il paziente sdraiato sul divano, circondato da tappeti persiani e avvolto nel fumo del sigaro di Freud, la stanza era un tardo vittoriano fantasia di una fumeria d'oppio. "Freud riempì il suo spazio di migliaia di antichità tra cui una collezione rotante di 40 statuette che mise sulla sua scrivania.

Nessuna meraviglia che Freud avesse una passione per l'archeologia e queste figure primarie: era un archeologo della mente! Forse il suo "set scenico" da ufficio da sogno e le sculture archetipiche / "oggetti di scena" lo hanno ispirato e hanno avuto un valore terapeutico per i suoi pazienti mentre Freud conduceva i suoi scavi psichici.

Nel mio libro, Some Place Like Home: Using Design Psychology per creare luoghi ideali , discuto l'importanza degli oggetti speciali delle persone come chiavi delle loro identità:

. . . oggetti tramandati di generazione in generazione intrecciano le vite, le anime delle persone nel corso degli anni come parte delle nostre genealogie ambientali. Come tale, possiamo leggere questi manufatti per indizi sul nostro passato mondo familiare, così come gli archeologi avrebbero sbloccato i misteri delle civiltà studiando le ricchezze delle tombe perdute.

Oltre a "leggere" Freud, i nostri clienti, o le nostre storie e identità familiari attraverso oggetti speciali (Ah! La sedia a dondolo di mia nonna, così piena di ricordi caldi!), Credo che possiamo progettare luoghi che fanno parte del processo terapeutico stesso . Com'è possibile?

Psychology L' articolo di oggi "The Colour of Introversion" (agosto 2010), discute i miei pensieri su colore e personalità e include alcuni suggerimenti. (Grazie, Psychology Today , per evidenziare l'importanza della Psicologia del Design!) Nei miei post futuri, discuterò su ulteriori modi in cui possiamo creare spazi come antidoti curativi, specialmente quando si tratta del "The Big D's'- -" divorzio, " la "morte" di una persona cara, "malattia" e "disastro naturale".

Nel nostro classico dibattito sull'influenza maggiore dell'eredità o dell'ambiente, di solito consideriamo l'ambiente come il nostro ambiente sociale / familiare. L'ambiente fisico, anche carico di significato, può fungere da catalizzatore per la nostra crescita e il cambiamento. Luoghi appositamente progettati con elementi di guarigione iconici e messaggi positivi possono collegarci al meglio del nostro passato, presente e futuro. Non c'è da stupirsi se ho " Design on My Mind ".
________________________________________________________________

Riferimenti / link utili:

Arango, Jeorge. "The Colour of Introversion", Psychology Today, agosto 2010.

Fuss, Diana, Il senso di un interno: quattro scrittori e le stanze che li hanno plasmati . New York: Routledge, 2004.

Museo Freud di Londra

Israele, Toby, un posto come casa: usare la psicologia del design per creare luoghi ideali. Chichester: Wiley-Academy, 2003.

Sigmund Freud Museum Vienna

Copyright Toby Israel, 2010.

Solutions Collecting From Web of "L'ufficio di Freud: Opium Den o spazio terapeutico?"