L'ottimismo e l'ansia cambiano la struttura del tuo cervello

Wikimedia Commons/Public Domain
Corteccia Orbitofrontale (OFC) in verde.
Fonte: Wikimedia Commons / Public Domain

Un nuovo affascinante studio dell'Università dell'Illinois a Urbana-Champaign ha identificato che gli adulti sani che hanno una corteccia orbitofrontale più grande (OFC) tendono ad avere meno ansia e sono più ottimisti.

Questo studio offre la prima prova che l'ottimismo può svolgere un ruolo di mediazione nella relazione tra la dimensione dell'OCD e il livello di ansia di una persona.

Lo studio di settembre 2015 "Ottimismo e cervello: l'ottimismo dei tratti medita il ruolo protettivo della corteccia orbitale della materia grigia contro l'ansia", è stato pubblicato sulla rivista Social, Cognitive and Affective Neuroscience. Sanda Dolcos ha guidato la ricerca insieme ai coautori Yifan Hu e al professore di psicologia Florin Dolcos.

La corteccia orbitofrontale è una regione del cervello situata nella corteccia prefrontale proprio dietro gli occhi. La regione è stata a lungo nota per svolgere un ruolo nei disturbi d'ansia. L'OFC svolge un ruolo centrale nella regolazione emotiva e comportamentale integrando le informazioni intellettuali ed emotive. È interessante notare che la dimensione dell'FCO di qualcuno sembra predire la sua suscettibilità all'ansia o la propensione all'ottimismo.

I ricercatori hanno cercato di dimostrare la loro ipotesi che l'ottimismo è associato a un maggiore volume di materia grigia nelle regioni dell'OFC. Avevano l'impressione che un OFC più grande potesse far parte di un ciclo di feedback che attenuasse l'ansia aumentando l'ottimismo.

Per questo studio, il team ha raccolto la risonanza magnetica di 61 giovani adulti sani e ha analizzato la struttura di un certo numero di regioni nel loro cervello, tra cui l'OFC. Quindi, i ricercatori hanno calcolato il volume di materia grigia in ciascuna regione del cervello rispetto al volume complessivo del cervello. Infine, i partecipanti allo studio hanno completato test che hanno valutato il loro ottimismo e ansia, i sintomi della depressione e l'affetto positivo (entusiasta, interessato) e negativo (irritabile, turbato).

L'analisi dei risultati ha mostrato che una corteccia orbitofrontale più spessa sul lato sinistro del cervello corrispondeva a un maggiore ottimismo e meno ansia. I risultati suggeriscono anche che l'ottimismo ha svolto un ruolo di mediazione nel ridurre l'ansia nelle persone con OFC più grandi. Ulteriori analisi hanno mostrato che nessun'altra struttura cerebrale sembrava essere coinvolta nel ridurre l'ansia aumentando l'ottimismo.

Gli eventi traumatici possono ridurre parti della corteccia Orbitofrontale

In precedenza, uno studio del 2011 ha confrontato le dimensioni dell'OFC basate sui risultati di imaging cerebrale di giovani adulti prima e dopo il terremoto e lo tsunami del 2011 in Giappone. I ricercatori, guidati da Atsushi Sekiguchi, hanno scoperto che il volume della materia grigia dell'OFC si atrofizzava in molti soggetti di studio nei mesi successivi al disastro. Le persone che hanno perso il maggior volume di OFC nell'emisfero sinistro OFC avevano più probabilità di essere diagnosticate con disturbo da stress post-traumatico (PTSD).

In uno studio di follow-up del 2014, Sekiguchi ha rilevato cambiamenti microstutturalistici della sostanza bianca nella connettività cerebrale in quelli con PTSD. Diverse linee di evidenza hanno supportato l'ipotesi che un'integrità della materia bianca inferiore (WMI) in specifiche regioni del cervello fosse legata a una vulnerabilità per i disturbi d'ansia dopo eventi stressanti. Il fascio di tratti di materia bianca faceva parte del "Circuito di Papez", che include connessioni all'amigdala.

Nel 2014, ho scritto un post sul blog di Psychology Today , "Lo stress cronico può danneggiare la struttura e la connettività cerebrale", sulla base di una ricerca che ha scoperto che una quantità eccessiva di cortisolo "ormone dello stress" ha creato un effetto domino che i percorsi cablati tra l'ippocampo e amigdala in un modo che aumentava l'ansia.

I ricercatori dell'Università della California Berkeley hanno scoperto che lo stress cronico ha la capacità di capovolgere un interruttore nelle cellule staminali che li trasforma in un tipo di cellula che inibisce le connessioni alla corteccia prefrontale, ma stabilisce un'impalcatura duratura legata all'ansia, alla depressione e disturbo post traumatico da stress.

Può essere ottimista cambiare la dimensione della corteccia Orbitofrontale?

Painting and Image by Trevor Mikula/Used with permission
Essere ottimisti e vedere il bicchiere mezzo pieno può aumentare la dimensione della corteccia orbitofrontale.
Fonte: Pittura e Immagine di Trevor Mikula / Usato con permesso

Come atleta ultra-endurance, ho imparato che decidere consapevolmente di non essere pessimista durante la competizione era uno stile esplicativo e una mentalità che era nel mio controllo. Anche quando le condizioni e gli elementi della competizione creavano ostacoli scoraggianti, mi sarei concentrato coscientemente su pensieri ottimistici. Non ero mai un Pollyanna , ma potevo decidere di vedere il bicchiere mezzo pieno essendo un "ottimista pragmatico" e andare più veloce, o potevo vedere il bicchiere mezzo vuoto e andare più piano. La scelta era mia.

Nella mia esperienza, l'ottimismo ha sempre portato a prestazioni di gara migliori, così ho imparato a guidare i miei pensieri verso l'ottimismo. In tal modo, credo di aver cambiato l'integrità della materia bianca e il volume della materia grigia in varie regioni del mio cervello. Questo è un modo in cui il tuo processo atletico quotidiano può letteralmente rimodellare e ricomporre il tuo cervello in modi che possano avvantaggiare la tua vita quotidiana.

Una volta compreso che il pensiero negativo portava meno energia, visualizzerei i miei pensieri negativi come ricoperti di teflon e ricoperti di Crisco. Non li lascerei prendere in considerazione nella mia mente. Il rovescio della medaglia, i miei pensieri positivi erano coperti in velcro e super colla. Vorrei accoglierli per riempire la mia mente e attenermi a varie parti del mio cervello.

In un modo rudimentale, mi rendo conto ora che i pensieri positivi e l'ottimismo stavano accumulando il mio OFC. L'ottimismo potrebbe anche aver distrutto le tracce della sostanza bianca fino all'amigdala che mi ha dato grazia sotto pressione abbassando la mia ansia. So che questa è una neuroscienza molto semplificata, ma funziona per me come visualizzazione. Forse questa visualizzazione funzionerà anche per te?

Conclusione: l'ottimismo può creare una spirale ascendente cambiando la struttura cerebrale

Il nuovo studio di Dolcos et al mostra che l'ottimismo può in definitiva proteggere qualcuno dall'ansia stimolando i cambiamenti nella corteccia orbitofrontale. Sembra che qualcuno possa creare una spirale ascendente alterando il volume della materia grigia dell'OFC.

In studi futuri, Florin Dolcos ha in programma di testare se l'ottimismo può essere aumentato e l'ansia ridotta allenando le persone in compiti che coinvolgono la corteccia orbitofrontale o cercando modi per aumentare l'ottimismo direttamente.

"Puoi dire, 'OK, c'è una relazione tra la corteccia orbitofrontale e l'ansia. Cosa faccio per ridurre l'ansia? '", Ha detto Sanda Dolcos in un comunicato stampa. "E il nostro modello sta dicendo che questo funziona parzialmente grazie all'ottimismo. Quindi l'ottimismo è uno dei fattori che possono essere presi di mira. "

I ricercatori ritengono che se si può insegnare a qualcuno a rispondere in modo più positivo agli eventi stressanti e a rimanere ottimisti su base momento per momento, nel tempo questi stili esplicativi si incorporeranno nella sua struttura cerebrale.

Se vuoi leggere di più su questo argomento, controlla i post del mio blog Psychology Today :

  • "L'ottimismo stabilizza i livelli di cortisolo e riduce lo stress"
  • "La dimensione e la connettività dell'amigdala predice l'ansia"
  • "La neurobiologia della grazia sotto pressione"
  • "Perché avere un atteggiamento positivo ti mantiene più sano?"
  • "L'ottimismo fa bene al cuore"
  • "Cortisolo e ossitocina Hardwire Fear-Based Memories"
  • "Cortisolo: perché" L'ormone dello stress "è il nemico pubblico n. 1"
  • "Lo stress cronico può danneggiare la struttura e la connettività cerebrale"
  • "Un modo semplice per migliorare la tua funzione cerebrale"
  • "10 chiavi per una vita più felice basata sull'auto-accettazione"
  • "5 modi basati sulla neuroscienza per cancellare la mente"

© 2015 Christopher Bergland. Tutti i diritti riservati.

Seguitemi su Twitter @ckbergland per gli aggiornamenti sui post del blog The Athlete's Way .

The Athlete's Way ® è un marchio registrato di Christopher Bergland.

Solutions Collecting From Web of "L'ottimismo e l'ansia cambiano la struttura del tuo cervello"