Lotta per chiedere aiuto?

www.creativemarket.com
Fonte: www.creativemarket.com

Quando si tratta di ottenere ciò di cui hai bisogno per avere davvero successo nel tuo lavoro, ti sforzi di chiedere aiuto? Forse mentre pensi di chiedere alle persone di testare un nuovo approccio che stai sviluppando temerai che diranno di no e ti sentirai respinto. O quando immagini di chiedere a qualcuno di darti una mano per gestire un cliente difficile, ti preoccupi che penseranno che sei debole. Forse quando consideri di cercare persone che potrebbero essere in grado di offrire nuove opportunità per sviluppare i tuoi punti di forza, ti senti ansioso che penseranno che non sei abbastanza bravo.

I ricercatori hanno scoperto che mentre queste sono paure comuni nei luoghi di lavoro, la verità è che siamo collegati per aiutarci a vicenda. E che in effetti la barriera più dura che affrontiamo nel soddisfare le nostre esigenze personali e professionali nei luoghi di lavoro, è la nostra incapacità di chiedere aiuto.

"In molte culture occidentali abbiamo un forte valore di autosufficienza e individualismo che ostacola la richiesta di ciò di cui abbiamo bisogno", ha spiegato il sociologo Professor Wayne Baker dell'Università del Michigan quando l'ho intervistato di recente. "Ma gli studi stanno scoprendo che le persone intelligenti e i luoghi di lavoro progressivi hanno scoperto che chiedere aiuto è la chiave del successo perché dobbiamo essere in grado di attingere alla saggezza e alle risorse delle folle".

Dare alle culture – laddove le persone non si limitano a ricorrere alla reciprocità bipartitica, ma invece a creare una catena di reciprocità in cui l'aiuto viene ripagato – si è scoperto che migliora la produttività, promuove l'apprendimento e crea un clima di fiducia. In effetti, una vasta gamma di ricerche dimostra il ruolo vitale della reciprocità generalizzata per la salute delle comunità e delle organizzazioni, nonché per la salute e il benessere delle persone.

"Aumentando il flusso di risorse attraverso le reti, consentendo la combinazione e la ricombinazione delle risorse e aumentando la probabilità che la risorsa giusta raggiunga le necessità appropriate, la reciprocità espande la capacità di un'organizzazione", ha affermato Wayne. "Consente ai gruppi di scoprire nuove risorse, risolvere i problemi più velocemente e risparmiare tempo e denaro".

Quindi, come possiamo creare più donando culture anche nei luoghi di lavoro più tradizionali?

Wayne consiglia tre passaggi:

  • Aiutare volentieri gli altri – costruendo una reputazione come qualcuno che aiuta veramente gli altri, gli altri vorranno poi aiutarti – anche quelli che non ti hanno aiutato direttamente. Questo perché il desiderio di rimborsare l'aiuto sembra essere fissato nella specie umana.

Ad esempio, Xerox ha istituito una pratica di 15 minuti di difficoltà, quindi quando qualcuno aveva bisogno di aiuto, poteva arrotondare le persone necessarie e richiedere una riunione di 15 minuti. Quelli che hanno chiesto aiuto hanno lasciato cadere quello che stavano facendo e hanno partecipato, sapendo che quando avrebbero avuto bisogno di aiuto in futuro, anche loro avrebbero potuto chiamarsi con loro.

Tuttavia, tieni presente che gli effetti della reputazione sembrano essere di breve durata. Una vecchia reputazione di disponibilità non ti porta nulla. Devi rinnovare continuamente la tua reputazione aiutando gli altri su base regolare.

  • Impara a chiedere aiuto – Questo sembra ovvio, ma la maggior parte di noi lotta per essere chiari sull'aiuto che ci serve dagli altri. Prova a fare le tue richieste di aiuto SMART: Specifico; Significativo (perché ne hai bisogno); Azione orientata (chiedere qualcosa da fare); Reale (autentico, non inventato); e a tempo (quando ne hai bisogno).

Ad esempio, il professor Adam Grant della Wharton Business School consente ad alcuni studenti della sua classe di presentare richieste e invita tutta la classe a contribuire. Li incoraggia a chiedere tutto ciò che è significativo nelle loro vite professionali o personali, che vanno dai contatti di lavoro ai consigli di viaggio. Attirati dall'empatia scatenata da una richiesta significativa, gli studenti spesso riferiscono di essere sorpresi da quanto vogliono aiutare gli altri.

  • Esegui un anello di reciprocità – un processo guidato e strutturato di chiedere e dare aiuto, questo approccio è stato utilizzato in Bristol-Myers Squibb, IBM, Boeing, Citigroup, Estee Lauder, UPS e molte altre organizzazioni. In genere un gruppo lavora insieme per circa due ore e mezza per fare richieste l'uno dell'altro e trovare modi per condividere connessioni, conoscenze, idee e risorse. Si stima che il valore monetario dei benefici ottenuti per i gruppi in genere superi i $ 150.000 e il tempo risparmiato dai partecipanti in genere superi le 1.600 ore.

In un anello di reciprocità perché tutti stanno facendo una richiesta, i timori delle persone di chiedere aiuto sono facilmente superabili. Non solo, ma poiché tutti sono pubblicamente incoraggiati a comportarsi come i donatori, le persone si fanno avanti volentieri per aiutare gli altri – anche i partecipanti nei gruppi sono stati trovati a dare tre volte di più di quanto ottengono. Puoi saperne di più sull'esecuzione di un anello di reciprocità facendo clic qui o ottieni l'app Give & Get per un team virtuale.

Cosa puoi fare per creare una cultura più generosa sul posto di lavoro?

Questa intervista è stata realizzata in collaborazione con la Positive Business Conference che si tiene ogni anno presso l'Università del Michigan. Per ulteriori informazioni sulla conferenza, visitare http://www.positivebusinesconference.com.

Solutions Collecting From Web of "Lotta per chiedere aiuto?"