L'ossitocina può fortificare la resilienza contro le avversità infantili?

KonstantinChristian/Shutterstock
Fonte: KonstantinChristian / Shutterstock

Un nuovo studio della Emory University riporta che manipolare il sistema dell'ossitocina ha il potenziale per rafforzare la capacità di recupero di una persona contro le avversità infantili, l'abuso o la negligenza.

L'ossitocina (OT) è anche nota come "ormone dell'amore" perché fa parte di un sistema che è alla base dei meccanismi neurobiologici legati al legame e agli attaccamenti sociali. L'ossitocina viene rilasciata durante il parto e l'allattamento. Viene anche rilasciato in risposta al tocco e agli incontri sessuali intimi. L'ossitocina è il cuore del legame di coppia, la neurobiologia dell'innamoramento e ogni legame umano stretto.

Vi è una crescente evidenza che il sistema dell'ossitocina gioca un ruolo chiave nel modo in cui le prime interazioni sociali influiscono sui comportamenti sociali complessi durante le nostre vite. Potrebbe anche esserci un collegamento tra il sistema ossitocina e i disturbi dello spettro autistico (ASD).

In un post sul blog di Psychology Today del 2013, "L'ossitocina può migliorare la funzione cerebrale nei bambini con autismo?" Scrivo di uno studio della Yale School of Medicine che ha scoperto che una singola dose dell'ossitocina, erogata tramite spray nasale, può migliorare l'attività cerebrale durante l'elaborazione di informazioni sociali nei bambini con ASD.

Più di recente, uno studio del luglio 2015, "Il sistema di ossitocina promuove la resilienza agli effetti dell'isolamento neonatale sull'attaccamento sociale degli adulti nelle arvicole delle praterie", è stato pubblicato online sulla rivista Translational Psychiatry .

La principale autrice, Catherine Barrett PhD, è di The Young Lab presso Emory University School of Medicine's Psychiatry Center for Behavioral Neuroscience. Barrett studia l'impatto delle avversità della prima infanzia o interruzioni nella cura dei genitori nel mediare i cambiamenti a lungo termine nel comportamento sociale degli adulti osservando il comportamento e la neurobiologia delle praterie (Microtus ochrogaster).

Barrett sta studiando il ruolo dei recettori dell'ossitocina e dell'ossitocina (OTR) nel rafforzare la resilienza – o rendere qualcuno più vulnerabile – alle prime interruzioni sociali. Inoltre, si è preoccupata del potenziale sviluppo di trattamenti e interventi mirati al sistema dell'ossitocina e potrebbe essere utilizzato per tamponare l'impatto delle avversità nell'infanzia.

Qual è il legame tra le arvicole della prateria e l'ossitocina?

Negli anni '70, gli scienziati hanno imparato che nelle arvicole delle praterie, che si accoppiano per vita, il nucleo accumbens è pieno di recettori di ossitocina. Il blocco dei recettori dell'ossitocina ha interrotto il comportamento monogamico della prateria. Nelle specie che non sono biologicamente cablate per essere monogame, come le arvicole di montagna e i topi comuni, il nucleo accumbens non ha recettori di ossitocina.

L'arpicola maschio è cablata per avere un contatto continuo con la sua compagna, che dura per tutta la vita. Anche se il suo compagno di arpia femmina prairie muore, il maschio non cerca un nuovo partner e rimane vedovo fino alla sua morte.

Per il nuovo studio, Barrett et al hanno esaminato l'interazione tra avversità nella prima infanzia e densità di OTR sull'attaccamento sociale degli adulti nelle arvicole delle praterie femminili. Secondo i ricercatori, sia la prole umana che quella animale che hanno subito interruzioni nella cura dei genitori mostrano spesso "maggiore reattività della paura, fisiologia dello stress iperattivo, compromissione delle competenze sociali e, negli esseri umani, una maggiore vulnerabilità per umore e ansia, dipendenza e disturbi della personalità “.

Le esperienze sociali della prima infanzia influenzano l'attaccamento sociale degli adulti nelle arvicole delle praterie. Le risposte neurobiologiche alle prime esperienze (es. Nutrimento o trascuratezza) sono principalmente guidate dal sistema dell'ossitocina. Nelle arvicole adulte femminili, la segnalazione dell'ossitocina facilita la formazione del legame di coppia quando si determinano le preferenze del partner. Nell'uomo, gli interventi che applicano un tocco supplementare ai neonati pretermine migliorano l'autoregolamentazione emotiva e la reciprocità sociale durante lo sviluppo infantile.

Il nutrimento dei genitori negli umani e nelle arvicole altera la loro neurobiologia e il loro comportamento. Per gli esseri umani, essere trattenuti e toccati nei primi 28 giorni di vita è fondamentale per lo sviluppo sano del cervello e il legame dell'ossitocina. Precedenti studi hanno dimostrato che l'impegno dei genitori porta ad un aumento del rilascio di ossitocina nei neonati.

Per le arvicole delle praterie, leccare e governare è una componente ugualmente importante dell'assistenza dei genitori e dell'influenza. I risultati di questo studio suggeriscono che il segnale OTR neonatale, in risposta alla stimolazione tattile dei genitori, può influenzare positivamente lo sviluppo di sistemi neurali coinvolti nell'attaccamento sociale adulto e nel legame di coppia.

Il sistema di ossitocina è fortificato dalla nutrizione

Il sistema dell'ossitocina è stimolato dal contatto amorevole e dal contatto fisico sia nella prateria che nell'uomo. L'ossitocina viene rilasciata a livello centrale e periferico dopo il contatto fisico e si raggomitola nei ratti adulti, ed è aumentata nella saliva dei neonati umani dopo essere stata toccata o tenuta dai genitori o da chi si prende cura di loro.

Barret ha scoperto che le femmine con elevate quantità di legame con ossitocina erano più resistenti all'isolamento neonatale e alla mancanza di tatto. Questi risultati sono coerenti con l'ipotesi che il nutrimento dei genitori modella i sistemi neurali sottostanti le relazioni sociali migliorando la segnalazione OTR.

In un esperimento di follow-up, i ricercatori determinano che il tocco precoce, che imita il leccare e il grooming dei genitori, stimola l'attività dell'ossitocina. I ricercatori hanno scoperto che l'aumento della segnalazione dell'ossitocina può ridurre gli effetti negativi dell'isolamento neonatale. Questi risultati suggeriscono che l'ossitocina può aiutare a rafforzare la resilienza e tamponare gli esiti psichiatrici negativi delle avversità della prima infanzia, della negligenza e dell'isolamento.

Conclusione: Trattamenti ossitocina come profilassi per le avversità nell'infanzia

La ricerca e i trattamenti dell'ossitocina hanno importanti implicazioni per il possibile miglioramento della capacità di recupero dei bambini cresciuti con avversità o abbandono. Il sistema ossitocina ha anche implicazioni per il trattamento di disturbi psichiatrici caratterizzati da rottura nella cognizione sociale, compreso il disturbo dello spettro autistico e la schizofrenia.

Il nuovo studio della Emory University è il primo a stabilire una relazione tra variazione individuale nell'espressione dei recettori neuropeptidici nel cervello e suscettibilità o resilienza alle esperienze sociali di prima età di avversità o abbandono.

L'abuso di minori, l'incuria dei genitori e l'infanzia pretermine implicano tutti interruzioni nello sviluppo socio-emotivo e nel benessere. Lo sviluppo di interventi farmacologici e non farmacologici mirati al sistema dell'ossitocina potrebbe essere rivoluzionario.

Sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere i potenziali benefici, oltre che i detrimenti, della manipolazione del sistema dell'ossitocina nelle varie fasi della vita di una persona. Si spera che una migliore comprensione del sistema dell'ossitocina porterà a trattamenti che migliorano la capacità di recupero di ogni bambino che soffre delle conseguenze di crescere in povertà o con avversità e abbandono.

Se vuoi leggere di più su questo argomento, controlla i post del mio blog Psychology Today :

  • "La povertà infantile ha impatti dannosi sulla struttura cerebrale"
  • La neurobiologia del "Love Hormone" ha rivelato "
  • "L '" ormone dell'amore "stimola il nostro desiderio di connessione umana"
  • "Tenere un rancore produce cortisolo e riduce ossitocina"
  • "I neurochimici della felicità"
  • "Cortisolo e ossitocina Hardwire Fear-Based Memories"
  • "L'ossitocina può migliorare la funzione cerebrale nei bambini con autismo?"
  • "Tocco d'amore è la chiave per uno sviluppo sano del cervello"
  • "La neuroscienza di calmare un bambino"

© Christopher Bergland 2015. Tutti i diritti riservati.

Seguitemi su Twitter @ckbergland per gli aggiornamenti sui post del blog The Athlete's Way .

The Athlete's Way ® è un marchio registrato di Christopher Bergland.

Solutions Collecting From Web of "L'ossitocina può fortificare la resilienza contro le avversità infantili?"