Lontano da tutto: riflessioni su un ritiro di meditazione

Quindi, di recente sono tornato da un ritiro di meditazione nello stato di New York. L'ambientazione serena e gli insegnamenti meravigliosi mi hanno aiutato a rilassarmi un po 'e imparare di più sulla natura della mente. I miei prossimi post su UrbanMindfulness.org includeranno riflessioni basate sul ritiro e sulla mia reintegrazione nella città.

Per cominciare, pensavo che la gente potesse essere interessata a imparare cosa succede durante un ritiro di meditazione. Non sorprende che l'attenzione si concentri sulla meditazione, sebbene la sua struttura e il suo contenuto varieranno a seconda dell'orientamento del centro e degli insegnanti. Questo ritiro è stato guidato da insegnanti buddisti, Jack Kornfield, Trudy Goodman e Shauna Shapiro, che si sono concentrati sulla meditazione vipassana . Questa meditazione coltiva la consapevolezza attraverso la consapevolezza del respiro. Ci hanno anche insegnato delle meditazioni per promuovere la gentilezza amorevole, la gioia, la compassione e l'equanimità (ovvero i brahma-viharas buddhisti). Stimo che ci fossero circa 200 partecipanti.

Il nostro programma giornaliero era il seguente:

  • Meditazione (7 – 8 am)
  • Colazione (8 – 9 del mattino)
  • Meditazione (9 – mezzogiorno)
  • Pranzo e tempo libero (mezzogiorno – 2:30 pm)
  • Meditazione (14:30 – 17:00)
  • Cena e tempo libero (5 – 7:30 pm)
  • Meditazione (7:30 – 9 pm)

Prima di essere intimidito (o allettato) dalle 9 ore di meditazione, dovrei menzionare che include la meditazione esplicita (seduti e camminando), le presentazioni degli insegnanti (a volte con domande e risposte) e le opportunità di incontrarsi in piccoli gruppi. In genere, ogni ora specifica avrebbe 20 minuti di presentazione o discussione, 20 minuti di meditazione seduti e 20 minuti di meditazione camminata.

Personalmente, ho accolto l'opportunità di dedicarmi di più alla meditazione, anche se non è stato certamente facile. I primi due giorni, le mie spalle si sono susseguite spesso mentre mi rilassavo lentamente. Le mie ginocchia e la schiena dolevano durante le meditazioni sedute. Ho usato il mio cuscino ( zafu ) per sedermi sul pavimento, ma altri meditavano seduti sulle sedie o addirittura sdraiati. Naturalmente, anche la mia mente impiegò un paio di giorni per essere abbastanza giù. Inizialmente, ero preoccupato per il mondo che mi ero lasciato alle spalle. Questa è stata la prima volta in 5 anni che ho davvero "disconnesso" negando a me stesso l'accesso a e-mail, computer, internet e telefono. E, ho immaginato cosa potrebbe accadere mentre ero via. Fortunatamente, questi pensieri si sono dissipati e ho avuto l'opportunità di assistere ad altri aspetti della mia mente. Mi sono reso conto che, come la maggior parte di noi, i miei pensieri generalmente rientravano in alcune categorie, come i diversi canali TV. C'erano una varietà di spettacoli ed episodi, ma tematicamente la maggior parte dei "programmi" erano sorprendentemente coerenti. Così, ho deciso di raggrupparli e di dare loro dei numeri. Finora, ho solo tre canali mentali e cerco di notare ogni volta che i miei pensieri li riflettono. Prima di oggi, ero immerso nel pensare a qualcosa quando improvvisamente mi sono detto: Channel One!

Jack Kornfield rifletté su quanto sarebbe noioso per gli altri se fossero stati informati della maggior parte dei nostri pensieri quotidiani. Si chiedeva cosa sarebbe successo se minuscoli oratori fossero agganciati al nostro cervello, trasmettendo i nostri pensieri alle persone intorno a noi. Riesci a immaginare?

Mentre ci sono molte cose che ho imparato dal ritiro, mi trovo a dover più tempo per riflettere. Come esperienza, il ritiro era un po 'come la cena del Ringraziamento. Ci sono molte cose diverse da provare – o esperienze da provare – con poco tempo per digerirle completamente. Data la rapidità con cui si muovevano le cose (ci sono state presentate più di una dozzina di meditazioni diverse nei 5 giorni), mi sono sentito un po 'stanco e logico. Vorrei poter avere interrotto il ritiro in vari punti, come ho considerato e immerso me stesso in diverse esperienze. Tuttavia, ora posso tornare alle aree che erano significative e importanti per me.

In generale, consiglierei un ritiro di meditazione a persone che stanno cercando di approfondire o rinvigorire la loro pratica contemplativa. Lavorare con la mente e il corpo attraverso la meditazione non è particolarmente rilassante, quindi non è per tutti. Visitare una spa o andare in vacanza sono modi molto più efficaci per rilassarsi velocemente, soprattutto se stai semplicemente cercando di fare una meritata pausa.

Solutions Collecting From Web of "Lontano da tutto: riflessioni su un ritiro di meditazione"