Lo studio "Prestami i tuoi portafogli", con Steve Jobs

L'altro giorno mi sono scambiato le e-mail con Dave Ulrich, il mio coautore in un volume curato chiamato Asian Leadership , e gli ho chiesto che cosa stava lavorando. Dave ha risposto di essere interessato al collegamento tra le azioni del CEO e il prezzo delle azioni. Il suo interesse mi ha ricordato uno studio delizioso e fantasioso del 2004 su tali collegamenti di Frank Flynn (coautore dello studio sul narcisismo che ho discusso di recente sul mio blog personale) e di Barry Staw. Si chiama Lend Me Your Wallets: l'effetto della leadership carismatica sul supporto esterno per un'organizzazione. Flynn e Staw hanno fatto due studi sul carisma in questo articolo, che hanno definito come segue:

Tali individui trasudano fiducia, dominio, senso dello scopo e capacità di articolare una visione che i seguaci possono comprendere (House, 1977; Conger, 1991). I leader carismatici sono in grado di comunicare questa visione ai loro seguaci, e con la forza della loro stessa eccitazione ed entusiasmo, inducono i loro seguaci a sostenere questa visione (Yukl e Van Fleet, 1992). In questo senso, si dice che i leader carismatici abbiano un'influenza notevole sui subordinati che interiorizzano la visione del leader di ciò che può essere raggiunto attraverso uno sforzo collettivo (Bass, 1985).

Il primo è stato uno studio sul campo, in cui hanno confrontato 46 aziende guidate da CEO identificati come carismatici (per un totale di 44 amministratori delegati … ne sono stati utilizzati due due volte) che hanno guidato le aziende di Fortune 500 tra il 1985 e il 1994. Hanno scoperto che, indipendentemente di informazioni finanziarie oggettive, le aziende guidate da carismatici amministratori delegati godevano di prezzi azionari più elevati. Inoltre, questo effetto è stato amplificato in condizioni finanziarie difficili – durante le recessioni economiche, i carismatici amministratori delegati hanno avuto un effetto positivo ancora più forte sul prezzo delle azioni. (Forse quando le persone sono sotto costrizione, gravitano in particolare sulla speranza e sull'energia che tali leader emanano).

Questo primo studio è stato utilizzato per preparare il terreno per un secondo studio utilizzando Steve Jobs. Si noti che, sebbene questo studio sia stato pubblicato nel 2004, la raccolta dei dati è stata effettivamente effettuata anni prima (le cose si muovono lentamente nel mondo accademico), verso la fine del 1998, appena un anno dopo che Jobs era tornato ad Apple. C'era molto hype e speranza su Jobs, ma non era visto come il CEO magico che è ora. Quindi questa ricerca è stata fatta nei primi e giorni incerti del turnaround di Apple.

Il set-up dello studio era il seguente (sto semplificando): a 150 studenti è stato chiesto di immaginare di aver ereditato $ 10.000 da un parente e gli è stato chiesto di collocare il denaro tra tre opzioni di investimento: un fondo comune indicizzato, un certificato del mercato monetario o stock Apple. A tutti sono state mostrate informazioni obiettive sul rendimento recente di Apple (e sul rendimento dei mercati monetari e dei fondi comuni di investimento). A metà sono state fornite informazioni che suggeriscono che le prospettive di Apple per un inversione di tendenza sono state brillanti e che alla metà è stata data l'informazione che le prospettive di Apple erano oscure. Poi è arrivata la grande manipolazione: a metà è stata mostrata una videocassetta di Jobs che faceva una presentazione di 20 minuti in una fiera (sono sicuro di averlo prestato a loro per l'esperimento, Jobs parla di tutti i modi in cui le cose stanno migliorando ed è il suo solito auto convincente) e metà non ha visto il video.

I risultati sono stati piuttosto interessanti. I soggetti che hanno visto il film hanno valutato Jobs come molto più carismatico di quelli che non lo hanno fatto. E quelli che hanno visto il film erano disposti a investire più soldi in Apple di quelli che non lo facevano. Questo effetto è stato determinato principalmente da persone che hanno presentato previsioni negative sul futuro di Apple. Quelli che non hanno visto Jobs hanno investito in media $ 1329, ma quelli che lo hanno visto hanno investito in media 3327 $ (rispetto a un urto di $ 400 per coloro che hanno visto il film ma sono state presentate informazioni che suggeriscono che il futuro di Apple era brillante).

Questo studio è imperfetto, come lo sono tutti gli studi. Ma lo trovo divertente, fantasioso e intrigante. Per cominciare, mostra sia i pericoli dei leader carismatici – perché possono distrarre le persone dai fatti o almeno colorare il modo in cui i fatti vengono interpretati (specialmente quando la paura e il pessimismo sono nell'aria). Questa ricerca mostra anche come i leader carismatici hanno il potenziale per iniziare una profezia positiva che si autoavvera. E nel caso specifico di Jobs, è interessante pensare allo sbalorditivo successo a lungo termine di Apple sotto la sua guida negli ultimi 13 anni circa, specialmente alla luce di Jim Collins con una visione debole del carisma sia in Built to Last che Good per Grande , che erano entrambi bestseller di grande successo. Mi sono lamentato della metodologia mediocre e over-hyped di Collins (vedi qui e qui) e del fatto che ha scelto di ignorare letteralmente centinaia di studi passati (inclusi molti studi sul carisma e le prestazioni) e di affidarsi solo a due campioni molto piccoli fare affermazioni radicali. Come ho già detto prima, trovo i suoi libri irresistibili in termini di scrittura e, nonostante questa specifica lamentela sul carisma, sono generalmente d'accordo con le sue affermazioni e potrei indicare molti altri studi più rigorosi che supportano le sue affermazioni.

Cosa ne pensi? Il carisma di Jobs è una parte importante del turnaround di Apple? E quali sono le virtù e i pericoli dei leader carismatici?

Seguimi su Twitter su work_matters.

Vedi il mio libro, Good Boss, Bad Boss: come essere il migliore … e imparare dal peggio., Ora un bestseller del New York Times .

Solutions Collecting From Web of "Lo studio "Prestami i tuoi portafogli", con Steve Jobs"