Lo shock che condividiamo

Testimoniare l’omicidio degli scolari della nostra nazione.

Avevo prenotato questo fine settimana sul mio calendario in modo da poter iniziare a lavorare su alcuni impegni linguistici per i quali ero in programma. Gli argomenti sono correlati alla guarigione del trauma infantile degli abusi sessuali, e spesso faccio notare quando si parla di tali discorsi, che l’abuso sessuale è la peggiore violazione dei confini personali immaginabile. Lo interrogo ora, perché sin dalle riprese a Marjory Stoneman Douglas High di Parkland, in Florida, vedo l’omicidio come la peggiore violazione. Assassino a sangue freddo e, in questo caso, omicidio premeditato.

Ero ambivalente nel guardare le notizie in TV dopo che la tragedia era stata annunciata l’altro giorno. Da una parte volevo vedere cosa è successo perché mi importava, ma allo stesso tempo non volevo vedere cosa è successo perché mi importava. La verità è che quando si è arrivati ​​a questo, non potevo sopportare di andare vicino e personale. Come uno dei miei amici ha detto: “Non posso guardare la TV. È troppo spaventoso; assomigliano tutti ai miei nipoti. “La sua prospettiva riecheggiava con me. Tuttavia, stare lontano dalle notizie è quasi impossibile in questi giorni. Ieri, mentre andavo a prendere la spesa, ho acceso la mia autoradio e ho sentito urla e adolescenti che urlavano. L’annunciatrice ha detto che pensava che non potevamo davvero capire cosa fosse successo a meno che non avessimo sentito come le vittime. Mi sentivo violata dalla sua scelta, e sapevo che non avevo bisogno di prendere quelle orribili informazioni mentre guidavo, così spensi la radio, dissi una preghiera, e feci capolino in un CD di musica che mi piaceva.

Durante la mia carriera di terapeuta familiare ho avuto la fortuna di imparare, attraverso i loro scritti o la formazione, alcune persone straordinarie. Uno di questi è Kaethe Weingarten, Ph.D. che è stato alla facoltà di Harvard Medical School per molti anni. Il suo libro, Common Shock: Witnessing Violence Every Day , che ha vinto il Nautilus Book Award per il Social Change, è uno dei miei preferiti. Weingarten definisce “shock comune” come la sensazione biologica e fisiologica che “è scatenata dal fatto che siamo testimoni di un evento o di un’interazione che valutiamo inquietante”. È comune perché “accade sempre, a tutti in qualsiasi comunità. È uno shock perché, a prescindere dalla nostra risposta – spazialità, angoscia, spavalderia – influenza la nostra mente, il corpo e lo spirito. “Questi eventi possono andare dal guardare un genitore che colpisce un bambino nel parco giochi a guardare un notiziario televisivo su un bombardamento terroristico, a un notiziario che arriva attraverso la TV sul massacro di bambini in una scuola locale. È importante per noi diventare consapevoli dei loro effetti su di noi e sui nostri figli, perché influenzano i nostri pensieri e sentimenti, a volte travolgendoci; a volte chiudendoci, rendendoci gradualmente insensibili. Ognuno di questi estremi blocca la nostra capacità di confortare chi è nel bisogno e noi stessi e ad agire in modo appropriato nei confronti degli autori delle violenze a cui stiamo assistendo. Nel suo libro, il dott. Weingarten fornisce spiegazioni e suggerimenti esaustivi su come promuovere una testimonianza compassionevole che contribuisca alla trasformazione della violenza a tutti i livelli, dall’individuo alla società.

Viviamo in un momento particolarmente pericoloso. Milioni di persone in tutto il mondo stanno soffrendo. Qui negli Stati Uniti è un momento di grande ansia, rabbia, confusione e paura. Michael Lerner, in A Politics of Meaning, scrive che “abbiamo bisogno di essere coinvolti, sia individualmente che collettivamente, nel processo di guarigione e trasformazione del mondo, e abbiamo bisogno di respingere tutti quei sentimenti e idee che ci dicono che tale cambiamento è impossibile. “È difficile orientare la nostra attenzione su ciò che deve essere fatto, tuttavia, se abbiamo paura. E più i media amplificano la nostra ansia a noi, più siamo spaventati e regrediamo a livelli inferiori di funzionamento.

Ad esempio, la scorsa notte ho notato che l’immagine di un tweet stava riscuotendo molta trazione su Facebook. Il tweet stava annunciando l’uscita di tutti gli studenti delle scuole superiori, determinati a rimanere fuori dalla scuola fino a quando il Congresso non interverrà nel creare leggi sul cannone di buon senso. Da un lato, mi sentivo giubilante. I nostri giovani stanno prendendo la situazione nelle loro mani. Più potere per loro! Ma d’altra parte, è un promemoria che le generazioni dei loro genitori e dei loro nonni li stanno deludendo in modo serio. Proprio come i bambini parentali in famiglie disfunzionali sperimentano una forma di inversione di ruolo in cui il bambino viene impropriamente assegnato il ruolo di soddisfare i bisogni emotivi e / o fisici dei genitori e degli altri bambini in famiglia, questi bambini si stanno organizzando per fare ciò che gli adulti dovrebbero hanno fatto tutto il tempo per proteggerli.

Lo shock che condividiamo ci sfida ad entrare nell’apprendimento di più su cosa sia lo shock comune, i modi in cui ne siamo danneggiati e i modi in cui possiamo guarire. Ecco come iniziare:

* Riconoscere ciò che abbiamo appreso dall’evento e i modi in cui questa nuova conoscenza ha un impatto sulla nostra esperienza soggettiva.
* Combina la nostra capacità di empatia con l’impegno per la perspicacia personale, la consapevolezza e l’auto-cura.
* Decidi di condividere le reazioni con gli amici e poi fallo.
* Creare una comunità di testimoni compassionevoli con un programma di incontri regolari per i membri per elaborare le loro reazioni e fissare obiettivi.
* Trasforma la nostra paura in azione, cioè esorta i “genitori” della nostra società – i nostri politici – a creare leggi sulle armi da fuoco e politiche di trattamento della salute mentale che riducano questa violenza. Le app telefoniche come Countable, Capital Call e Stance ci consentono di contattare facilmente i nostri senatori e membri della Camera dei rappresentanti.

Atti di compassionevole testimonianza ci sganciano dalla paralisi dell’impotenza e spesso includono espressioni di angoscia e / o impegno attraverso l’arte. Pinwheels of Prevention ne è un buon esempio. Il simbolo nazionale della prevenzione degli abusi sui minori è la girandola. Le città che piantano un giardino della girandola per municipio, o per le sue scuole, chiese, parchi, ecc. Riflettono il sostegno della comunità alla prevenzione degli abusi sui minori ogni giorno, poiché ai cittadini viene continuamente ricordata la sua importanza.

Un altro eccezionale atto di testimonianza compassionevole è The Clothesline Project, un display visivo dedicato alla sensibilizzazione sulla realtà della violenza nella nostra società. È composto da t-shirt create da sopravvissuti alla violenza in onore di qualcuno che ha subito violenza. Ogni maglietta riflette l’esperienza del suo creatore. Il sito Web per il Progetto Stendibiancheria ha audio penetrante e una grande quantità di informazioni. C’è un gong, che indica che qualcuno è stato picchiato; un fischio, che indica uno stupro segnalato; e una campana, che indica che una donna è stata uccisa in un attacco violento.

Ricordiamo che siamo tutti coinvolti in questo insieme. Estendiamo una mano in conforto e verso la pace. Facciamo un lavoro molto migliore per proteggere la nostra gioventù.

_____________________________________________________________________

Questo blog è stato scritto in onore di coloro che hanno perso la vita a Marjory Stoneman Douglas High a Parkland, in Florida, il 14 febbraio 2018, ei loro genitori, famiglie, amici, insegnanti e comunità.

(Oltre ai due libri citati in questo blog, l’autore raccomanda TRAUMA STEWARDSHIP di Laura van Dernoot Lipsky e Jon Conte)

Solutions Collecting From Web of "Lo shock che condividiamo"