L'MDMA ha un potenziale psicoterapeutico?

L'MDMA ha un potenziale psicoterapeutico?

La metilendiossimetamfetamina (MDMA) è anche conosciuta come "ecstasy" a causa dei sentimenti estatici che produce in coloro che la usano. Mentre molti considerano la sostanza tossica come una sostanza pericolosa, alcuni scienziati affermano che potrebbe avere usi terapeutici positivi con scarso rischio di danni se usato sotto una corretta supervisione.

Secondo i ricercatori, nei primi anni '70 un piccolo gruppo di terapeuti e ricercatori ha iniziato a esplorare il potenziale dell'MDMA e il suo uso terapeutico. L'MDMA ha incoraggiato l'esperienza delle emozioni riducendo la risposta di paura alle minacce emotive percepite. Se utilizzati in condizioni controllate e terapeutiche, non sono stati osservati effetti fisici dannosi osservabili direttamente. Ad esempio, la terapia assistita da MDMA ha aiutato i sopravvissuti al trauma a scavare nella radice dei loro ricordi problematici; hanno sperimentato una catarsi curativa e successivamente hanno funzionato in modo più efficiente e felice.

Poi gli anni '80 videro un cambiamento dall'uso terapeutico del farmaco all'uso ricreativo. Nel maggio del 1986, dopo quasi due anni di udienze, un giudice raccomandò che MDMA venisse inserito nell'Allegato III. Ha fatto tre scoperte fondamentali: che l'MDMA aveva un basso potenziale di abuso; che aveva un uso medico accettato; che c'era un livello accettabile di sicurezza per l'uso sotto controllo medico. Nonostante la sentenza, l'amministratore della DEA ha inserito l'MDMA nella Tabella I.

L'uso terapeutico formale e la ricerca umana di MDMA sono stati scoraggiati dal suo status di Schedule I. Anche se la FDA afferma che il suo rifiuto di consentire la sperimentazione è basata sulla preoccupazione per la salute dei volontari, ciò avviene dopo che milioni di dosi di MDMA sono state precedentemente prese negli Stati Uniti. La letteratura passata non contiene un caso di un individuo che soffre di sintomi neurologici legati al danno cerebrale correlato all'MDMA quando il farmaco è stato somministrato in ambienti terapeutici controllati.

In Svizzera, gli psichiatri hanno usato con successo l'MDMA in centinaia di casi negli ultimi anni. L'hanno usato per aiutare le persone a scoprire dolorosi ricordi e esperienze infantili che erano stati repressi; diminuire la paura e la difesa; aumentare la comunicazione e l'empatia con il proprio coniuge; passare attraverso esperienze traumatiche come lo stupro e l'incesto; vivere con il dolore del cancro; e risolversi a morire.

Il dottor Michael Mithoefer, Charleston, South Carolina, psichiatra che lavora sotto l'egida dell'Associazione multidisciplinare per gli studi psichedelici, sta conducendo un nuovo studio sull'efficacia dell'uso di MDMA in combinazione con la psicoterapia per trattare il DPTS, per consentire ai pazienti di riflettere sulla loro trauma con chiarezza emotiva.

Ha dimostrato in uno studio del 2010 che l'83% dei pazienti con PTSD trattati con psicoterapia assistita da MDMA ha mostrato un netto miglioramento, rispetto al 25% di quelli trattati con la sola psicoterapia. Uno studio di follow-up ha rilevato che la maggior parte di quelli trattati con l'assistenza di MDMA è rimasta priva di sintomi due anni dopo, dimostrando la possibilità di trattamento di efficacia a lungo termine.

Il dott. Mithoefer ha detto dei partecipanti allo studio del 2010,

"Non erano né sopraffatti dall'emozione né intorpiditi. Non è solo che le persone si sentono estasiati. La psicoterapia è ancora difficile e può essere ancora dolorosa, ma hanno la sensazione di poterlo fare ".

Mentre ci sono certamente indicazioni promettenti sulle possibilità mediche dell'uso di MDMA, rimane la difficoltà nel test umano dei farmaci del Programma 1. Gli scienziati sono divisi sulla sicurezza di MDMA. Fino a quando gli scienziati non saranno in grado di fornire le prove della FDA per modificare la classificazione della droga, la futura ricerca medica sarà lenta a venire.

Ci sono alcuni gravi rischi per la salute quando si prendono sostanze illecite per uso ricreativo. L'MDMA venduto per strada oggi è solitamente una misteriosa sostanza chimica che spesso non contiene affatto MDMA. I farmaci sequestrati negli ultimi due anni hanno mostrato che solo il 13% conteneva anche una piccola quantità di MDMA. Il rischio derivante da combinazioni di farmaci sconosciuti non vale il pericolo, né è saggio usare droghe illegali.

Detto questo, vi è ancora una volta evidenza che farmaci come l'MDMA possono avere importanti usi psicoterapeutici quando somministrati in contesti medici controllati. Questi farmaci dovrebbero essere studiati per i loro possibili effetti terapeutici.

##

Constance Scharff è Senior Fellow Research Fellow e Director of Addiction Research per Cliffside Malibu. È anche coautore del best seller di Amazon.com Ending Addiction for Good con Richard Taite.

Solutions Collecting From Web of "L'MDMA ha un potenziale psicoterapeutico?"