L'ironia di scappare dal Wi-Fi

Il blog Metropolis del The Wall Street Journal ha recentemente pubblicato un post sulla difficoltà degli scrittori di trovare posti (come i coffee shop) in cui lavorare che non dispongono di connessione internet wireless gratuita. È risaputo che Internet è diventato una distrazione quasi irresistibile per tutti i lavoratori che siedono di fronte a un computer tutto il giorno (e che raggiunge anche gli smartphone). Ma gli scrittori sembrerebbero affrontare un particolare dilemma, perché raggiungere il flusso è una parte essenziale del loro lavoro e nulla interferisce con il flusso come email, Twitter, YouTube … e sì, anche i blog di Psychology Today (sebbene ne valga la pena, ovviamente).

Ciò che lo rende peggiore, come nota il post del blog, è che gli scrittori spesso hanno bisogno di usare Internet per scopi legittimi, come la ricerca o la pubblicità, quindi evaderlo o spegnerlo, anche se ci riescono, non è sempre un'opzione. In altre parole, non è solo procrastinazione che ci trasforma in Twitter o e-mail – in una certa misura, abbiamo bisogno anche di quelle cose. Ma spesso possiamo esagerare l'importanza della connettività per razionalizzare la nostra procrastinazione: "ma ho bisogno di controllare la mia posta ogni due minuti, perché le persone devono essere in grado di raggiungermi. Sono solo così importante . "

Uno dei miei periodi di lavoro più produttivi nella memoria recente è stato durante un volo attraverso il paese lo scorso fine settimana. (OK, è stato a Las Vegas, ma per una conferenza – guarda qui – non i baccanali, a meno di mangiare Subway di fronte alla TV con un conteggio di Cherry Coke!) Non ho nemmeno avuto il mio laptop; erano solo io, un blocco legale e una penna. E ho riempito pagine e pagine di note, contorni, pensieri e epifanie: è stato davvero meraviglioso. Sì, il posto vuoto accanto a me ha aiutato; senza offesa per la bella donna che mi sedetti accanto sulla via del ritorno, però. (Mi dispiace per il gomito).

Ora che sono tornato, anche qui c'è Subway! – Voglio scrivere tutte quelle note e idee, ma devo affrontare di nuovo il problema della connettività. Devo solo chiedermi: è così importante essere online costantemente? Devo davvero essere accessibile ogni minuto del giorno? Mi mancherà quella grande pausa se non risponderò entro pochi secondi?

Quasi. Ma potrei mancarmi molto se non me ne accorgessi.

Puoi seguirmi su Twitter e anche sul blog di Economics and Ethics e The Comics Professor blog.

Solutions Collecting From Web of "L'ironia di scappare dal Wi-Fi"