L'intensa pressione per riuscire a sabotare i nostri bambini?

Geralt/Pixabay
Fonte: Geralt / Pixabay

La scorsa settimana in Pennsylvania, un tredicenne di nome Cayman Naib si è suicidato dopo aver ricevuto una email dalla sua scuola privata che era in ritardo nei suoi compiti. Ovviamente, ogni suicidio ha cause profonde e complesse. Sarebbe ipotizzabile supporre che la pressione per riuscire a scuola sia stata la principale forza motrice dietro la decisione di Cayman di togliersi la vita.

Detto questo, si spera che la sua morte possa essere un catalizzatore per qualche tipo di cambiamento positivo nel mondo e ravvivare il dialogo su quanta pressione viene esercitata sui nostri figli per avere successo sin dalla più tenera età.

Qual è il costo di mettere tanta pressione sui bambini per ottenere buoni voti, fare bene su test standardizzati, eccellere nelle extracurricolari e entrare in una scuola universitaria? Cosa possono fare genitori, insegnanti e decisori politici per interrompere questo circolo vizioso e ridurre la follia della corsa al successo K-12?

L'anno scorso a Newton, nel Massachusetts (un ricco sobborgo di Boston) ci fu una serie di suicidi che molti genitori attribuirono a una cultura accademica basata su alti risultati e sullo stress elevato di competere per entrare in una scuola d'élite. Se vuoi leggere come la comunità di Newton ha gestito questa crisi, dai un'occhiata a questo articolo del Boston Globe .

Lo scorso marzo, il New York Times ha pubblicato una serie di lettere di opinione su questo argomento in un articolo intitolato "Sunday Dialogue: Easing Parental Pressure" che era in risposta a una lettera al direttore di Elaine Yaffe e ad altri genitori che "vedono le scuole meno come luoghi dove i bambini possono imparare e crescere e più come incubatori per le applicazioni del college. "Come genitore di un bambino di 7 anni, ho trovato tutte le lettere di questo composito molto istruttive.

Come definiresti il ​​"successo"?

Arianna Huffington è impegnata a ridefinire il successo "al di là del denaro e del potere". Nel suo libro, Thrive: The Third Metric per ridefinire il successo e creare una vita di benessere, saggezza, puoi imparare di più sul suo "terzo metrico" e meraviglia . Sono simpatico con la crociata di Huffington.

Ci sono così tante strade alternative per la felicità e la realizzazione oltre ad acquisire ricchezza e guidare una macchina sportiva di lusso. Perché così tante persone nella nostra società danno un premio al valore superficiale dei beni materiali e dei simboli di status? Tutti sanno che gli amici, la famiglia, l'essere sani e il senso di scopo sono in definitiva le cose più importanti nella vita e le chiavi per la realizzazione.

Mentre crescevo, vivevo in codici postali benestanti come Chestnut Hill, che è un'enclave di Newton. C'era qualcosa nell'aria dei miei quartieri dell'infanzia che rafforzava la logica secondo cui il proprio destino sarebbe stato sigillato e saresti condannato se non avessi fatto bene in ogni singolo test.

Da adolescente, i miei colleghi e io credevamo che: "Se fallisco questo test, non entrerò in un buon college, il che significa che non avrò un buon lavoro, il che significa che la mia vita sarà un fallimento, e io Sarò infelice per il resto della mia vita. "

Mi sono sempre sentito come una pecora nera, un perdente e un estraneo. Mio cugino più grande, Sam, frequentava un'università della Ivy League e per tutta la sua vita si è spinto continuamente per essere perfetto, per essere sempre il "migliore" e per adattarsi. Dall'esterno, Sam sembrava sempre così insieme e io l'ho idolatrato. Quando si è suicidato, ha mandato in frantumi il mio mondo e ha riaffermato la mia convinzione di evitare la giostra dei parametri tradizionali di "successo".

Vuoto e dolorante: Razor Blade Feeling

Il mio cuore va a Cayman Naib e alla sua famiglia. Il suicidio è la perdita di vite più devastante. Il mio primo post sul blog di Psychology Today era intitolato "Underdog Powers: Activate!". Il post è stato ispirato dal suicidio del ragazzo quattordicenne Jami Rodemeyer che è stato spinto oltre il limite dal cyberbullismo.

Guardando indietro alla mia adolescenza, la pressione che sentivo di riuscire accademicamente era solo una parte dell'equazione che mi spingeva sull'orlo dell'auto-distruzione. Soffrivo anche della tensione del divorzio dei miei genitori, la consapevolezza di essere gay in un periodo di maggiore omofobia causata dall'epidemia di AIDS e di depressione clinica.

La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che lo stress composto da più fattori può creare un punto critico che innesca un incidente minore (come un'e-mail casuale dalla tua scuola) per diventare la "goccia che fa traboccare il vaso" e porta qualcuno che è a rischio impulsivamente si suicidano. Di nuovo, ogni caso è diverso.

Quando sei nel buio più nero, sembra che non ci saranno mai più raggi di sole nella tua anima. Conosco questa sensazione di disperazione dall'esperienza personale e dalle mie profondità della depressione. Sono stato lì anch'io. Se ti senti suicida ora o in qualsiasi momento nel futuro, per favore non ucciditi. Raggiungi e chiedi aiuto subito. Sei nato per essere vivo.

Se sei in crisi, c'è qualcuno con cui puoi chattare anonimamente in questo momento seguendo questo link al National Suicide Prevention Lifeline o chiamando la loro hotline @ 1-800-273-8255 .

Il suicidio è una soluzione permanente a un problema temporaneo. Se ti senti suicida, allunga la mano e chiedi aiuto. Le persone si prenderanno cura di te. Lascia che siano un supporto vitale finché non torni in piedi. Non importa quanto ti senti senza speranza ora, ci saranno di nuovo raggi di sole nella tua anima. La luce lampeggerà di nuovo. Sempre, sempre torna indietro. Questo è lo spirito umano.

Scire non Satis: "Sapere non basta"

Da adolescente, sono stato spinto sull'orlo del suicidio da una fusione di intense pressioni. Nel mio punto più basso, ero in un collegio a Wallingford, nel Connecticut, chiamato Choate Rosemary Hall. JFK era un alunno di Choate e c'erano grandi aspettative che i miei compagni di classe e io avremmo sostenuto la reputazione dell'istituzione e portato avanti l'eredità della scuola diventando leader globali, CEO e "Maestri dell'universo".

Non mi sono adattato a questo modello di scuola di preparazione e ho ottenuto voti terribili, cosa che ha fatto impazzire il mio preside. Mi ha inasprito per la mia prestazione accademica e mi ha risentito del fatto che non mi piacesse l'atletica. Durante la mia adolescenza, ho sofferto di un caso debilitante di ciò che alcuni potrebbero chiamare "sindrome del femminuccia" e ho evitato gli sport a tutti i costi.

È interessante notare che il fatto che il mio decano mi abbia ingiustamente rafforzato in realtà ha rafforzato la mia determinazione a prevalere nel lungo periodo. Non è una strategia che potrei mai perdonare a nessun livello, o raccomandare, ovviamente … ma all'epoca, e con la mia gestalt individuale, le sue azioni mi hanno motivato a raccogliere l'audacia e il coraggio per tracciare il mio percorso di successo.

Nei miei periodi più bui, ascoltavo il Rock Wall dei Pink Floyd senza sosta e rimuginavo sul fatto di uccidermi costantemente. La mia sopravvivenza in collegio alla fine ha assunto un significato archetipico nella mia immaginazione. Ho romanticizzato il tutto in un modo che ha quasi reso un'esperienza extracorporea, e ho fortificato un tipo di alter ego e di mentalità da supereroe mitico che in seguito ho applicato agli sport.

Fortunatamente, invece di uccidermi o di rimanere "intorpidito confortevolmente", mi sono imbattuto in corsa e ho scoperto che il jogging era un tipo di terapia che aveva il potere di trasformare la mia mente, il mio corpo e il mio cervello nei modi più sorprendenti.

So che l'esercizio non è un elisir magico che può risolvere ogni problema personale o psicologico, ma nel mio caso è stato l'antidoto a tenermi vivo e vegeto come un adolescente problematico. So anche che rompere un sudore regolarmente ha il potere neurobiologico di rendere le persone di ogni ceto sociale più ottimistiche e resilienti.

Quando ho ottenuto un accordo con la St. Martin's Press, il mio editore mi voleva   scrivere un capitolo sulla mia storia di vita. Così facendo, mi sono reso conto di quante cicatrici profonde ho avuto dalla mia adolescenza a Choate.

Ho deciso di dedicare l'ultimo riconoscimento in The Athlete's Way al mio decano del liceo. Volevo avere l'ultima parola in un modo poetico ma anche perdonarlo in un modo che aiuterebbe a guarire il mio stress post-traumatico dall'esperienza. Lo riconobbi dicendo

" Mr. Yankus (il mio preside al liceo): Grazie per aver cercato di convincermi che non sarei arrivato a nulla. Che si tratti di psicologia inversa o no, mi hai costretto a fare qualcosa della mia vita solo per dimostrare che hai torto. Dovevo riuscire in un primo momento solo a farti dispetto. Non ho mai voluto che tu potessi dire: "Te l'avevo detto". Il mio risentimento verso di te è stato il seme che ha scatenato la mia conversione atletica. Alla fine della giornata, ti sono grato per essere stato così duro con me anche se in quel momento mi ha fatto davvero schifo. Grazie."

Recentemente, ho contattato l'attuale amministrazione di Choate in cerca di scuse dal signor Yankus. Quelle scuse personali non sono mai venute meno, ma gli attuali dirigenti della scuola si sono scusati e sono felice di dire che la cultura generale della scuola sembra infinitamente migliore di quando ero lì nei primi anni '80.

Una delle benedizioni più inaspettate della mia vita fu che, poiché i miei punteggi SAT erano così bassi, non avevo altra scelta che applicare all'Hampshire College. L'Hampshire è l'unico college che conosco nel paese che non guarda ai SATs come parte del processo di ammissione come affermato in questo recente comunicato stampa. Era l'unico college che mi accettava.

Hampshire non ha nemmeno test o voti. Una volta all'Hampshire, l'intensa pressione per raggiungere accademicamente e la mia angoscia liceale si dissolse in tandem. Per la prima volta, non c'era nessuna pressione per superare un test o ottenere un buon voto – e sono diventato incredibilmente curioso e appassionato di apprendimento.

Credo che la pedagogia dell'Hampshire potrebbe aiutare altri educatori e istituzioni a rimodellare le loro politiche e pratiche in un modo che ridurrebbe lo stress che gli adolescenti sentono di raggiungere il successo basandosi esclusivamente su test e gradi.

So che le mie esperienze educative riflettono il privilegio socioeconomico. Tuttavia, con i nuovi Common Core Standards , No Child Left Behind e l'enfasi sui test standardizzati, credo che l'intensa pressione per riuscire e andare avanti solo avendo punteggi dei test alti e ottenendo buoni voti sta sabotando milioni di bambini in ogni K -12 classe in tutta la nostra nazione.

Cuore ribelle: la forza rivestita di tenerezza è imbattibile

"La qualità della forza rivestita di tenerezza è una combinazione imbattibile", ha detto Maya Angelou. "Durante tutta la mia vita ho capito che abbracciare la mia fragilità alla fine mi rende più forte. Recentemente, il lavoro di Brené Brown ha evidenziato che il vero coraggio sta nel potere della vulnerabilità e nel vivere con tutto il cuore. Non potrei essere più d'accordo.

Ho romanticizzato la mia spirale discendente al liceo e immaginavo me stesso come una fenice che si levava dalle ceneri, ma ero sempre un fiore delicato, come un'orchidea. La chiave per la mia capacità di recupero e sopravvivenza personale è arrivata nella forma inaspettata di un paio di sneakers New Balance, un Walkman, Flashdance e il primo album di Madonna. La musica e i film della fine degli anni '80 sono diventati una colonna sonora per la mia vita.

In una notte piovosa del 1983, andai a vedere Madonna esibirsi in un piccolo nightclub di Boston chiamato Metro, e mi cambiò la vita. Nel mio libro, The Athlete's Way: Sweat and the Biology of Blis , ringrazio Madonna nei ringraziamenti dicendo: "Grazie per aver messo le schegge cerebrali di eccellenza e impavidità nella mia testa quando avevo diciassette anni e per essere combustibile per razzi durante ogni allenamento da allora. "

Mentre scrivo questo, ho il nuovo album di Madonna Rebel Heart (che è stato rilasciato oggi) in sottofondo. Ci sono temi ricorrenti che arrivano attraverso le canzoni autobiografiche come la title track Rebel Heart , Joan of Arc e Wash All Over Me.

Queste canzoni contengono molti indizi personali sui segreti di sopravvivenza di Madonna che sono universalmente applicabili. In questo album, il paradosso di due apparenti opposti – come la vulnerabilità e la forza – alla fine lavorando insieme e completandosi l'un l'altro, si ripresenta ancora e ancora. Se hai il tempo di prendere qualche minuto per ascoltare Joan of Arc, per favore fallo. Riassume splendidamente i punti di questo post sul blog.

Lasciare cadere l'armatura e rendersi conto che non devi essere sempre un super-autosufficiente è come una valvola del vapore psicologica che rilascia molta pressione.

Personalmente, ho scoperto che avere uno spirito ribelle ammettendo la mia vulnerabilità è stata la chiave della mia sopravvivenza e della mia capacità di recupero nel corso degli anni. Madonna ha sempre incarnato questa dualità per me, e le sarò sempre grato per questo.

Abbiamo tutti bisogno del sostegno della famiglia, degli amici e della comunità più di ogni altra cosa. La nostra connettività sociale è fondamentale per la nostra sopravvivenza individuale e collettiva. Non esiste l'autosufficienza per tutta la vita. Una volta capito questo, è molto più facile raggiungere e chiedere aiuto quando sei nel bisogno.

Conclusione: bilanciare un bisogno di successo con la contentezza

A un certo punto, dobbiamo smettere di preoccuparci così tanto di ciò che le altre persone pensano dei nostri meriti o della preoccupazione di essere giudicati per il nostro "successo" o "fallimento" sulla base di definizioni esterne o convenzionali.

So che è più facile a dirsi che a farsi. Abbiamo tutti un "bisogno di successo" che sarà apprezzato dagli altri. Ma, se trovi qualcosa che ami e che ti infonda il cuore, credo che tutti abbiano il potenziale per raggiungere una vita di "bests personali", qualunque essi siano.

Ho raggiunto un certo successo nella mia vita. Come atleta, sono stato in grado di vincere alcune gare ultraendurance e ho battuto un Guinness World Record correndo 153,76 miglia su un tapis roulant. Questo potrebbe qualificarmi come un "super-achiever" per alcune persone, ma a questo punto della mia vita mi sembra abbastanza banale.

La mia ultima speranza è che la mia mancanza di convenzionalità possa servire a rompere gli stereotipi. Sono la prova vivente che esiste un numero infinito di percorsi alternativi al "successo" durante la vita di qualcuno.

Ci sono così tante opzioni nel mondo di oggi da scolpire il tuo percorso e "creare il tuo tipo di musica". Hai la possibilità di creare le tue definizioni di successo e dovresti sforzarti di realizzare i tuoi sogni alle tue condizioni.

Non permettere mai a nessuno di cercare di convincerti che sei "meno-di" basandoti sulle loro idee sul successo e sul successo o perché hanno più "denaro e potere" di te.

© Christopher Bergland 2015. Tutti i diritti riservati.

The Athlete's Way ® è un marchio registrato di Christopher Bergland.

Solutions Collecting From Web of "L'intensa pressione per riuscire a sabotare i nostri bambini?"