Life Inertia: Like a Asteroid Hurtling through Space

Sir Isaac Newton propose la sua prima legge del moto, la legge di inerzia, nel 1687: un corpo a riposo tende a rimanere a riposo. Un corpo in movimento tende a rimanere in movimento. I corpi continueranno nel loro stato attuale, a riposo o in movimento, a meno che non siano agiti da una forza esterna maggiore. Trecentoventi anni dopo, ho sperimentato il mio momento Eureka – improvvisamente mi sono reso conto che anche gli esseri umani sono soggetti a leggi naturali che assomigliano molto alle leggi della fisica. Suonando su Newton, mi è venuta in mente la mia prima legge, la legge dell'inerzia umana: la tendenza delle persone, una volta stabilita una traiettoria di vita, a continuare su quella linea se non fosse stata agita da una forza maggiore.

La mia osservazione risulta essere più che una metafora interessante. Quanto più guardo al comportamento umano, tanto più sorprendenti sono le somiglianze. Come un asteroide quando si allontana per la prima volta da un corpo celeste più grande, grandi forze, nel nostro caso, i geni, i genitori e la società, vengono esercitate sulle nostre vite dall'inizio. Le persone, come gli asteroidi, sono impostate su un percorso da quelle prime forze e continuano su quella strada per tutta la vita, nel bene e nel male, a meno che altre forze non alterino il loro corso. La traiettoria su cui ci porta la nostra inerzia di vita può anche essere arbitraria come quella dell'asteroide, perché quando siamo giovani non abbiamo più influenza sulla direzione della nostra inerzia di vita di un asteroide sul suo corso. Né gli asteroidi né le persone scelgono il loro percorso iniziale. E, come l'asteroide, spesso ignoriamo il corso in cui ci troviamo o ciò che ci spinge in quella direzione.

I paralleli spiegano anche perché è così difficile per le persone cambiare la traiettoria delle loro vite. La maggior parte delle persone pensa all'inerzia come a un oggetto a riposo, come il proverbiale couch potato. Credo che la realtà dell'inerzia sia in realtà piuttosto diversa. L'inerzia descrive non solo l'energia che agisce su un oggetto statico, come la gravità su un cuscinetto a sfera su un tavolo di marmo. Invece, le persone si stanno infatti muovendo rapidamente e inesorabilmente lungo un percorso guidato da potenti forze della vita. Vedere le persone in questa prospettiva dinamica cambia completamente la comprensione di ciò che serve per portare il cambiamento nella direzione della vita delle persone. Ora possiamo vedere che le persone non sono "bloccate" poiché molti si riferiscono a se stessi quando sono insoddisfatti della loro vita. In realtà, si stanno muovendo a velocità di curvatura spinta da più forze lungo il loro percorso di vita. Di conseguenza, piccole forze come una modesta intuizione, un breve momento "Aha!" O una spinta da un amico semplicemente non forniranno una forza adeguata per contrastare quelli che attualmente ci guidano. Al contrario, a causa delle grandi forze che già controllano le nostre vite, devono essere applicate forze ancora maggiori se ci sarà un cambiamento significativo.

Se potessimo fare un passo indietro e guardare il percorso delle nostre vite, molti di noi potrebbero vedere che siamo, in modo significativo, ancora sulla stessa traiettoria, ancora reagendo al mondo come facevamo quando eravamo bambini. Potremmo, ad esempio, portare ancora un risentimento all'autorità per i capelli o cercare di soddisfare gli altri piuttosto che soddisfare i nostri stessi bisogni. Perché potremmo ancora agire in modi che non ci sono più utili? Perché molte di quelle esperienze infantili ci controllano ancora.

Possiamo vedere la loro presenza negli atteggiamenti e nelle credenze che deteniamo su noi stessi e il mondo, le emozioni che dominano le nostre vite e se le decisioni che prendiamo e le azioni che prendiamo sono benefiche o dannose per noi. Possiamo ottenere indizi su cosa ci sta controllando osservando i lavori che teniamo, le persone con cui ci circondiamo, le attività a cui partecipiamo e le routine che seguiamo. Ma l'ultimo indizio è se crediamo di avere il controllo della direzione delle nostre vite.

Idealmente, siamo sulla strada verso i nostri obiettivi più salutari di felicità, amore, successo e crescita. Quando siamo su questa strada, abbiamo la capacità di provare gioia e di essere ispirati. Siamo generalmente ottimisti e in grado di partecipare a relazioni fiorenti. Un percorso sano si mostra anche se siamo felici nel nostro lavoro, facciamo esperienza di familiari e amici affettuosi e amorevoli, ci divertiamo in hobby e divertimenti significativi e troviamo un significato spirituale nelle nostre vite.

Tuttavia, per alcune persone, il percorso che stanno facendo sta dando loro una vita che è molto meno significativa, soddisfacente o piacevole di quanto vorrebbero. Queste persone sanno di essere su questa traiettoria quando si sentono spesso arrabbiati, tristi o feriti. Il loro modo di pensare tende a prendere un cast pessimista e il loro comportamento spesso mina ciò che stanno cercando di ottenere. Se il loro lavoro è insoddisfacente, spesso si sentono soli, e in realtà non hanno molti modi per godersi la vita, è probabile che siano ancora su quel percorso inerziale.

Queste persone potrebbero sentirsi impotenti a cambiare il corso delle loro vite. Per quanto possano volerlo o aver provato, non riescono a modificare la sua traiettoria. E la ragione per cui il cambiamento è così difficile è quella prima legge del movimento umano. Se stanno per cambiare, devono applicare forze più grandi delle forze che attualmente controllano la direzione delle loro vite. Per rallentare, cambia
direzione, e andare dove vogliono andare, ci vorrà una grande quantità di energia fresca.

Fortunatamente, non siamo asteroidi che sfrecciano attraverso lo spazio, pezzi di roccia senza vita su cui non abbiamo alcun controllo. Siamo molto più simili a navicelle spaziali – piene di capacità che sono pronte per essere imbrigliate e dirette se solo sappiamo come – che non abbiamo avuto il controllo della maggior parte delle nostre vite. Possiamo prendere il controllo di quell'astronave che è la nostra vita e possiamo diventare i maestri del viaggio della nostra vita. Possiamo ottenere un comando totale e, come ha scritto Gene Roddenberry, creatore di Star Trek, essere liberi di "esplorare strani nuovi mondi, di cercare nuova vita e nuove civiltà, di andare audacemente dove nessun uomo [o donna] è mai giunto prima".

Solutions Collecting From Web of "Life Inertia: Like a Asteroid Hurtling through Space"