L’identità gemella indelebile

Quando ho fatto abbastanza per il mio gemello? Quando prendo il mio turno?

Barbara Klein

Barbara è sulla sinistra; Marjorie ha ragione. Circa 1966.

Fonte: Barbara Klein

Sento queste domande in un modo o nell’altro ogni volta che parlo con un gemello. E francamente mi sono sempre chiesto e preoccupato se avrei potuto aiutare il mio gemello di più. Oppure: “Perché non mi ha sostenuto o salvato quando avevo bisogno di lei?” Quando potrò essere al centro dell’attenzione?

Il problema di quanto un gemello meriti dall’altro è un dilemma di base tra la coppia che inizia alla nascita o forse nel grembo materno. Ricordi di vicinanza da ore e ore di giochi infantili; doppio problema di divertimento su genitori, fratelli e amici; fare sport; e fare i compiti insieme lascia un segno indelebile sull’identità dei gemelli. Ricordare la vicinanza gemella può riportare ricordi beati nell’età adulta.

Lavorando insieme, obiettivi comuni portano a decisioni condivise focalizzate sui bambini. Non espressi ma compresi attraverso sentimenti e azioni, i giovani gemelli assumono ruoli correlati a chi è responsabile di fare cosa. Ad esempio, Mike è più estroverso e parla della coppia. Matt è l’organizzatore che pianifica la coppia. O Sally è la badante e Susan è responsabile del divertimento e dell’avventura. Naturalmente ci sono altre divisioni di responsabilità che ruotano attorno alla struttura della famiglia e le differenze di personalità inerenti a ciascun bambino. Cosa succede quando i gemelli vogliono trovare la loro strada senza la sorella o il fratello? Posso dirti che è molto difficile colmare le lacune che il tuo gemello ha assunto. Il viaggio del gemello custode implica imparare come prendersi cura di lui o lei prima. Il percorso del gemello impulsivo verso l’autosufficienza implica l’apprendimento dell’autocontrollo.

Nell’infanzia, i gemelli imparano che sono più sicuri quando si prendono cura o si affidano a vicenda, non importa quale. Sorprendentemente, ma nel regno delle mie esperienze personali, i gemelli giovani combatteranno come cani e gatti e dovranno ancora dormire nella stessa stanza. A volte dormire insieme è l’unica cosa su cui i giovani gemelli possono essere d’accordo. (Ho dimenticato fino ad ora che io e il mio gemello abbiamo sempre condiviso una camera da letto.)

Crescere e sviluppare un senso unico di sé rende irrealistico il processo decisionale unilaterale. I conflitti si sviluppano se non metti prima il tuo gemello. Nuovi amici e nuovi interessi dividono la doppia lealtà. Nella mia esperienza, i fratelli non hanno intense lotte sulla lealtà e le delusioni o la responsabilità di prendersi cura gli uni degli altri.

Mentre le differenze tra i gemelli si sviluppano nell’età adulta i sentimenti di tradimento diventano più esagerati. Un gemello si sposa e lascia l’altro dietro. Profonde tristezze sono vissute da ogni gemello, che soffre in modi diversi mentre si diverte a stare in disparte e vivere la vita da una prospettiva diversa. I bambini, le carriere, il successo e le delusioni continuano a rendere impossibile la fedeltà abietta. Inizia il combattimento e potrebbe non finire mai. “Chi ha ragione?” E “Chi non ha ragione?” Consumano gemelli adulti e possono essere la causa di estraniamento. La comunicazione dettagliata tra la coppia è comune ma nella maggior parte dei casi non ha successo quando sono coinvolte le decisioni che riguardano entrambi.

“Chi è il centro dell’attenzione?” Crea senso di colpa e infelicità per entrambi quando il primitivo e primario attaccamento alla condivisione non è possibile. Il gemello impulsivo non può mai ottenere abbastanza dagli altri. Il gemello custode non sa come chiedere la sua parte, sempre presumendo che otterrà gli avanzi. La vita insegna ai gemelli come essere il centro individuale di attenzione quando sorge un’emergenza. Ad esempio, il centro dell’attenzione è determinato dall’evento, come il bambino che è malato o un genitore che ha bisogno di un gemello e non dell’altro. Entrambi i gemelli per necessità costruiscono una propria identità separata che è totalmente individuale. Ciò che resta indietro o resta indietro è l’identità gemella condivisa che non crescerà o non potrà crescere.

Rinunciare a modelli di identità gemelli con gli altri – pensando, forse inconsciamente, che il tuo nuovo partner debba essere trattato come il tuo gemello – può monopolizzare il tuo patrimonio psicologico. È facile per i gemelli rimanere vivendo nel passato, aggrappandosi alla doppia vicinanza. Vedere gli altri come capaci di una stretta connessione è importante e molto difficile. Il successo come individuo richiede determinazione e sostegno da parte di familiari, amici e terapisti. Superare l’idea che non si può stare bene se il tuo gemello non sta bene, prende i gemelli un sacco di tempo ed energia che i singleton non possono mai immaginare a meno che non siano molto investiti nella guarigione del loro compagno. Sentire che “devi” fare qualcosa per rendere felici gli altri è un problema serio nell’età adulta.

Nelle mie esperienze con mia sorella e ascoltando le storie di molti, molti altri gemelli, so quanto sia difficile accettare che tu non possa migliorare le cose. Il tuo rapporto con il tuo gemello è quello che è e desiderando che fosse meglio o che tu potessi spiegare chiaramente il tuo punto di vista è comprensibile. Sfortunatamente è impossibile cambiare il tuo gemello. E perché vorresti comunque? Devi domare il bisogno o l’identità della tua infanzia per vedere il mondo attraverso lo stesso campo percettivo e la sensibilità emotiva del tuo gemello. Metti la tua identità gemella dell’infanzia in passato. Accetta di non essere d’accordo.

Ho scoperto che quando i gemelli invecchiano diminuisce il dolore di essere diversi. L’identità gemella dell’infanzia svanisce sullo sfondo, ma è sempre indelebile.