Licenziamento dell’allegato e ricerca dell’amore

Perché qualcuno può volere l’amore, ma non essere in grado di tollerarlo.

George Rudy/Shutterstock

Fonte: George Rudy / Shutterstock

Tutti vogliono l’amore … anche quelli che hanno reazioni fobiche ad esso. Mary Connors ha intitolato il suo articolo del 1997, “La rinuncia all’amore; Eliminare l’attaccamento e il suo trattamento “. Nel lavorare con molti clienti dimissionari nel corso degli anni, tuttavia, non ho scoperto che essi rinunciano all’amore; piuttosto, trovo che questi individui apprezzino e vogliano il romanticismo e l’amore tanto quanto il resto di noi.

Le persone con gli stili di attaccamento dimessi non sembrano avere difficoltà a iniziare incontri romantici oa iniziare relazioni. Non sono proprio sicuri di come mantenerli e di farli crescere. Individualmente chi si trova in difficoltà può inizialmente apparire caldo e carismatico. Ho sentito molti partner di licenziare persone descriverli come la vita della festa. Gli amici potrebbero notare quanto sei fortunato ad avere una persona così calda e simpatica nella tua vita. E ti chiedi: cosa c’è di sbagliato in te che questa meravigliosa persona si allontani e si allontani una volta finita la festa?

Se hai una relazione con un partner licenziatario, anche tu probabilmente hai sentito il fascino della loro personalità seducente. (Nota: userò un pronome maschile per la persona licenziata qui, perché la maggior parte dei clienti che cercano aiuto con questo problema sono di sesso maschile.) È relativamente facile licenziare le persone a concentrarsi e mostrare interesse per un nuovo partner – nella fase iniziale di una relazione, non stanno pensando a ciò di cui hanno bisogno personalmente dall’altra persona, e l’altra persona non è ancora diventata una minaccia. Il compagno di incontri ama tutta l’attenzione positiva e quindi non si accorge che il loro nuovo pretendente che respinge raramente parla molto della loro infanzia, delle lotte personali o dei sentimenti.

Immagina di essere una persona licenziosa, che passa la vita a desiderare amore e connessione: continui a incontrare persone che obiettivamente sembrano essere all’altezza dei tuoi elevati standard per essere un buon partner. Ma una volta coinvolto, ti rendi conto che il tuo partner ha molte qualità irritanti, è molto esigente per il tuo tempo e il tuo affetto ed è sempre più critico nei confronti del tuo comportamento. Non puoi proprio fare nulla negli occhi di questa persona. Allo stesso tempo, il tuo partner ti dice ripetutamente quanto ti amano e ti adorano. Dici a te stesso: “Chi ha bisogno di questo?” Lo sai che non funzionerà mai, ma non puoi sopportare il pensiero di spezzargli il cuore.

Non volendo ferire il tuo partner, e non volendo essere visto come un coglione dalla sua famiglia e dai suoi amici – che generalmente ti piacciono – decidi di fare ciò che pensi sia la cosa giusta: continui a uscire con lei, ma stai attento a non farlo toccala troppo o mostrale troppo affetto. Non è così difficile, perché in questo momento, i suoi teneri tocchi ti rendono ansioso e a disagio comunque. Inizi a dirle che non pensi di poterle darle quello che vuole nella relazione e che merita di meglio. Speri che lei rotti con te , in modo che tu non debba ferirla personalmente, ma continua ad esserci.

Ovviamente, questa è una situazione che tormenta il partner – e non è molto divertente neanche per la persona licenziata. La persona che si allontana di solito si rende conto che qualcosa non va. Quando parla con gli altri, descrive il suo partner in una luce positiva. A lui importa, e puoi sentirlo nella sua voce. Diventa persino geloso e ferito se vede la persona che sta cercando di terminare mostrando un leggero interesse per un’altra persona. Si sente come due persone: vuole davvero l’amore. Vuole “normale”. Potrebbe anche voler sposarsi e avere figli. Sa che non vuole continuare a ripetere questo schema, ma non sa cosa fare.

Il problema qui è una forte disconnessione tra i pensieri coscienti della persona che respinge e il suo sistema emotivo. La sua mente cosciente gli dice che questo partner è attraente e ha una grande personalità – che dovrebbe essere felice di andare avanti con la relazione. Ma contemporaneamente, il suo sistema emotivo sta leggendo il suo amore e affetto come una minaccia e scatenando una risposta d’ansia.

Ora, pensare a se stesso come debole o ansioso è antitetico a qualcuno con uno stile di attaccamento dimesso. Ma deve fare un’attribuzione per la sua esperienza emotiva per capire il proprio comportamento. Così etichetta l’ansia come irritazione o fastidio. E lui si sente così ogni volta che si avvicina molto e si affeziona a lui. Quindi lei deve essere la causa di questa irritazione. Il suo cervello è d’accordo e dice: “Sì, è irritante” e (come fanno tutti i cervelli umani normali) il suo cervello trova quindi prove nell’ambiente per supportare questa idea. Trova i suoi difetti e le imperfezioni sottili che ora trova intollerabili. La deroga nella sua mente, e lui deve ritirarsi.

Questo schema con il partner romantico è lo stesso di quello che le persone licenziose spesso mettono in atto con i loro genitori. O idolatrano la persona (di solito da una certa distanza) o allontanano l’altra persona dalle loro menti e escludono la relazione.

Razionalmente la persona licenziata sa che sta facendo questo e sa che è un problema. Vuole fermarsi.

Se questa descrizione del partner d’amore dimesso si avvicina a come ti senti nelle tue relazioni intime, ecco alcune cose a cui pensare:

  • Riconosci il modello che stai mettendo in scena e che il tuo sistema emotivo sta giocando brutti scherzi nella tua mente cosciente.
  • Concentrati sulla sensazione fisica che senti quando il tuo partner si avvicina. Vedi se riesci a dargli un nome. La sensazione non sei tu , dopo tutto; è solo una sensazione. Vedi se riesci a separare i sentimenti d’amore dall’ansia.
  • Renditi conto che l’erba non è più verde altrove. Spesso l’amore che vuoi non è lontano, se non proprio di fronte a te.
  • Impara ad amare te stesso. Abbraccia le parti più tenere e morbide del tuo essere e allevale come faresti con un bambino piccolo che ha bisogno delle tue cure. Se puoi imparare a fare questo per te stesso, lo troverai più facile da fare per gli altri.

La ragione per cui l’amore e l’affetto sono così minacciosi per qualcuno con uno stile di attaccamento licenzioso è che queste cose non erano solitamente rese disponibili dai genitori durante l’infanzia – anche se durante l’intervista, di solito affermano che la loro infanzia era idilliaca, e che i loro genitori erano amorevole, senza offrire supporto memorie di prove. In questa situazione, il bambino negherà il bisogno di amore e affetto piuttosto che rimanere in uno stato di tristezza e desiderio. Dopo anni trascorsi lontano da questa mancanza di amore, l’adulto dimesso si sente forte e fiducioso.

Ma poi arriva qualcuno che se ne frega davvero e dice: “Ti amo”. E ora tutto questo desiderio soppresso vuole tornare indietro dal passato represso. Ma il nostro amico dimesso non può tollerare di essere così vulnerabile e bisognoso, quindi si sente arrabbiato per quella reazione che minaccia la sua sicurezza combattuta, e ha bisogno di respingerlo. Quindi spinge via chi gli offre amore.

Se sei innamorato di un partner licenziatario:

  • Renditi conto che sta cercando di respingere il suo stesso bisogno di amore … di tenere chiusa la vecchia ferita che pensava di aver dimenticato.
  • Se comincia a scappare, digli quanto ti importa, ma non corrergli dietro. Ricorda, un cane affamato e spaventato può desiderare di essere salvato … ma questo non significa che non ti morderà.
  • Fai una scelta: digli che non ti interessa essere amati da lontano e finirlo; devi conoscere i tuoi livelli di tolleranza e se fa troppo male, dovresti andartene. Oppure digli che non vai da nessuna parte e che non farai il suo lavoro sporco per lui. Se non può tollerare l’amore, dovrebbe radunare il coraggio di porre fine a se stesso; in altre parole, “alzati o stai zitto”. Assicurati di non stare nel mezzo, non sapendo se stai andando o venendo; questo è un modo molto doloroso per andare. E impara ad essere un po ‘disprezzando te stesso. Questo potrebbe sentirsi più a suo agio per lui, ed è un modo in cui puoi evitare di dare tutto il tuo potere nella relazione.

Riferimenti

Connors, ME (1997). La rinuncia dell’amore: l’attaccamento e l’eliminazione di Dismissive. Psicologia psicoanalitica, 14 (4), 475-493. doi: 10,1037 / h0079736